Tutte pazze per i Finley

seconda data del tour al Circolone di Legnano, dove il gruppo è nato e cresciuto

21/feb/2006 11:45:43 circolo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

Sono quattro ventenni legnanesi i nuovi idoli delle ragazzine italiane

Tutte pazze per i Finley

Tutto esaurito sabato scorso per la seconda data del tour al Circolone di Legnano, dove il gruppo è nato e cresciuto

 

Tutte le generazioni di ragazze hanno avuto un gruppo musicale per cui strapparsi i capelli: un tempo erano i Beatles, poi ci sono stati i Take That e così via in un elenco infinito di cloni più o meno di successo. Gli ultimi arrivati hanno si chiamano Finley e, nonostante il nome anglofono, hanno una particolarità unica: sono un fenomeno tutto legnanese.

Marco, Carmine, Danilo, e Stefano (in arte Pedro, Ka, Dany e Ste) sono quattro ventenni nati e cresciuti nella provincia di Milano che, dopo aver frequentato il liceo "Galilei" di Legnano, stanno scalando a velocità supersonica le tappe del successo. Il "fenomeno Finley" è esploso solo negli ultimi mesi, ma tra i teenager di tutta Italia il gruppo che canta sia in inglese sia in italiano "Make up your own mind"-"Tutto è possibile" è ormai un culto.

La consacrazione ufficiale è arrivata sabato sera al Circolone di via San Bernardino a Legnano, dove il gruppo punk-pop ha tenuto un concerto, seconda tappa del loro tour per l'Italia. Il tutto esaurito era già previsto, ma l'affluenza è andata davvero oltre ogni previsione, tanto che anche la polizia locale è intervenuta per dare una mano a far defluire il traffico. A fare la coda davanti all'ingresso per assistere all'esibizione dei Finley c'era non solo gran parte della Legnano under 20, ma anche altri fan venuti appositamente da tutto il nord Italia (Seregno, Lodi, addirittura Belluno). I primi, per non perdersi un posto davanti al palco, sono arrivati già alle 5 del pomeriggio. Giovanissima l'età del pubblico dei Finley, composto in gran parte da giovanissime: molte, per non perdersi il concerto, si sono fatte accompagnare da mamma e papà.

In tutto sono arrivate centinaia di persone: duecento di loro sono rimasti fuori perché il locale era al completo. Quando finalmente il gruppo ha iniziato a suonare è stato un vero e proprio delirio: ragazzine in lacrime che urlavano il loro nome e cantavano a squarciagola le canzoni.

Dal canto loro, i Finley sono un po' frastornati da tanto successo. Forse sono loro stessi i primi a stentare a credere al sogno che stanno vivendo. Emozionantissimi, hanno ringraziato più volte durante il concerto il Circolone, un luogo in cui sono cresciuti e a cui sono particolarmente legati. Non solo hanno passato molte delle loro serate nel locale di via San Bernardino, dove sono praticamente cresciuti, ma proprio qui hanno tenuto le prime prove della band, certo senza immaginare dove sarebbero arrivati. Il loro inizio è stato simile a molte altre band giovanili, ma per loro qualcosa è cambiato: sostenuti da Claudio Cecchetto sono entrati nella scuderia della Barley Arts  che li ha trasformati in un vero e proprio fenomeno musicale. Il risultato è stato sotto gli occhi di tutti sabato sera. Come recita in modo profetico il loro primo singolo di successo, davvero "Tutto è possibile".

Le prossime tappe del loro tour sono a Pergola (Pu) venerdì 24 febbraio e sabato 25 a Gualtieri (Re).

 

Ufficio Stampa Circolone: Silvia Perfetti

Mail: ufficio.stampa@circolone.it - Cell. 348/2818278

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl