Pierluigi Casalino : 1929

Nel 1929 il sistema di sicurezza contro la Germania fissato dal Trattato di Versailles era ancora integro.

Persone Pierluigi Casalino
Luoghi Russia, Germania, Renania, Stati Uniti d'America
Organizzazioni Società delle Nazioni
Argomenti economia, storia contemporanea, storia

11/nov/2011 00.04.31 FUTURGUERRA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

1929: DAL CROLLO IN BORSA ALLA GRANDE DEPRESSIONE, AGLI ANNI SEGUENTI.

Nel 1929 il sistema di sicurezza contro la Germania fissato dal Trattato di Versailles era ancora integro. La Germania era disarmata, la Renania smilitarizzata, i vincitori apparentemente uniti. L’intera organizzazione internazionale si fondava sull’autorità della Società delle Nazioni. Sette anni dopo, tutto ciò era svanito nel nulla. La stabilità internazionale fu dapprima scossa dal Crollo Economico, iniziato dal tracollo del boom speculativo negli USA, seguito dalla Grande Depressione, segnata da una dilagante disoccupazione. Si comprese troppo tardi, forse come oggi in condizioni simili se non peggiori, che per battere la crisi finanziaria era necessario ricorrere all’aumento delle spese statali. Si pensava che la ricetta giusta fosse moneta stabile, bilanci in pareggio, tagli alle spese statali, riduzione dei salari. Dovunque fu applicato, questo indirizzo suscitò disagio, povertà e sconcerto. Non c’era motivo perché tutto questo potesse causare anche una tensione internazionale. Nessuno avrebbe pensato, all’epoca, che economia e conflitti fossero così strettamente connessi La Germania si riarmò lo stesso, in gran segreto, nelle fabbriche della Russia Sovietica, in ossequio al Rapallo”Gheist”. La Società delle Nazioni cominciò a mostrare i suoi allarmanti limiti.

 

Casalino Pierluigi, 5.11.2011.

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl