Dissonanze Armoniche a Parma, 10 3 '12 : spettacolo di musica e poesia con G.Venturi, A.Pavinato, L.Caligiuri

25/feb/2012 18.15.13 FUTURGUERRA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

"DISSONANZE ARMONICHE" La poesia incontra il jazz

“DISSONANZE ARMONICHE” La poesia incontra il jazz

Tre solisti conversano assieme fondendo musica e poesia, con spruzzate di sperimentazione e tanto jazz....

 

Gianni Venturi voce poesia e suoni

Andrea Pavinato, contrabbasso

Leonardo Caligiuri, pianoforte.

Musiche di Leonardo Caligiuri e Andrea Pavinato, testi di Gianni Venturi.

Sabato 10 Marzo 2012, ore 21,30 Theatro del Vicolo - Parma. Vicolo Asdente 9/b

info - 329 6538662 - ingresso 10 euro, ore 21.30

art design: Nedda Bonini per Nuovecarte FERRARA

Gianni Venturi è il cantante degli ALTARE THOTEMICO, gruppo nato a Parma e che ha avuto consensi internazionali con l'uscita del primo disco. Ha pubblicato nell'86 la sua prima raccolta di poesie, con la prefazione del grande poeta Roberto Roversi. Poi con i quaderni del Masaorita, pubblica il sogno della palude che lo porterà in giro per l'Italia e per l'Europa a proporre il suo modo di usare la voce ed intendere la poesia, con chiaro omaggio a Demetrio Stratos e a altri grandi sperimentatori vocali. Alterna altre pubblicazioni, ultima un romanzo con “Altromondo Editore” recensito anche sulla Gazzetta di Parma: “LAKSMI SHIVA” Diario di un’ assassina. Ora è alla ricerca del canto perduto, il suono primo....

Leonardo Caligiuri fonda con Gianni, gli ALTARE THOTEMICO a soli diciassette anni, viene definito dalla critica internazionale “Enfant prodige” per la maturità esecutiva improvvisativa e compositiva. Si allontana dal progetto ALTARE THOTEMICO per approfondire studi jazzistici con i maestri Roberto Bonati e Alberto Tacchini. Inizia lo studio di clavicembalo e basso continuo con il maestro Francesco Baroni. Attualmente collabora in vari progetti di jazz contemporaneo.

Anche lui è alla ricerca del suono primo...

Andrea Pavinato grande jazzista, immenso musicista, ha suonato tanti generi, come se la musica fosse unica... progressive, blues, jazz, ma sempre ricercando il suono primo, la vibrazione dell'anima. Viene dalla scuola di Ares Tavolazzi, ed ha suonato con Patrizio Fariselli, Mimmo Turone e tanti altri che sarebbe lungo elencare.

Oggi costruisce strumenti inventati da lui, percussioni dal sapore antico, e... suona con le piante.

IL SUONO PRIMO...

Si dice che il mondo sia nato da una vibrazione, la vibrazione che solidifica l'energia e crea la materia pesante... Ma che può al contrario alleggerire la materia vibrando...

Dicono che si tratta di un si bemolle... Noi lo chiamiamo il canto perduto.... Quello che permette di capire intimamente la via dei canti aborigena... o i mistici mantra... o quella vibrazione che senti quando tutto il rumore si placa... Chi è stato nel deserto sa di cosa parlo...In questa rappresentazione o concerto, gli artisti tentano di trovare quella vibrazione che conosce il linguaggio sottile dell'anima... Questo spettacolo è l'inaugurazione di una tournée che porterà i musicisti in giro per l'Europa...

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl