Scabin Pasta Twingo a Bilbao

12/dic/2011 16.31.24 press fcc. Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

Renault, in occasione della presentazione del modello Twingo 2012 alla Stampa internazionale (Bilbao, dicembre 2011), ha chiesto a 4 artisti di personalizzare l’abitacolo della compatta city car.

 

 

Tra questi, lo Chef Davide Scabin del Combal.Zero conosciuto per la sua cucina innovativa, ha voluto portare nell’allestimento il suo mondo: “con la partnership creativa e tecnica di fcc. food & cooking consulting, abbiamo realizzato un’installazione intesa come performance, dove oggetti, materie, superfici e immagine virtuale convivono e dialogano fra loro” - e continua - “abbiamo scelto come protagonista la pasta, il cibo italiano per antonomasia, perché solo attraverso un ingrediente così (apparentemente) semplice potevamo raccontare la complessità della continua ricerca che sostiene la mia cucina”.

 

La pasta dunque, per la precisione penne lisce Monograno Felicetti, diventano parte integrante dei sedili ricoprendone la superficie senza però camuffarne l’aspetto e lo stile: “sin dall’inizio volevamo raggiungere l’obiettivo di rendere l’installazione parte integrante del design dell’automobile” confida l’architetto Laura Savio, responsabile dell’allestimento coadiuvata dal designer Enzo Mansueto “e per far questo dovevamo intervenire con delicatezza, esempio ne è la dispensa ricolma di prodotti alimentari che prende il posto del cruscotto con una naturalezza direi disarmante”.

 

Dal gioco didascalico dell’allestimento interno si passa al bagagliaio posteriore dove un cortometraggio stereoscopico stupisce lo spettatore con un coinvolgente effetto immersivo reso possibile da un monitor JVC 3D da 46’’.

 

Scabin Pasta Twingo - the movie costituisce un primato in termini di opera prima” sottolinea Roberto Savio, direttore creativo di LINEAGOLOSA.tv che ha prodotto il video con il supporto realizzativo di DIM3 “al momento è l’unico esempio di filmato stereoscopico d’alta cucina e soprattutto è il primo audiovisivo autorale firmato dallo Chef Davide Scabin. Le tecniche di ripresa, la regia competente di Alessandro Dominici e la post-produzione stereoscopica di Stefano Giovannini, hanno permesso di ottenere un livello di visione capace di trasferire allo spettatore, grazie alla percezione della profondità, le caratteristiche di forma e sostanza, evocando le sensazioni di aroma e sapore delle più emozionanti preparazioni gastronomiche”.

 

Un progetto a tutto tondo quindi per un’installazione di “arte globale” intesa nella sua accezione futurista in cui anche la musica, composta per l’occasione, è elemento costituente dell’installazione. L’autore, Marcello Nigra: “E’ stato stimolante pensare e realizzare una musica per un ambito così inusuale, alta cucina-musica-arte. La struttura del brano è basata su una chiave di modern jazz urbano e il pattern ritmico è ricavato dai rumori della cucina del Combal.Zero, così da ottenere una sequenza ritmica ripetitiva che richiama la condizione dello Chef impegnato ossessivamente nella creazione del piatto perfetto”.

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl