BALLARINI: ARTISTI IN CUCINA MADE IN ITALY CENTO PER CENTO

07/mag/2011 12.39.58 BALLARINI: ARTISTI IN CUCINA MADE IN ITALY CENTO Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

FacoltàdiComunicare di Scienze della Comunicazione di Verona ha ospitato recentemente l’incontro tra gli studenti e Angelo Ballarini, titolare della Ballarini S.p.A. , azienda leader nella produzione di casalinghi e prodotti antiaderenti, dal titolo “Controtendenza: produrre in Italia valorizzando le risorse del territorio” .

Angelo Ballarini, introdotto da Mario Magagnino, docente di Comunicazione d’Impresa, ha sviluppato la testimonianza aziendale con la presentazione di un video istituzionale della Ballarini Spa, rammentando che l’azienda è guidata dalla famiglia Ballarini, giunta alla quarta generazione. All’incontro ha partecipato Nicola Calanchi, direttore commerciale della stessa azienda.

Il relatore ha raccontato che l’azienda è nata nel 1889 con Paolo Ballarini, artigiano specializzato in gabbie per uccelli e tra l’altro una delle gabbie di quel periodo è stata recuperata recentemente dallo stesso Angelo  da un contadino della zona di Rivarolo Mantovano, dove ha sede l’azienda. E da quel laboratorio che parte l’avventura della famiglia Ballarini nella produzione di utensili per il lavoro per specializzarsi successivamente nella produzione di casalinghi. Negli anni ’70,da azienda esclusivamente incentrata sul mercato italiano, Ballarini  si rivolge ai mercati  europei, ampliandosi  e battendo la concorrenza che con la globalizzazione diventava sempre più agguerrita.

Il 2007 per molte aziende  fu l’inizio della crisi economica, ma la scommessa Ballarini “made in Italy”, produzione tutta italiana o meglio ancora territoriale, ne usciva con risultati sorprendenti, sfruttando il momento critico per crescere, tanto da essere oggi coinvolta in un progetto con aspirazioni globali, dall’Occidente  all’Oriente, vendendo persino sul mercato cinese, ponendo la massima attenzione all’innovazione tecnologica e proponendo  nuovi strumenti da cucina per mangiare sano senza penalizzare il sapore.

Inoltre Angelo Ballarini ha parlato di nuovi valori aziendali, risultato della mutazione economico-finanziara, come il “tornare al piccolo”e la “comunicazione diretta”  con i propri collaboratori. L’incontro per la modalità decisamente informale ha riscontrato un notevole successo tra gli studenti presenti.

 

 

Verona, maggio 2011

 

Martina Speri – studente Scienze della Comunicazione

martinasperi85@gmail.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl