Il punto croce nell'era digitale

22/dic/2011 09.44.16 adrias on line Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Tante piccole crocette che, come pixel in uno schermo, insieme formano disegni con mille sfumature di colore, linee, panorami. Dai disegni più semplici a quelli più complessi, dalle lettere dell'alfabeto fino alla riproduzione di grandi capolavori dell'arte, con il ricamo a punto croce è possibile realizzare tantissimi disegni e sbizzarrirsi su più supporti. È possibile, per esempio, realizzare corredi per bambini, o decorare la biancheria domestica, come lenzuola, asciugamani, strofinacci.

Nonostante possa sembrare complesso, il ricamo a punto croce è alla portata di tutti coloro che vogliono cimentarsi con questa tecnica antica e sempre di moda. Le sue origini si perdono infatti nel passato, perché è quasi impossibile stabilire con esattezza dove e quando nacque. Si sa solo che durante il medioevo era un passatempo molto comune per le cortigiane che attendevano pazienti il ritorno del loro uomo dalla guerra. Proprio i bottini delle guerre sante erano spesso d'ispirazione per le nobili occidentali, affascinate dai disegni incantevoli dei tessuti orientali.

Nonostante il ricamo a punto croce sembrasse ormai destinato all'oblio dopo che le lotte femministe l'avevano relegato nell'insieme di attività discriminanti, oggi il ricamo a punto croce conosce una seconda primavera, grazie a tante ragazze che lo praticano con passione. Inoltre, grazie a internet, è facilissimo trovare nuovi spunti, scaricare punto croce schemi gratis, e confrontarsi con altre ricamatrici su eventuali difficoltà.Anche lo schema punto croce alfabeto, molto richiesto, è facilmente rintracciabile sul web. z

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl