Il cinema argentino festeggia i 150 d'Italia

IN OCCASIONE DEI 150 ANNI DELL'UNITÀ D'ITALIA E IN CONCOMITANZA CON LA VISITA DELLA SIGNORA PRESIDENTE, CRISTINA FERNANDEZ KIRCHNER L'ARGENTINA CELEBRA L'ITALIA CON UNA RASSEGNA CINEMATOGRAFICA "IL CINEMA ARGENTINO FESTEGGIA I 150 ANNI D'ITALIA" 31 maggio - 4 giugno 2011 - Cinema Farnese (Piazza Campo de' Fiori, 56 - Roma) La rassegna cinematografica "Il Cinema Argentino festeggia i 150 anni d'Italia" si svolgerà dal 31 maggio al 4 giugno presso il Cinema Farnese Persol di Roma.

26/mag/2011 12.50.39 dalila Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

IN OCCASIONE DEI 150 ANNI DELL’UNITÀ D’ITALIA E IN CONCOMITANZA

CON LA VISITA DELLA SIGNORA PRESIDENTE,

 

 

CRISTINA FERNANDEZ KIRCHNER

 

L’ARGENTINA CELEBRA L’ITALIA CON UNA RASSEGNA CINEMATOGRAFICA

 

IL CINEMA ARGENTINO FESTEGGIA I 150 ANNI D’ITALIA

31 maggio - 4 giugno 2011 - Cinema Farnese

(Piazza Campo de’ Fiori, 56 - Roma)

 

La rassegna cinematografica “Il Cinema Argentino festeggia i 150 anni d’Italia” si svolgerà dal 31 maggio al 4 giugno presso il Cinema Farnese Persol di Roma. Il programma della manifestazione prevede la proiezione di 9 lungometraggi (in lingua originale con sottotitoli in italiano) particolarmente significativi per cogliere l’atmosfera e la cultura di uno dei più importanti e vitali paesi del Sudamerica, un’occasione importante per conoscere il cinema argentino contemporaneo e per riscoprire il profondo legame tra i due Paesi.

 

Promossa dall’Ambasciata della Repubblica Argentina in Italia e l’INCAA - Instituto Nacional de Cine y Artes Audiovisuales, in collaborazione con il RIFF - Rome Independent Film Festival, la rassegna inizia Mercoledì 31 maggio alle ore 19.30 con un incontro sul tema delle coproduzioni Italo-argentine a cui parteciperanno l’Ambasciatore della Repubblica Argentina in Italia, Torcuato Di Tella, Gonzalo Sabatè, consigliere economico e commerciale dell’Ambasciata, Liliana Mazure e Bernardo Bergeret, rispettivamente presidente e responsabile dei rapporti internazionali dell'INCAA, l’Amministratore Delegato di Cinecitta’ Luce, Luciano Sovena, i produttori vincitori del fondo di sviluppo Cinecittà Luce-INCAA, Mario La Torre, docente dell’università Sapienza e consulente del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

 

Sarà presente Vanesa Villafane, attrice argentina conosciuta in Italia per aver lavorato in televisione (Squadra Antimafia – Distretto di Polizia - Boris) e al cinema con Pupi Avati e Davide Marengo.

 

Il film d’apertura, sempre Martedi 31 maggio alle ore 20.30 è BELGRANO”, sulla figura dell’eroe dell’indipendenza argentina (di origini italiane) per la regia di Sebastián Pivotto e con Pablo Rago (nel ruolo di Manuel Belgrano), Valeria Bertuccelli, Pablo Echarri, Paula Reca, Guillermo Pfening. Il film, incentrato sugli ultimi dieci anni di vita di Manuel Belgrano,  è stato accolto favorevolmente dalla critica perché, oltre all’ottima qualità artistica e all’accurata ricostruzione storica, restituisce all’eroe argentino una dimensione umana, di “uomo semplice” che rinunciò alla vita privata in nome della rivoluzione. Tra i produttori del film Juan José Campanella nominato all'Oscar al miglior film straniero nel 2002 con “Il figlio della sposa”(“El hijo de la novia”) e vincitore dell'Oscar al miglior film straniero del 2010 con il bellissimo “Il segreto dei suoi occhi” (“El secreto de sus ojos”).

 

I film selezionati per la rassegna, sono tra le opere argentine più significative degli ultimi anni: “ANICETO” (Mercoledì 1 giugno h 18.30), la storia del proprietario di un gallo da combattimento e del suo amore per Francisca, diretto da Leonardo Favio uno dei registi più importanti del cinema argentino, già autore del film “Éste es el romance del Aniceto y la Francisca, de cómo quedó trunco, comenzó la tristeza y unas pocas cosas más”, con Federico Luppi , Elsa Daniel e María Vaner, realizzato nel 1967 e considerato come il miglior film argentino di tutti i tempi. Aniceto, versione moderna del suo cult degli anni ’60, è stato candidato al premio Goya 2008; “UN NOVIO PARA MI MUJER di Juan Taratuto (Mercoledi 1 giugno h.20.30), è la storia di un maldestro tentativo di separazione da parte del marito: non sopportando più la moglie per il suo pessimo carattere, decide di farla sedurre da un noto playboy per poi accusarla di tradimento. Campione d’incassi nel 2008, in Argentina la commedia ha vinto numerosi premi nei Festivals soprattutto per le interpretazioni di Valeria Bertuccelli (miglior attrice al festival di Malaga, al Festivalissimo di Montreal e l’ambitissimo Premio Sur) e Adrian Suar (miglior attore al Festival di Malaga).

 

Al tango è dedicato il commuovente documentario del 2005 “SI SOS BRUJO - Una Historia de Tango” (Giovedi 2 giugno h. 18.30). La regista Caroline Neal e lo sceneggiatore Alberto Munoz hanno ricevuto una candidatura agli Argentinean Film Critics Association Awards nella categoria Best Documentary Feature (Mejor Largometraje Documental). Uscito in Italia con apprezzabile successo di pubblico “INTRAMONTABILE EFFERVESCENZA (Giovedì 2 giugno h.20.30 in lingua italiana), di Marcos Carnevale, è una romantica storia d’amore nella terza età che strizza l'occhio a Fellini per raccontare i desideri della sognante ottantenne Elsa.

 

Particolarmente atteso è il film LA MIRADA INVISIBLE” di Diego Lerman,   (Venerdì 3 giugno, alle h.18.30). Presentato alla Quinzaine des Réalisateur al 63° festival di Cannes 2010 dove ha riscosso grande attenzione per la capacità di descrivere, partendo dal microcosmo della scuola, il processo di asservimento al potere ma anche la capacità di ribellione. il film è ambientato a Buenos Aires nel 1982: mentre la dittatura sta per finire, la protagonista Marita lavora come sorvegliante nel prestigioso Collegio Nacionale, la scuola destinata a formare le future élites del Paese. Nella serata di Venerdì, alle h. 20.30: “IGUALITA A MI”, di Diego Kaplan, una  commedia che ha avuto un incredibile successo, è stato il film argentino più visto nel 2010. Freddy, un playboy impenitente, una notte prova a sedurre Aylin ma scopre che in realtà è sua figlia e che diventerà presto nonno e tale evento inaspettato cambierà la sua vita. 

 

Sabato 4 giugno si apre alle h.18.30 con “EVA PERON”, di Juan Carlos Desanzo, un film che rappresenta la risposta argentina alla pellicola made in USA “Evita”, e racconta la vita dell’attrice Eva Duarte, in particolare il suo rapporto con Juan D. Perón e gli ultimi due anni della sua vita, prima della morte prematura avvenuta a soli trentatré anni il 26 luglio 1952.

 

Chiude la rassegna (sabato 4 giugno h 20.30), il film applauditissimo  al  Sundance Film Festival 2010, dove ha vinto il premio per migliore fotografia ed è stato candidato per il gran premio della giuria, “EL HOMBRE DE AL LADO”. Diretta da Mariano Cohon e Gastòn Duprat  (i due hanno partecipato al Festival di Roma nel 2008 con il film “El artista”, distribuito da Cinecittà Luce), la pellicola racconta la storia di un designer industriale Leonardo che vive con la famiglia a La Plata nell'unica casa progettata in America Latina dal grande architetto franco-svizzero Le Corbusier, considerata alla stregua di un museo. Leonardo però entra presto in contrasto con il suo misterioso vicino Victor. Il film ha vinto anche il Premio come miglior pellicola al Festival Internazionale Argentino 2010 Mar del Plata.

 

La manifestazione è stata realizzata con il patrocinio del Ministero Affari Esteri, Ministero per i  Beni e le Attività Culturali, la Presidenza della Regione Lazio, di Cinecittá Luce, dell’Istituto Nazionale per il Commercio Estero, della Roma Lazio Film Commission e con il sostegno dell’Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico di Roma Capitale.

 

 

Ufficio stampa:

Marino Midena, +39.347.7162033 - Elisabetta Colla +39.333.2736455

ufficiostampa@spet.it, ufficiostampa.riff@gmail.com  

INFO: Fabrizio Ferrari +39.06.45425050 fabrizio@riff.it -

RSVP: accrediti@riff.it - www.riff.it   

 

 

 

 

 

 

 

 

Programma della Rassegna

 

martedí 31 maggio ore 19.30:
serata d’apertura con la presenza dell’Ambasciatore e del direttore dell’ INCAA.
ore 20:20: film d’apertura BELGRANO di Sebastián Pivotto


 mercoledí 1 giugno:
ore 18.30: ANICETO di Leonardo Favio
ore 20.30: UN NOVIO PARA MI MUJER
di Juan Taratuto

giovedí 2 giugno:
ore 18.30: “SI SOS BRUJO – Una Historia de Tango” di Caroline W. Neal
ore 20.30:
INTRAMONTABILE EFFERVESCENZA di Marcos Carnevale (In Lingua Italiana)

venerdí 3 giugno:
ore 18.30: LA MIRADA INVISIBLE di Diego Lerman
ore 20.30: IGUALITA A MI di Diego Kaplan

sabato 4 giugno:
ore 18.30: EVA PERON di Juan Carlos Desanzo
ore 20.30: EL HOMBRE DE AL LADO di Mariano Cohon, Gastòn Duprat

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl