Un saluto futurista al Babbo di Goldrake, Shingo Araki

«Pioggia di fuocoooo», boommm...Sono le 18.45 del 4 aprile 1978 quando le onomatopee e il futurismo di un cartone animato giapponese, Goldrake, compaiono per la prima volta sugli schermi della tv italiana, sul secondo canale.

Persone Nicoletta Artom, Goldrake
Luoghi Italia
Organizzazioni Rai, Rai Due
Argomenti eventi televisivi

04/dic/2011 16.17.36 FUTURGUERRA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Goldrake «Alabarda spaziale», sciuffff. «Lame rotanti», twiskkkk. «Pioggia di fuocoooo», boommm...Sono le 18.45 del 4 aprile 1978 quando le onomatopee e il futurismo di un cartone animato giapponese, Goldrake, compaiono per la prima volta sugli schermi della tv italiana, sul secondo canale. L'Italia è attanagliata dalla stagione cupa del terrorismo ma cova nelle persone, rintanate in casa per la paura, la voglia di tornare a vivere.
A scoprirlo, quel gigante buono e ben armato fu Nicoletta Artom, curatrice del programma Buonasera che lo scovò sui banchi di una mostra-mercato. Chissà come riuscì a vincere i dubbi della dirigenza Rai che acquistò l'intera serie chiamandola Atlas Ufo Robot. Sin dalla prima puntata Goldrake ebbe un successo strepitoso, e, grazie al passaparola tra i banchi di scuola, venne seguito da milioni di telespettatori, trascinati dalle gesta di quell'insolito eroe, un robot dal cuore di uomo....
 
C-  IL TEMPO
http://www.iltempo.it/2011/12/03/1306435-massimiliano_lenzi.shtml
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl