L'arte funeraria nella antica Grecia

28/lug/2011 20.22.30 Ferdinando Sonnessa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L'arte greca è molto presente in Italia, come possiamo ad esempio vedere negli svariati Musei Calabria. Proprio dell'arte greca andremo a parlare in quest'articolo quotidiano, nella fattispecie dell'arte funeraria di questa magnifica civiltà.

Nel periodo dell'Antica Grecia i defunti venivano cremati e le loro ceneri venivano raccolte in urne e interrate in un metro di profondità.

A protezione di tali urne cinerarie s'incastra nel terreno un lastrone di pietra sul quale si appoggiava una grossa anfora o un cratere dalla bocca molta larga. 

Fra le ceramiche rinvenute nella acropoli presso il Dypolon, la più celebre porta dell'Antica Athene, assume importanza l'anfora funeraria del "Lamento Funebre"; essendo alta 1,55 m, aveva la funzione di segnalare la presenza della tomba. Era un'anfora del tipo "a collo distinto" chiamata così per la sua invocatura. La sua decorazione consisteva in 65 fasce sovrapposte a motivi geometrici; le decorazioni erano inoltre più alte nella parte del collo.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl