Lun. 30 gennaio, Milano - la Feltrinelli, via Manzoni: Il fuoco tra le dita - La vita di Maria Cumani con Salvatore Quasimodo

Milano, 30 gennaio 2012 ore 18.00 la Feltrinelli | Librerie, via Manzoni 12 LA VITA CON SALVATORE QUASIMODO Alessandro Quasimodo legge brani da Il fuoco tra le dita (ed. Abramo) - raccolta di testi in prosa, lettere, racconti, pagine di diario, appunti, impressioni fugaci sulla vita e sulla morte che traccia il percorso umano e artistico della danzatrice Maria Cumani, moglie di Salvatore Quasimodo.

Persone Verena Allegra Merli, Alberto Testa, Vittorio Sereni, Alfonso Gatto, Giovanni Raboni, Elisabetta Valgiusti, Dino Risi, Liliana Cavani, Taviani, Raffaello Giolli, Mariacristina Pianta Maria Cumani Quasimodo, Maria Cumani, Paola Ciccioli, Mariacristina Pianta, Alessandro Quasimodo, Galileo Galilei, Giulietta, Caligola, Abramo, Teresa
Luoghi Milano
Organizzazioni Delfina, Feltrinelli, Nantes
Argomenti editoria, letteratura

19/gen/2012 18.28.34 Verena A. Merli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Milano, 30 gennaio 2012 ore 18.00
la Feltrinelli | Librerie, via Manzoni 12

LA VITA CON SALVATORE QUASIMODO

Alessandro Quasimodo legge brani da Il fuoco tra le dita (ed. Abramo)
- raccolta di testi in prosa, lettere, racconti, pagine di diario, appunti, impressioni fugaci sulla vita e sulla morte
che traccia il percorso umano e artistico della danzatrice Maria Cumani, moglie di Salvatore Quasimodo.

Intervengono Alessandro Quasimodo e Mariacristina Pianta, curatori del volume Il fuoco tra le dita, e Paola Ciccioli.

Ingresso libero


___________________________________________________________________________

“Resterai sola, nessuno si sacrificherà per te, non potrai mai realizzarti, non te lo permetteranno. E la danza? E i tuoi talenti?”
Già la prima sera Quasimodo divenne per me quasi un’ossessione: dovevo pensare a lui, non potevo più liberarmene.

Maria Cumani

 

È stata veramente una sorpresa riprendere in mano gli scritti di Maria Cumani... Questo continuo interrogarsi sul significato di eventi, sulla sofferenza, sull’amore è straordinariamente attuale... testi in prosa, lettere, racconti comparsi su riviste negli anni ’60, pagine di diario, appunti sulla danza, impressioni fugaci, ma sempre profonde, sulla vita, la morte, alcuni sogni interessanti, con un preciso impianto narrativo, testimonianze su una donna a cui si sono rivolti anche grandi nomi dell’arte contemporanea...
E la figura dell’uomo amato è sempre presente: è lui, Salvatore Quasimodo, che la immortala in Delfica, Elegos per la danzatrice Cumani, L’alto veliero, solo per citare le liriche più conosciute, per non parlare di quelle parole d’amore di una sua lettera:“…lo sai, ti amo. Fuori non ci sono che ombre, e cadono. La vita è con te, anche se talvolta la tristezza ci vince…”

Mariacristina Pianta

 

Maria Cumani Quasimodo, nata a Milano il 20 maggio del 1908, danzatrice e coreografa dotata di forte personalità e di inesauribile immaginazione per il teatro e per la poesia, nel maggio del 1936, giovanissima, incontra a Milano, in casa di Raffaello Giolli, suo professore di Storia dell’Arte, il poeta Salvatore Quasimodo. Questo incontro è determinante per la sua vita: si sposano nel 1948 ed hanno un figlio, Alessandro. L’epistolario inedito tra lei e il Nobel Salvatore Quasimodo è oggetto di questo volume, a cura del figlio Alessandro e di Mariacristina Pianta.
Oltre che nota come danzatrice Maria Cumani è stata anche interprete di numerosi film, tra cui ricordiamo “I sovversivi” dei fratelli Taviani (1964), “Giulietta degli spiriti” di Fellini (1965), “Galileo” di Liliana Cavani (1968), “Atti degli apostoli” di Rossellini (1969), “Caligola” di Tinto Brass (1977), “Teresa” di Dino Risi (1987), “Aquero” di Elisabetta Valgiusti (1994).
Nel 1981 pubblica per la casa editrice Rari Nantes la raccolta Improvviso un vento. Nel 1995 esce Spirali L’arte del silenzio, a cura di Delfina Provenzali, con prefazione di Giovanni Raboni. Di lei hanno scritto tra gli altri Alfonso Gatto, Vittorio Sereni, Alberto Testa, Giovanni Raboni.
Muore a Milano il 22 novembre 1995.

___________________________________________________________________________

Verena Allegra Merli 347.2266935
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl