DOPPIO MANIFESTO NETFUTURISTA SUGLI INDIGNADOS di Antonio Saccoccio e Roby Guerra

24/ott/2011 00.04.45 FUTURGUERRA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

giovedì, ottobre 20, 2011

Antonio Saccoccio - I tre grandi limiti degli indignados (e qualche consiglio per una ribellione radicale)

Siamo ancora tutti stupiti dalla capacità di organizzazione e mobilitazione dimostrata dal movimento che viene chiamato degli “indignati” (indignados per seguire la moda spagnola), che ha portato recentemente la contestazione nelle piazze di decine e decine di città di tutto il mondo. C’è da essere soddisfatti nel vedere finalmente la popolazione togliere il sedere dal divano e gli occhi dal televisore e contestare apertamente lo status quo. C’è da essere più che soddisfatti dalla dimensione mondiale che il fenomeno ha assunto in queste ultime settimane, risultato conseguito evidentemente grazie ai media interattivi-partecipativi contemporanei. Tuttavia la rivolta-contestazione a cui abbiamo assistito ci lascia con l’amaro in bocca e non ci sentiamo di affiancarla per come si è presentata. Di fronte alla realtà contemporanea, non possiamo essere e agire da indignati: dobbiamo intraprendere una strada estremamente più convincente e radicale.

Tanto si è scritto e tanto si è detto in questi giorni di questo movimento di contestazione. Si è detto e si è scritto tanto, e male. Male perché il solito cronachismo/sensazionalismo spiccio ha come sempre prevalso su qualsiasi attenta analisi del fenomeno. E allora fiumi di inchiostro sul movimento violento, sul movimento pacifico, movimento no-global, movimento anticapitalista, etc. fino a morire dalla noia......

 

Continua: LIBERI DALLA FORMA e MAV

http://liberidallaforma.blogspot.com/2011/10/i-tre-grandi-limiti-degli-indignados-e.html

http://movimentoartevaporizzata.blogspot.com/2011/10/come-vaporizzare-gli-indignados.html

 

Roby Guerra - Vapore digitale per gli Indignados

 

Roma, 16 ottobre, 2011 Dopo il Sacco “Rosso” di Roma
“La produzione di troppe cose inutili, genera troppe persone inutili!” Karl Marx

Se l'Italia fosse una Nazione evoluta al passo (di corsa) con le sue unità umane a base carbonio storicamente migliori e tutt''oggi Modelli d'Educazione alla Verità, la Libertà e la Democrazia, vale a dire Leonardo Da Vinci, Galileo, Marconi, Fermi, Marinetti... Rubbia, Zichichi, Rita Levi Montalcini... ogni commento sarebbe mero file temporaneo...

Ma l'Italia odierna, unico paese in Occidente, è ancora impiovrata dalla mitologia comunista del 68 e del 77, fascisti rossi all'epoca, oggi fascisti rossi e verdi, pseudorivoluzionari, persino i cosiddetti Pacifici (lo sono anche ma meri agnelli nelle fauci dei lupi, come il Gatto di Schroedinger, non si capisce mai con certezza fino a che punto ingenui....certamente non tutti soltanto ingenui, vedi il trattamento sanitario da Soviet regalato dai Pacifici (nessun incappucciato, anzi pensionati persino di chiara matrice postcomunista) al leader radicale Marco Pannella.......
Continua: MAV
http://movimentoartevaporizzata.blogspot.com/2011/10/vapore-digitale-per-gli-indignados.html
/*vedi anche altrove da ulteriore angolazione http://nuovaoggettivita.blogspot.com/2011/10/andrea-scarabelli-indignati-di-ieri.html
INFO AUTORI:
Antonio Saccoccio: http://www.transumanisti.it/6.asp?idNews=66
NeMLA 2011 Convention, New Brunswick, New Jersey: Futurism and Science- con Antonio Saccoccio
Roberto Guerra: http://www.futurology.it/recensione_libri/Libro_L'immaginario_Futurista.htm
Roberto Guerra L'immaginario Futurista...
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl