Il Gruppo Post Spazialista espone dal 19 novembre al 5 dicembre 2011 alla PassepARTout Unconventional Gallery di Pero (Milano)

Il Gruppo Post Spazialista espone dal 19 novembre al 5 dicembre 2011 alla PassepARTout Unconventional Gallery di Pero (Milano) .

Persone Cellini, Luca Tavani, Simone Fappanni, Giotto, Leonardo, Michelangelo
Luoghi Fontana, Pero, Rho, provincia di Milano
Organizzazioni Gruppo Post Spazialista
Argomenti arte, pittura, musei

14/nov/2011 09.10.34 Ufficio Stampa UNAI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Sabato 19 novembre, alle ore 18,00, presso la PassepARTout Unconventional Gallery di Pero (Milano), Via Sempione 239, avrà luogo il vernissage della consacrazione ufficiale del Gruppo Post Spazialista.

L’evento, che sarà presentato da Simone Fappanni e Luca Tavani, propone un itinerario che permetterà al visitatore di scoprire tutte le declinazioni espressive del Post Spazialismo attraverso i contributi di: Esposti (scultore), Quadrini (pittore), Garioni (pittrice), Borghese (critico), Fappanni (critico), Celli (architetto), Fabbri (pittrice), Mariani (poeta), Frangini (pittrice), Carminucci (pittrice), Panesi (pittore), Coppa (pittore), Morioni (pittore), Fiacconi (pittrice).

Gruppo, non Movimento. Non è un caso. Un Movimento, infatti, presuppone per definizione uno sviluppo, una trasformazione, un muovere ed un muoversi. Un gruppo, no. Il Gruppo Post Spazialista parte da un punto fermo: la coscienza che, dopo Fontana, non è più possibile lasciare il segno nella storia dell’ arte. Non è più possibile parlare di futuro dopo il GESTO di Fontana.

IL GESTO… di bucare, fendere, squarciare la tela, come trasgressione nei confronti del linguaggio pittorico tradizionale, negando l’integrità della superficie e il suo ruolo di schermo su cui proiettare immagini o segni. Momento fondamentale dell’arte di Fontana, che negli anni Cinquanta sperimenta proprio diverse tecniche di realizzazione dei "concetti spaziali".

Dunque dopo Fontana, il nulla. Una presa di posizione forte e decisa, che sicuramente contribuirà a mettere in discussione ancora una volta il significato di arte.

“Gli artisti, oggi, sono bloccati” – sostiene il Gruppo Post Spazialista – “fermi in tentativi vani di scoprire ciò che in realtà è il ripetersi, con più o meno intelligenza, di inutili pastrocchi o fotocopie di opere comunque già vecchie ancor prima di nascere.

Forse il ritorno al passato è l’unica via per riprendere, partendo quanto meno da Giotto, da Michelangelo, da Leonardo, da Cellini, o forse dal graffito, dall’impronta degli artisti primitivi, da un figurativo moderno, da un astrattismo coinvolgente, da un minimalismo portato all’eccesso, da una ricerca in se stessi”.

L’esposizione che conta di replicare il successo de “L'arte concettuale e la comunicazione visiva” (22 ottobre - 13 novembre 2011), sarà visitabile fino a lunedì 5 dicembre, osservando i seguenti orari:

dal lunedì al sabato dalle 9,00 alle 19,00.

 

Ubicata a pochi passi dal nuovo polo Fieristico Internazionale Fiera Milano – Rho-Pero, PassepArtout Unconventional Gallery è facilmente raggiungibile:

In auto: all’uscita della Tangenziale Ovest Certosa, seguire per Via Gallarate direzione Rho-Pero. Il proseguimento della stessa diventa Via Sempione – Pero.

Mezzi pubblici: fermata MM Molino Dorino, prendere Bus “STIE” per Pero, fermata a circa 4 minuti di fronte all’edicola attigua alla galleria.

 

Info: passepartoutgallery@libero.it  tel. 3382144483 - 02.33.90.506

link: www.passepartout-unconventional-gallery.it

 

 

 


 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl