Jadranka Bentini all'incontro di giovedì 9 febbraio (ore 18.15) del TA MATETE di piazza S. Stefano 17 a Bologna

Jadranka Bentini all'incontro di giovedì 9 febbraio (ore 18.15) del TA MATETE di piazza S. Stefano 17 a Bologna

Allegati

08/feb/2006 08.09.48 Ufficio Stampa Artè Communication Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.



“Artiste tra Rinascimento e Romanticismo”:

talento artistico, ma anche amori ed affetti famigliari, scandali mondani e vita di corte, di questo parlerà Jadranka Bentini all’incontro di giovedì 9 febbraio (ore 18.15) del TA MATETE (la living gallery ART’E’ e libreria FMR) di piazza S. Stefano 17 a Bologna.

 

 

C O M U N I C A T O   S T A M P A

 

 

Lo storico dell’arte Jadranka Bentini condurrà il pubblico in una carrellata di ritratti di donne artiste fra cinquecento e settecento, pittrici e scultrici ricche di talento che hanno influenzato profondamente l'arte della loro epoca.

Si tratta di donne di grande carattere e sensibilità che si impongono in secoli difficili per il talento femminile.

Alle artiste legate a Bologna, come Properzia de' RossiElisabetta Sirani, Lavinia Fontana e Anna Morandi, si affiancano pittrici come Sofonisba Anguissola e Artemisia Gentileschi, viste attraverso le loro opere e le pagine che i grandi commentatori come Vasari e Malvasia hanno scritto su di loro. Queste pagine saranno lette da Raoul Grassilli. Le immagini e le  musiche sono state curate da Roberto Ravaioli.

 

Quello con Jadranka Bentini è il terzo incontro inserito nell’ambito della mostra “Donne senza confini. Meret Oppenheim e altri ritratti” che il TA MATETE propone fino all’8 aprile (ingresso gratuito). I prossimi appuntamenti in calendario sono i seguenti:

il 16 febbraio sul tema “La professione di magistrato”, intervengono Daniela Magagnoli (magistrato di cassazione del tribunale dei minori di Bologna) e Angelo Varni (docente di storia contemporanea all’Università di Bologna); il 23 febbraio sul tema Donne in… giallo”, intervengono le scrittrici Danila Comastri Montanari, Marcella Cioni, Licia Giaquinto, Alda Teodorani, Michela Turra e Patrizia Pesaresi.

 

 

Note biografiche

 

Jadranka Bentini

Storico dell’arte, attualmente è direttore del MIC, il Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza, già soprintendente per i Beni Artistici e Storici per le province di Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini, fino al 1985 ha ricoperto il ruolo di direttore della Pinacoteca Nazionale di Palazzo Diamanti di Ferrara.

Ha progettato, coordinato e diretto importanti mostre in Italia e all'estero dal 1970 a oggi, oltre a essere autrice di saggi e cataloghi di carattere scientifico.

 

 

Raoul Grassilli

È uno degli ultimi grandi attori drammatici viventi. Numerose sono le sue interpretazioni su tutti i palcoscenici italiani. Attore e regista bolognese, è noto per la sua partecipazione all’attività televisiva (per cui memorabile resta la sua interpretazione ne “Il Mulino del Po’”) in drammi e teleromanzi. Ha insegnato arte scenica dal 1984 al 1994 presso il Conservatorio Musicale G. B. Martini di Bologna. Ha curato la regia di numerose opere liriche in diversi teatri all’estero e in Italia.

 

 

 

TA MATETE Living Gallery ART'E' - Libreria FMR

Bologna, Piazza S. Stefano 17/A

Tel. 051/6488920

e-mail: info.bologna@tamatete.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl