Marco Müller al TA MATETE venerdì 16 dicembre (ore 18.30)

Allegati

14/dic/2005 05.52.50 Ufficio Stampa Artè Communication Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

C   O   M   U   N   I   C   A   T   O             S   T   A   M   P   A

 

Marco Müller parla della “Macchina dei sogni” al TA MATETE venerdì 16 dicembre (ore 18.30)

 

Ultimo degli incontri che il TA MATETE organizza nell’ambito della mostra “La Mirabile Visione. Dove portano i sogni?” dedicata a Jorge Luis Borges. Ospite dello spazio FMR-ART’E’ di piazza Santo Stefano 17 è il direttore della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia Marco Müller. L’appuntamento è per venerdì 16 dicembre alle ore 18.30.

Il tema della serata sarà anche in questo caso legato al sogno. Dopo aver trattato del sogno in letteratura con Ezio Raimondi, del sogno dell’Europa unita e senza dittature con Krzysztof Zanussi, del sogno nella musica con Giovanni Lindo Ferretti, del rapporto tra Borges e sogno con Gianni Guadalupi e del sogno nell’arte con Andrea Emiliani, è ora la volta della “macchina dei sogni”, ovvero il cinema e a parlarcene sarà Marco Müller, intervistato dal critico cinematografico Andrea Maioli. Il sogno nell’arte cinematografica, la Mostra del Cinema di Venezia, le novità cinematografiche di questo periodo, i grandi film che non abbiamo visto e quelli che non vedremo nelle sale cinematografiche italiane sono alcuni dei temi che verranno trattati con Müller.

 

Marco Müller è nato a Roma nel 1953, autore negli anni ‘70 di trasmissioni televisive, organizza la mostra Ombre Elettriche svoltasi a Torino dal 1979 al 1982 e dedicata alla storia del cinema cinese, dai tempi del muto fino agli anni successivi alla Rivoluzione Culturale. Dal 1989 dirige per due anni il Festival di Rotterdam. Dal 1991 e per dieci anni guida il Festival di Locarno. Poi si impegna direttamente nella produzione cinematografica, guidando il settore cinema di Fabbrica, il braccio culturale del gruppo Benetton, attraverso cui Müller riesce ad imporsi ai principali festival europei e agli Oscar (ricordiamo l’Oscar vinto per la coproduzione di No Man’s Land). In seguito fonda la propria compagnia di produzione, la Downtown Pictures di Bologna, con la quale produce Fango, film sulla guerra civile in Spagna, passato in concorso alla scorsa Mostra del Cinema di Venezia. Dirige la 61a e la 62a edizione della Mostra del Cinema di Venezia.

 

Gli incontri del TA MATETE riprenderanno alla fine di gennaio nell’ambito della mostra dedicata a Meret Oppenheim intitolata “Donne senza confini”. Saranno una serie di incontri che tratteranno dalla letteratura alla musica, dalla cronaca all’arte, dal cinema al giornalismo, incontri che avranno  tutti  come protagoniste le donne.

 

TA MATETE, Living Gallery ART’E’-Libreria FMR

Bologna, piazza S. Stefano 17/A

Tel. 051/ 6488920

e-mail: info.bologna@tamatete.it

Orari di apertura: dal martedì alla domenica, dalle 10.30 alle 19.30; chiuso il lunedì

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl