17 gennaio '11, Auditorium Parco della Musica: la Prima de "Il tempo di Gustav Mahler"

17 gennaio '11, Auditorium Parco della Musica: la Prima de "Il tempo di Gustav Mahler" Lunedì 17 gennaio 2011, ore 21 Auditorium Parco della Musica, sala PetrassiIL TEMPO DI GUSTAV MAHLER biografia recitata da Massimiliano Finazzer Flory con musiche dal vivo e danza atto unico - 90 minuti Dopo il debutto-anteprima al Festival dei Due Mondi di Spoleto, sarà in scena il 17 gennaio 2011 all'Auditorium Parco della Musica, sala Petrassi, per la prima data della tournée italiana, "Il tempo di Gustav Mahler".

01/nov/2011 16.00.20 Verena A. Merli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

Lunedì 17 gennaio 2011, ore 21
Auditorium Parco della Musica, sala Petrassi

IL TEMPO DI GUSTAV MAHLER

biografia recitata da Massimiliano Finazzer Flory con musiche dal vivo e danza

atto unico - 90 minuti

 

Dopo il debutto-anteprima al Festival dei Due Mondi di Spoleto, sarà in scena il 17 gennaio 2011 all'Auditorium Parco della Musica, sala Petrassi, per la prima data della tournée italiana, “Il tempo di Gustav Mahler”.
Interpretato e diretto da Massimiliano Finazzer Flory, lo spettacolo è aperto gratuitamente al pubblico nell’ambito della rassegna “Il gioco serio dell’Arte”promossa da Il Gioco del Lotto �“ Lottomatica.


"Con un’illuminazione profetica Gustav Mahler affermava “Verrà un tempo in cui i viventi si accorgeranno di essere rappresentati, descritti e identificati dalla mia musica e capiranno che essa è in loro da sempre”. E questo è il suo tempo - spiega Massimiliano Finazzer Flory.
“In occasione dei 100 anni dalla morte del compositore, lo spettacolo ruota intorno a due figure: un uomo solitario che vaga per l’universo e il bambino abbandonato in attesa del padre, entrambi alla ricerca di una Natura perduta di cui abbiamo bisogno. In scena il volto di Mahler e una duplice voce: la voce di un uomo che ha molto combattuto intimamente e profondamente sofferto senza patria, straniero talora perfino a se stesso, sempre irrequieto e con il timore di lasciare incompiuta la sua opera  �“ e dunque porta in causa il rapporto con le sue origini �“ ma anche quella di un uomo che attraverso la musica soddisfa la propria libertà interiore”.

 

La rappresentazione, che vede la partecipazione del filosofo della musica Quirino Principe, ripercorre la biografia del compositore attraverso il corpus delle lettere e altri scritti soffermandosi sui temi dell’eros, della morte, della religione, della crisi di Vienna e del mondo mitteleuropeo, del rapporto tra la musica e la filosofia del tempo in uno dei periodi più decisivi e complessi della nascente modernità.

L’originale antologia prevede la lettura di poesie e lettere dello stesso Mahler accompagnata da suggestioni tratte dalle sinfonie e dai lieder, sulle quali prenderanno forma le coreografie di Gilda Gelati, prima ballerina del Corpo di Ballo del Teatro alla Scala. Alle atmosfere musicali al pianoforte si accompagnano le esecuzioni alla tromba di Gianni Dallaturca.


 

Lunedì 17 gennaio 2011, ore 21

Auditorium Parco della Musica, viale de Coubertin 30, ROMA

ingresso gratuito con distribuzione di voucher presso il guardaroba di sala Petrassi a partire dalle ore 20.

Dopo Roma lo spettacolo sarà a Bari (19.01.11 ore 21 Teatro Petruzzelli) e Brescia (31.01 ore 21 Teatro Grande), e a febbraio a Catania, Bologna, Venezia.


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl