Zairo Ferrante: per James Hillman

Zairo Ferrante: per James Hillman. IL DINANIMISMO SALUTA E RENDE OMAGGIO A JAMES HILLMAN "...I grandi epici, e anche i poeti di oggi non usano astrazioni.

Persone Silvia Ronchey, James Hillman, Zairo Ferrante
Argomenti psicologia, medicina

28/ott/2011 23.38.52 FUTURGUERRA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

IL DINANIMISMO SALUTA E RENDE OMAGGIO A JAMES HILLMAN

hillman.jpg...I grandi epici, e anche i poeti di oggi non usano astrazioni. Cercano di esprimere il mondo interiore con immagini e suoni molto precisi e concreti. I nostri sogni non dicono <<paura>> o <<sesso>>. Nei sogni incontriamo eventi e immagini..... Ciò che la psiche fa per prima cosa è presentare la sua interiorità nei sogni....non in parole, non in concetti, non in sentimenti: in immagini! Quindi se l'attività primaria e congenita della psiche è <<fare-immagine>>, poiesis in greco, allora la psicologia deve essere prima di tutto uno studio dell'immaginazione...”

Queste le parole di James Hillman rilasciate in una Sua intervista tanto illuminante da divenire uno splendido saggio edito da BUR - “Il piacere di pensare” conversazione con Silvia Ronchey -.

Queste le parole da cui prendevo spunto - più di due anni fa - per scrivere il secondo, e forse più importante, manifesto del dinanimismo.

Queste le parole con cui oggi voglio ricordare, ringraziare e salutare lo stesso Hillman, il piu’ famoso psicoanalista e filosofo americano contemporaneo.

Lui, il padre della psicologia archetipa e teorizzatore del “fare anima” come mezzo d’identificazione dell’uomo psicologico, ci ha definitivamente salutato due giorni fa ( ma da tempo hillman era ammalato di cancro ), non senza donarci un’ultima lezione.

Ha deciso, infatti, di lasciare questo mondo - sicuramente per lui abbondantemente compreso - con lucidita’, rinunciando alla somministrazione di dosi massicce di morfina che avrebbero certamente lenito i suoi dolori ma, nello stesso tempo, offuscato il suo pensiero. Volendoci, forse, in questo modo ricordare l’importanza del pensiero e delle idee che neppure con la morte possono e devono dissolversi.

A lui va il mio grazie, con la viva convinzione che il suo 'daimon' continuera’ ad elargire doni per molto tempo ancora.

zairo ferrante


*Per leggere la biografia di hillman: http://it.wikipedia.org/wiki/James_Hillman


** Un suo libro e il suo “daimon” : http://www.parodos.it/books/pensiero%20filosofico/hillman.htm


***ulteriori notizie sulla sua morte: http://blog.panorama.it/italia/2011/10/28/eutanasia-la-morte-di-james-hillman-e-una-lezione-sulla-vita/

****foto tratta da: http://www.scottlondon.com/interviews/hillman_italian.html

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl