Storia degli orologi

Storia degli orologi. orologi firenze Il primo strumento realizzato dall'uomo per misurare il trascorrere del tempo è stato la meridiana, era sufficiente un palo infisso nel terreno che con il movimento del sole proiettava l'ombra dello stesso sui segni che determinavano lo scorrere della giornata.

16/feb/2011 23.55.54 Bracali Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

orologi firenze

Il primo strumento realizzato dall'uomo per misurare il trascorrere del tempo è stato la meridiana, era sufficiente un palo infisso nel terreno che con il movimento del sole proiettava l'ombra dello stesso sui segni  che determinavano lo scorrere della giornata. Fino a che la misurazione del tempo avveniva con le meridiane, la suddivisione del tempo prevalente era quella in cui l'ora era la dodicesima parte del ciclo diurno, dall'alba al tramonto. Era perciò più lunga d'estate e più corta d'inverno. Logicamente l'uso della meridiana presentava inconvenienti di non poco conto, lo svantaggio principale della meridiana è quello di non funzionare di notte o nelle giornate nuvolose. In quest'ottica furono studiati e realizzati metodi di misurazione alternativi come la clessidra per esempio che consiste in un semplice dispositivo basato sulla regolare fuoriuscita di acqua o sabbia da un contenitore forato. In Grecia le clessidre furono usate per scandire la durata di gare, giochi, turni di guardia e anche per controllare la durata delle deposizioni in tribunale, succssivamente vennero costruiti precisi orologi ad acqua, nei quali l'acqua fluiva tra due contenitori collegati, alcune dei quali più elaborati indicavano l'ora precisa. Per vedere i primi orologi meccanici dobbiamo arrivare al medioevo, i campanili delle città cominciarono a dotarsi di questi orologi meccanici che segnavano la quotidianita degli abitanti dell'epoca.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl