I grandi artisti: il Veronese

In altri miei post precedenti su questo stesso sito ho ampiamente parlato riguardo a grandi artisti del rinascimento, nella fattispecie Sandro Filipepi detto Botticelli, il marchigiano Raffaello Sanzio ed il toscano Leonardo da Vinci, fondatore tra l'altro del metodo induttivo.

Persone Paolo Caliari, Sandro Filipepi, Leonardo da Vinci, Sandro Botticelli
Luoghi Venice, Verona

29/mag/2011 22.41.06 Ferdinando Sonnessa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Con l'articolo di oggi andremo ad aprire una lunga (e spero per voi lettori, interessante) serie di post circa i più grandi artisti della storia artistica e culturale italiana.

In altri miei post precedenti su questo stesso sito ho ampiamente parlato riguardo a grandi artisti del rinascimento, nella fattispecie Sandro Filipepi detto Botticelli, il marchigiano Raffaello Sanzio ed il toscano Leonardo da Vinci, fondatore tra l'altro del metodo induttivo.

Paolo Caliari detto Veronese nacque a Verona nel lontanno anno del 1528, e gli venne attribuito il soprannome di Veronese in quanto si trasferisce nel 1553 a Venezia, e quì per l'appunto inizia ad essere conosciuto in questo modo.

Si può condensare la prestazione artistica del Veronese nella espressione che vien di seguito "la luce che rasserena" proprio per via della sua particolare impostazione della luminosità: le sue opere principali sono conservate in svariati musei italiani.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl