Comunicato stampa goFLUENT - Metti l'inglese nel tuo master

Comunicato stampa goFLUENT - Metti l'inglese nel tuo master.

Persone Nicola Musazzi, Catia Baldinelli, Comunicazione, Andrea Guarini
Luoghi Italia, Milano, Germania, Svezia, Siena, Bergamo, Slovenia
Organizzazioni International University Schoss Reichartshausen, Fondazione ISTUD, IULM
Argomenti università, impresa, istruzione, scuola

18/ott/2011 10.04.14 Pleon Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.



METTI L’INGLESE NEL TUO MASTER

Da una indagine effettuata dalla società di formazione linguistica goFLUENT su un campione dei più rappresentativi MBA in Italia, l’inglese risulta tra i componenti essenziali in termini formativi.

Milano, 18 Ottobre 2011 – goFLUENT, filiale del Gruppo leader mondiale nell’offerta di corsi d’Inglese a distanza, ha effettuato un’indagine su un campione di Master postuniversitari in Italia, includenti realtà come l’Istao (l’Istituto Adriano Olivetti), la Fondazione ISTUD e l’università Iulm.

L’obiettivo è stato verificare che posto occupa la lingua inglese nelle offerte formative e di conseguenza il feedback del mercato.

Ormai la quasi totalità dei Master si è attrezzata con lezioni direttamente in inglese e con corsi di lingua, e almeno il 70% delle aziende che poi accolgono gli allievi considera l’inglese condizione imprescindibile.

In particolare, l’Istud offre 4 percorsi post laurea per neolaureati, di cui due Master (Marketing Management and Innovation, Risorse Umane e Organizzazione) e due Programmi (Green Management, Scienziati In Azienda), di cui il 75% è in Business English. Le aziende di grandi dimensioni, nazionali e multinazional considerano “la buona conoscenza della lingua inglese come una condizione indispensabile per l’inserimento presso le proprie strutture”, sostiene Andrea Guarini, Responsabile Comunicazione e Marketing Istud.

Tutti i Master organizzati dall’Istao (Strategia e Management d'Impresa - Management delle Risorse Umane e Sviluppo organizzativo quelli attivati in quest’anno accademico) offrono invece un corso di inglese tenuto da docenti madrelingua e diviso a seconda dei livelli di conoscenza degli allievi, prevalentemente di livello intermedio ed avanzato. “La conoscenza dell'inglese è spesso un requisito inderogabile per ricoprire alcuni posti di lavoro, soprattutto per chi auspica ad un’occupazione nell'ambito delle attività di internazionalizzazione” commenta Catia Baldinelli, Responsabile Comunicazione Istao “Gli allievi apprezzano particolarmente questo approfondimento linguistico che viene erogato quotidianamente, prima dell'inizio del modulo di lezione.” Oltre il 70% delle aziende che richiedono gli allievi in stage, considerano elemento fondamentale la conoscenza della lingua inglese.


L’Università IULM presenta invece un Master tenuto in inglese (MTM – Master in Tourism Management) oltre  al corso di English For Business, presente all’interno del Corso di Laurea Magistrale in “Marketing, Consumi e Comunicazione”. “Parlare in inglese con padronanza e sicurezza sarà una delle necessità del tuo futuro”, recita infatti il sito dell’Ateneo.

L’Università di Bergamo ha recentemente avviato tre nuove specialistiche totalmente in inglese, mentre a Siena lo scorso 29 settembre si sono laureati i primi “double degree” della facoltà di Economia “Richard M. Goodwin” dell’Ateneo, interamente dedicata a corsi di studio in lingua inglese.
Le tre nuove lauree in inglese a Bergamo hanno ricevuto richieste da 148 iscritti contro la previsione di 30 per corso.
La facoltà di Economia dell’Università di Siena ha invece attivato i corsi di laurea magistrale in lingua inglese in “Accounting and Management, Economics e Finance” dall’anno accademico 2009-2010, per cui sono stati stipulati accordi di double degree (conseguimento di un titolo doppio) con l’European Business School - International University Schoss Reichartshausen in Germania, con la Wiesdaben University of Ljubljana in Slovenia e con l’University of Uppsala in Svezia.

“Nel mercato del lavoro i laureati realmente competitivi sono quelli con un livello di conoscenza professionale dell’inglese” commenta Nicola Musazzi, country manager Italia di goFLUENT “Gli studenti per primi hanno ben recepito l'importanza dell’inglese per entrare nel mondo del business e le scuole di Management stanno reagendo di conseguenza. goFLUENT è un’opzione concreta per mantenere ad alto livello professionale la conoscenza pratica della lingua”.

A proposito di goFLUENT
goFLUENT è leader mondiale nell’erogazione di soluzioni per l’apprendimento della lingua inglese a distanza che combinano eLearning e docenza madrelingua. Ogni anno goFLUENT aiuta più di 60000 professionisti e manager in più di 5000 aziende in tutto il mondo ad essere più efficienti mentre svolgono il proprio lavoro in lingua inglese. Presente in 10 Paesi con 560 dipendenti, di cui 400 docenti, e la terza più grande società di telecomunicazioni al mondo, NTT Communications, che detiene il 30% del suo capitale. In Italia dal 2005, ad oggi goFLUENT è leader assoluto nel segmento della formazione della lingua inglese via telefono ed eLearning nel mercato business.















blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl