A Torino "LA CARTA DELL' INDIPENDENZA TIBETANA"

25/gen/2012 14.58.32 Nadia Presotto Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

A TORINO “LA CARTA DELL’ INDIPENDENZA TIBETANA”

 

Torino – Domenica 20 gennaio alle ore 17, presso lo spazio incontri del Padiglione Tibet, curato da Ruggero Maggi, sarà presentato il saggio di Jamyang Norbu “La Carta dell’ Indipendenza Tibetana”, con interventi di Antonello Angeleri, Vicepresidente Associazione per il Tibet e i diritti umani, Claudio Tecchio di Campagna di Solidarietà per il Popolo Tibetano e Piero Verni, giornalista e scrittore.

E’ un momento particolarmente drammatico questo per il Tibet; proprio nei giorni scorsi si è avuta notizia che la polizia cinese ha aperto il fuoco su un corteo di contadini tibetani nella cittadina di Duango, nel Tibet orientale, con conseguenze drammatiche.

Il Padiglione Tibet, ideato e curato da Ruggero Maggi ,per portare all’ attenzione di un numeroso pubblico il dramma del popolo tibetano, è stato presentato alla Biennale di Venezia nel 2011, ma fino al 2010 non era tra i Paesi rappresentati.

Nel Padiglione torinese, sempre a cura di Ruggero Maggi presso lo Spazio Incontri di Padiglione Tibet sarà anche presentato il Primo progetto di Mail & E-mail Art per la Biennale di Venezia dal titolo INviso, progetto che vuole essere un forte segno di protesta per ricordare tutti i martiri tibetani, lo spirito dei quali è incarnato dalla figura centrale del Dalai Lama, il cui viso è l’emblema ed il punto di luce dell’intero Popolo Tibetano, senza dubbio il volto più INviso ai politicanti cinesi.

Durante il prossimo mese di febbraio sono previsti altri incontri, performances e la  realizzazione di un mandala. Il Ven. Shartrul Rinpoche,  Lama Thupten e Lama Dorjee del Centro Milarepa di Torino (fondato dal Ven. Kalu Rinpoche nel 1980; dal 2006 la direzione spirituale del centro  è affidata al Ven. Shartrul Rinpoche) creeranno il mandala di Chenrezig, che raffigura le sillabe del mantra di questo Bodhisattva dell’amore e della compassione.

Artisti partecipanti a Padiglione Tibet:

Dario Ballantini, Piergiorgio Baroldi, Donatella Baruzzi, Luisa Bergamini, Carla Bertola – Alberto Vitacchio, Nirvana Bussadori, Rosaspina B. Canosburi, Silvia Capiluppi, F. Romana Corradini, Marzia Corteggiani, G. Luca Cupisti, Teo De Palma, Albina Dealessi, Anna Maria Di Ciommo, Laura Di Fazio, Marcello Diotallevi, Luigi Filograno, Bruno Freddi, Ferruccio Gard, Annamaria Gelmi, Luciano G. Gerini, Riccardo Ghirardini, Isa Gorini, Franca Lanni - Renata Petti, Bruno Larini, Oronzo Liuzzi, Francesca Lolli, Ruggero Maggi, Fabrizio Martinelli, Gianni Marussi - Alessandra Finzi, Rita Mele - Elena Sevi, Renato Mertens, Simona Morani, Paolo Nutarelli, Clara Paci, Marisa Pezzoli, Benedetto Predazzi, Nadia Presotto, Tiziana Priori, Roberto Scala, Roberto Testori, topylabrys, Micaela Tornaghi.

Ricordo inoltre che l’ orario per visitare il Padiglione Tibet, allestito all’ interno del Padiglione Italia della 54° Biennale di Venezia, presso la sala Nervi del Palazzo delle Esposizioni di Torino, corso M. D’ Azeglio 15b, è visitabile fino al 29 febbraio 2012 dalle 14 alle 20, con ingresso libero; chiuso lunedì.

Informazioni Padiglione Tibet: camera312@fastwebnet.it - www.padiglionetibet.com - 320.9621497

 

Segnalato da Nadia Presotto

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl