PRESENTAZIONE DEL PRIMO VOLUME DELLA COLLANA TRAVELLERS: "POLACCHI A FIRENZE: VIAGGIATORI E RESIDENTI"

PRESENTAZIONE DEL PRIMO VOLUME DELLA COLLANA TRAVELLERS: "POLACCHI A FIRENZE: VIAGGIATORI E RESIDENTI"

10/ott/2005 15.26.03 VIVAHOTELS ART IN OUR HEART Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
PRESENTAZIONE DEL PRIMO VOLUME DELLA COLLANA TRAVELLERS:

“POLACCHI A FIRENZE: VIAGGIATORI E RESIDENTI”

VIAGGIO INEDITO ALLA SCOPERTA DI UNA FIRENZE COSMOPOLITA:

SI APRE LA SERIE CON I PAESI DELL’EUROPA CENTRALE E ORIENTALE

 

Lunedì 10 ottobre Ore 18.00

Istituto Polacco di Roma Via Vittoria Colonna, 1 Roma

 

 

Roma lunedì 10 ottobre 2005,

 

„Nascere polacchi vuol dire, in un certo senso, nascere già grandi viaggiatori” scrive il cardinale Paul Poupard nella „Porta d’Italia”. Da secoli l’Italia costituisce la meta dei viaggi dei polacchi, anche se nel corso del tempo mutavano le ragioni che li spingevano a intraprenderli. Che cosa cercavano in Italia, che cosa ne riportavano in patria, come percepivano i polacchi questo paese che spesso diventava la loro seconda patria?

 

Viene presentato oggi Istituto Polacco di Roma il primo volume della collana Travellers, una nuova collana di studi pubblicata con il patrocino della Fondazione Romualdo Del Bianco e del Gabinetto Scientifico Letterario G.P. Vieusseux, diretta da Maurizio Bossi ed edita da Nardini Editore e Fleming Youth.

 

All’incontro parteciperanno: Andrzej Litwornia - autore, insieme a Lucia Burello, del libro „La porta d’Italia. Diari e viaggiatori polacchi in Friuli-Venezia Giulia dal XVI al XIX secolo” pubblicato dall’Editrice Universitaria Udinese “Forum”; Luca Bernardini - autore del libro „Polacchi a Firenze” pubblicato dalla Nardini Editore, collana “Travellers”; Jerzy Stuhr - regista di cinema e teatro, attore, uno dei protagonisti di „Polacchi a Firenze”; Anton Maria Raffo - docente dell’Università di Firenze; Conduce Pietro Marchesani - docente dell’Università di Genova

Interverranno inoltre: Maurizio Bossi - direttore scientifico della collana “Travellers” e direttore del Centro Romantico del Gabinetto G.P. Vieusseux; Paolo del Bianco - Presidente della Fondazione Romualdo del Bianco 

 

“Polacchi a Firenze: Viaggiatori e residenti” è il primo volume della collana Travellers, che si apre con una serie di saggi dedicati ai viaggiatori dell’Europa Centrale e Orientale e al loro ruolo nella storia della cultura di Firenze. La scelta di dedicare la prima serie della collana a questi Paesi, all’indomani del rapido processo di apertura dei confini, viene incontro alle esigenze di rinnovato confronto che tale processo porta con sé. Una scelta perfettamente in linea con i principi ispiratori della Fondazione Romualdo del Bianco, che la collana promuove insieme al Gabinetto Vieusseux: la Fondazione infatti, il cui progetto è nato nel 1992 a Firenze, opera per favorire la reciproca conoscenza tra le diverse civiltà.

 

Nel volume “Polacchi a Firenze: Viaggiatori e residenti”  si illustra come dal Medioevo a oggi, attraverso il sedimentarsi delle esperienze delle missioni diplomatiche, dei viaggi d’istruzione, dell’esilio, della tensione verso un ideale passato o la creatività artistica, lo sguardo dei polacchi fosse per lungo tempo caratterizzato, rispetto a quello di altre culture, da una profonda venatura critica, all’interno di una ricerca che entro una realtà diversa privilegiava la visione di se stessi e del proprio paese.

Sarà possibile acquistare il volume telefonando al numero (+39) 055 23 82 762 oppure scrivendo all’indirizzo e-mail: info@flemingyouth.it.

 

La Fondazione Romualdo Del Bianco è un Ente no profit che svolge a Firenze una missione a carattere sociale sintetizzata dal motto: “Per la Pace nel Mondo, fra i giovani di Paesi diversi, con la Cultura: incontrarsi, conoscersi, comprendersi per sviluppare l’Amicizia tra i Popoli”. Oltre alla realizzazione di seminari internazionali per giovani studenti di università straniere, la Fondazione contribuisce alla realizzazione in Firenze di iniziative di carattere culturale e scientifico, sempre e comunque volte a promuovere in Firenze l’incontro e la conoscenza di culture diverse.

In Firenze, la catena alberghiera Vivahotels - ART IN OUR HEART da sempre sposa i principi ispiratori della Fondazione Romualdo Del Bianco:” l’integrazione internazionale, senza competizione, nel rispetto delle singole identità, per una loro valorizzazione” ed è l’unico marchio alberghiero che da oltre 15 anni sostiene iniziative culturali e a favore di giovani talenti a livello nazionale ed internazionale, coinvolgendo 76 nazioni e ben 8 diversi alfabeti. Un marchio che nella conservazione delle radici, nella cultura e nel talento dei giovani fonda la propria essenza: “ART IN OUR HEART”.

 

Per informazioni:

 

FONDAZIONE ROMUALDO DEL BIANCO

www. fondazione-delbianco.org

e-mail: info@fondazione-delbianco.org

 

 
VIVAHOTELS

www.vivahotels.it

e-mail: reservation@vivahotels.com

tel. (+39) 055 294687 - n° verde: 800 700822

 

Ufficio Stampa

EASYCOM - Elisabetta Raffo, Claudia Pellerano

Tel. 010 5956334 - Fax 010 5709492, e-mail: easyservice@tin.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl