Tassa di Soggiorno kulturale a Ferrara ? Meglio per la Spal!

Visualizza immagine in Bing A costo di scandalizzare anche noi stessi, ma l'abbiam detto altre volte, riteniamo obosoleta la politica dei Grandi Eventi che a Ferrara ora si vuol foraggiare con la tassa di soggiorno!

Luoghi Roma, Italia, Europa, Ferrara, Stati Uniti d'America, Cona, Versailles
Organizzazioni Ferrara Arte, Senato, Spal, Partito Democratico
Argomenti politica, calcio

05/dic/2011 15.34.26 FUTURGUERRA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 



A costo di scandalizzare anche noi stessi, ma l'abbiam detto altre volte, riteniamo obosoleta la politica dei Grandi Eventi che a Ferrara ora si vuol foraggiare con la tassa di soggiorno!
Da un pezzo tale visione culturale... son solo lucciole per lanterne. Son sempre dubbi i dati dogmi di successso di tali mostre. In certi bilanci- periodici fonte esterna tipo Giornali dell'Arte- forse i dati sono un poco diversi, colorati di rosso. Ma soprattutto, un Comune prima deve occuparsi dei bisogni e poi dei Sogni. In ogni caso, non può essere una comunità a foraggiare eventi che favorisce movimenti di denaro di dubbia destinazione... e ancor di più, la cultura va sponsorizzata non dai cittadini ma dalle imprese (che naturalmente van messe nelle condizioni di poterlo fare, come funziona in mezza Europa e negli Usa, ancora...). La tassa di soggiono a Ferrara è il copione Monti. Chissa perchè, come a Roma non fan fuori i vitalizi dei parlamentari in carica, ad esempio (o il senato intero inutile) a Ferrara non fan fuori quella corte alla Versailles di Ferrara Arte (90 su 100 inutili unità umane nell'era di Internet e dei note book o il sindaco e assessori portavoce superflui.. pagati 7/10 volte più di un normale lavoratore...). La cultura dei Grandi Eventi non appartiene ai bisogni né ai sogni della comunità ferrarese.- solo alla casta politica.: e a quella culturale che vede per altri palinsesti.. il Palazzo come bancomat per spesso roba velleitaria e ben poco nota fuori mura...non a caso... Anche all'estero conoscono più Ferrara per la Spal che per il Palazzo dei Diamanti. La Spal ben più comunque nel cuore della città che le brioches della solita obsoleta arte del novecento (o peggio) che da senso di Kultura a quel branco di analfabeti e di agresti chic che caratterizzano spesso la Classe Dirigente globale della città-

E come futuristi è tempo - per salvare la Spal ridotta peggio del PD di Cona eccetera, a rischio estinzione- la Spal purtroppo- di urlare che noi ferraresi ci siamo rotti delle grandi mostre. Possono benissimo fare cose notevoli quasi soltanto con molti artisti ferraresi a costo zero virtuale peraltro noti in tutta Italia ma non simpatici alla casta... L'elenco e dati oggettivi sono sorprendenti. Ferrara libera e popolare domandi al Palazzo di dislocare la tassa di soggiorno (e anche più bassa) per salvare la Spal. Solo la notizia..porterebbe a Ferrara ben più audience nazionale e TV e giornali e non solo sportivi, impossibili per qualsiasi tela bucata alla Fontana fuori stagione come un politico al terzo mandato... Gli Ultras che ne pensano? Forse si potrebbe per via imprevista risolvere anche qualche altra brutta storia della Ferrara di oggi.. .

 

AZIONE FUTURISTA FERRARA

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl