cacciatrice di miraggi, mostra fotografica interattiva di Margherita Lazzati. Milano, 22 marzo - 9 maggio 2012, Fondazione Culturale Ambrosianeum

cacciatrice di miraggi, mostra fotografica interattiva di Margherita Lazzati.

Persone Giovanna Zucconi, Umberto Veronesi, Lea Pericoli, Ennio Morricone, Anna Ferrante, Maddalena Crippa, Giobbe Covatta, Simone Baudo, Davide Benati, Giovanni Barbareschi, Simonetta Agnello Hornby, Claudio Abbado, Alessandro Bartolini, Marco Garzonio, Samuel Beckett, Margherita Lazzati
Luoghi Milano, comune di Milano
Organizzazioni Lacanosa, Assessorato Cultura, Fondazione Culturale Ambrosianeum, Ministero dei beni culturali, Università Cattolica del Sacro Cuore, Feltrinelli
Argomenti posta, fotografia, arte

21/feb/2012 12.35.16 TML Comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Margherita Lazzati presenta cacciatrice di miraggi, la nuova mostra fotografica interattiva esposta dal 22 marzo al 9 maggio a Milano presso la storica sede della Fondazione Culturale Ambrosianeum.

 

Un nuovo appuntamento con il pubblico per la fotografa Margherita Lazzati dopo l’esperienza internazionale di La mia storia con Samuel Beckett a Portobello. Margherita ritorna a Milano questa volta con una mostra interattiva, dove anche il pubblico sarà chiamato a dare il proprio contributo. Una serie di 25 scatti-miraggi esposti nella cinquecentesca rotonda un tempo scuderia dell’attiguo Palazzo dell’Arcivescovado di piazza del Duomo e dal primo dopoguerra sede della Fondazione Culturale Ambrosianeum, spazio di dialogo e di incontro, presenza viva nel panorama culturale milanese.

 

La mostra è idealmente suddivisa in due parti: la prima, l’esposizione vera e propria, dove sono esposte le 25 fotografie (suddivise in 4 capitoli, Vista, Luci nell’acqua, Omaggio ad Anish Kapoor e Self-portrait) che Margherita Lazzati ha spedito in formato cartolina a una selezione di destinatari chiedendo loro un commento; la seconda, la parte interattiva, nella quale si chiede al pubblico, visitatori di ogni età  e studenti di classi primarie e secondarie, di partecipare attivamente, lasciando una testimonianza scritta.

I miraggi che Margherita Lazzati propone sono, come lei stessa definisce: “vedute riflesse che rimandano al mondo dei sogni e, come un sogno, scompaiono se non vengono fermate da uno scatto fotografico… Attraverso questo progetto vorrei scoprire l'emozione, la fantasia, il pensiero di chi guarda un mio miraggio, proseguendo la corrispondenza con chi, visitando la mostra, lascerà un pensiero”.


”Con un po’ d’invidia per i suoi successi internazionali – racconta Marco Garzonio, Presidente della Fondazione Culturale Ambrosianeum – ho chiesto a Margherita Lazzati se riuscivamo ad immaginare un’esposizione di fotografie all’Ambrosianeum (...). Nei miei intenti c’era il desiderio di accompagnare con una ricca e penetrante documentazione visiva il lavoro di monitoraggio delle trasformazioni socioculturali della città che la Fondazione da vent’anni compie con il Rapporto. Margherita ha sovvertito gli schemi pur prestigiosi di un’istituzione. Era d'accordo, avrebbe radunato il materiale per una Mostra da allestire alla Rotonda del Pellegrini, con una sorpresa: cacciatrice di miraggi la titolò. A studi, ricerche, documenti conferiva l’alito vivificante della poesia”.

 

cacciatrice di miraggi – commenta Alessandro Bartolini, freelance per Flash Art online – "oltrepassa la concezione classica di una mostra fotografica; Margherita Lazzati ha inviato via mail, alle persone a lei più vicine, gli scatti dei suoi miraggi, riscoprendo in chiave contemporanea l’eleganza e il calore, ormai dimenticati, che la corrispondenza regala. Ha voluto conoscere, senza avere la presunzione di interpretare o pretendere di condividere, le sensazioni che questi squarci di mondo hanno suscitato nei destinatari delle sue cartoline”.

Un catalogo bilingue edito da Galleria l’Affiche raccoglie le cartoline delle fotografie esposte e i commenti fino ad ora ricevuti in risposta al primo invio mentre, a mostra conclusa, verrà pubblicato un volume con una selezione di pensieri lasciati dai visitatori. Il catalogo sarà in vendita anche nelle librerie Feltrinelli di Milano.

 

Tra gli autori delle risposte al primo invio di cartoline-email si annoverano i testi di: Claudio Abbado, Simonetta Agnello Hornby, Giovanni Barbareschi, Davide Benati, Simone Baudo, Bros, Giobbe Covatta, Maddalena Crippa, Anna Ferrante, Marco Garzonio, Ennio Morricone, Lea Pericoli, Umberto Veronesi, Giovanna Zucconi.

 

La mostra ha ottenuto il patrocinio del Ministero dei Beni Culturali, del Comune di Milano (Assessorato Cultura) e dell’Università Cattolica del Sacro Cuore (Dipartimento di Psicologia). L’allestimento è sponsorizzato dal Credito Artigiano e l’inaugurazione dall’azienda vinicola marchigiana Lacanosa.

 

* * *

 

Margherita Lazzati (Milano, 13/1/1953), vive e lavora a Milano.
La passione per la fotografia e i viaggi la conduce in luoghi dei quali riesce a catturare le sensazioni e l'atmosfera.

 

* * *

 

cacciatrice di miraggi di Margherita Lazzati

Mostra fotografica interattiva a ingresso libero

Fondazione Culturale Ambrosianeum

via delle Ore, 3 - 20122 Milano

telefono: 02 86464053

info@ambrosianeum.org

MM1 – MM3: Fermata Duomo

orari: 10,00 - 19,30 da martedì a domenica

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl