Roma, 10 aprile 2003 - Presentato oggi in Campidoglio il progetto RICICLARE E' NATURALE

10/apr/2003 18.35.55 Novella Mirri Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
RICICLARE E' NATURALE

Campagna di sensibilizzazione e informazione
per gli studenti delle scuole medie romane
in occasione del Centenario di Villa Borghese

Roma, Bioparco - Il Giardino Zoologico di Roma
Viale del Giardino Zoologico, 20
sabato 19 aprile - domenica 16 dicembre 2003

COMUNICATO STAMPA

RICICLARE E' NATURALE è una campagna di sensibilizzazione e informazione per gli studenti delle scuole romane - e non solo - per imparare,
divertendosi, a conoscere il valore delle risorse e a risparmiarle attraverso il riciclaggio e la riduzione dei consumi.

Il progetto, promosso dal Comune di Roma Assessorato alle Politiche Educative e Scolastiche e Assessorato alle Politiche Ambientali e Agricole, dall'AMA
e dal Bioparco si articola in diversi momenti:
- ideazione, produzione e distribuzione di testi per gli studenti delle scuole medie di Roma quali un Vademecum e un Glossario;
- una campagna promozionale con la produzione di materiale informativo;
- una mostra-laboratorio ospitata all'interno del Bioparco - Il Giardino Zoologico di Roma con la partecipazione attiva di diecimila studenti;
- visite guidate alla mostra.
L'organizzazione e la realizzazione di RICICLARE E' NATURALE è a cura di Oltre il Duemila -Comunicare Organizzando di Alessandro Nicosia.

IDEAZIONE, PRODUZIONE e DISTRIBUZIONE DI MATERIALE INFORMATIVO NELLE SCUOLE:
Vademecum del "ri-ciclista"
Organizzato in capitoli dedicati alla prevenzione (come produrre meno rifiuti), alla raccolta differenziata (come limitare i danni all'ambiente derivanti dai
rifiuti), al riciclaggio (come riutilizzare i rifiuti e renderli nuovamente utili), il Vademecum racconta la storia di una famiglia di "ecopigri" che imparano via
via a diminuire la loro impronta ecologica fino a diventare dei veri e propri divulgatori del riciclo e del comportamento ecocompatibile. Comprende notizie
utili, messaggi semplici e chiari, curiosità, consigli di comportamento sotto forma di "decalogo del ri-cliclista" ed inoltre una serie di schede di
interpretazione e lettura dei cicli produttivi dei principali materiali di consumo (vetro, plastica, alluminio, carta…) e del loro "percorso", del ciclo delle
materie organiche e della possibilità di riutilizzarle, per capire ed approfondire le problematiche della conservazione delle risorse e il concetto di
"impronta ecologica".
Glossario del "ri-ciclista"
Piccolo vocabolario illustrato contenente in ordine alfabetico i termini principali riguardanti il mondo dei rifiuti, le materie e i materiali, i temi ecologici più
importanti e una serie di indirizzi utili e siti web.

ALTRO MATERIALE INFORMATIVO:
I rifiuti in tasca
Pieghevoli tascabili, riutilizzabili, guida alle azioni quotidiane, anche con notizie e indirizzi utili dei centri di raccolta, informazioni sulle attività del
Comune, dell'AMA. Realizzati in cartoncino, possono trasformarsi in portapenne.

LA MOSTRA
La mostra-laboratorio RICICLARE E' NATURALE, attraverso un percorso didattico che illustra i diversi temi del riciclaggio, è finalizzata a dimostrare che
cambiando di poco le proprie abitudini è possibile contribuire al mantenimento di una buona qualità dell'ambiente in cui viviamo e dell'aria che
respiriamo, al benessere della comunità (riducendo, infatti, i costi di smaltimento dei rifiuti è possibile destinare quanto risparmiato ad opere di utilità
sociale), a far si che i rifiuti diventino sempre più una risorsa, alla conservazione degli ambienti e delle risorse naturali del Pianeta, a garantire un futuro
alle generazioni che verranno.
La mostra è realizzata all'interno di uno spazio di circa 160 mq all'interno del Bioparco - Il Giardino Zoologico di Roma che si estende su di un'area di 18
ettari, con elementi modulari facilmente scomponibili e riassemblabili per eventuali cambi di sede o utilizzi successivi in altri luoghi. Lo spazio che
accoglie la mostra è il Teatro del Pinguino nell'oasi del lago, area dedicata alle famiglie e alle mostre.
L'allestimento della mostra consiste essenzialmente nella ricostruzione in parallelo di due case: quella dell'ecopigro e quella del riciclista, ovvero prima
senza nessuna cura per il risparmio e la conservazione delle risorse, e dopo rappresentando lo stesso ambiente (la cameretta dei bambini, la camera dei
genitori, la cucina, il bagno, la sala da pranzo, il soggiorno, il terrazzo, il cortile) come sarebbe se avessimo più attenzione per le risorse e riducessimo il
consumo di cose inutili, o riciclassimo tutto ciò che è possibile.
La mostra è fruibile da tutti attraverso pannelli esplicativi che guidano il visitatore alla scoperta del valore delle risorse e e si trasforma in laboratorio
attivo per circa diecimila studenti delle scuole medie attraverso visite a seguito di un animatore che coinvolge in esperienze dirette, concorsi, giochi,
attività di partecipazione.
Il percorso didattico ha inizio nella casa dell'ecopigro in cui i principali messaggi educativi pongono l'accento su semplici abitudini e comportamenti
quotidiani che inconsapevolmente producono degli effetti indesiderati sull'ambiente in cui viviamo. Nella casa del riciclista invece, si presentano le
diverse soluzioni (raccolta differenziata, comportamenti più consapevoli, ecc.) che possono essere adottate per risolvere i problemi connessi con il
reperimento delle materie prime e lo smaltimento dei rifiuti.
Durante tutto il percorso di visita la didattica è giocata sul filo conduttore del RI- e si organizza in diverse sezioni che insegnano come modificare le
proprie abitudini e diventare un "Ri-ciclista": Ri-scoprire, un momento di scoperta dei materiali di cui sono fatti i prodotti che consumiamo, Ri-conoscere,
un gioco in cui si scopre il diverso peso ecologico di oggetti apparentemente simili, Ri-usare, momento in cui si impara a considerare ancora utili oggetti
che non si usano più, Ri-costruire, la sezione che prevede la creazione di nuovi oggetti con materiale di riciclo per Ri-sparmiare e Ri-cominciare dalla
propria casa.
Oltre a manifesti e didascalie che aiuteranno a comprendere le variazioni tra i due percorsi della mostra, ogni oggetto sarà "interattivo", perché sulla
base di quanto imparato in precedenza (Ri-scopri, Ri-conosci, Ri-usa, Ri-costruisci), comunicherà informazioni e suggerirà riflessioni che porteranno, alla
fine del percorso, a una maggiore consapevolezza degli effetti del nostro comportamento sull'ambiente.
Lungo il percorso di visita sono previsti alcuni momenti di verifica del raggiungimento degli obiettivi didattici della mostra. Le verifiche, realizzate su
supporto elettronico con metodi e tecniche che permetteranno un'elevata interazione con i visitatori, verranno proposte sui computer presenti nelle
diverse sezioni della mostra.
In particolare, sono previsti tre momenti di verifica:
o I primi due si trovano nella camera dei bambini, rispettivamente nella casa degli ecopigri e in quella dei riciclisti. Qui video-giochi e quesiti
animati proporranno situazioni finalizzate a verificare il livello di recepimento dei diversi messaggi educativi.
o Il terzo momento di verifica si trova al termine del percorso di visita, in una stanza attrezzata con più computer e consiste in un gioco interattivo
su supporto informatico per "misurare" l'impronta ecologica personale.
E' prevista inoltre, la presenza di un camion per la raccolta dei rifiuti dell'AMA, che verrà posizionato all'ingresso del Bioparco affiancato da due scivoli
costruiti con materiali riciclati. Il pubblico, soprattutto i bambini, verrà invitato a salire sugli scivoli, a guardare all'interno del camion il complesso
meccanismo che consente lo svuotamento dei cassonetti e la riduzione del volume dei rifiuti e, infine, a "scivolare" in un'area da cui è possibile seguire
due strade diverse: un "vicolo cieco" (in cui verrà riprodotta una grande discarica) e la "via" che porta all'ingresso della mostra. La montagna di rifiuti
indifferenziati rappresentati nella discarica starà a significare che il perpetuare abitudini e comportamenti consumistici conduce solo ad un vicolo cieco.
L'unica alternativa per il futuro è la riduzione dei consumi ed il riciclaggio: visitando la mostra si scopre come.

VISITE GUIDATE ALLA MOSTRA
Visite del percorso didattico della mostra - che per l'occasione si trasforma in un vero e proprio laboratorio - a seguito di un animatore.

CONFERENZA STAMPA: Campidoglio, Sala delle Bandiere, giovedì 10 aprile ore 12.00
Intervengono Maria Coscia, Assessore alle Politiche Educative e Scolastiche del Comune di Roma, Dario Esposito, Assessore alle Politiche Ambientali e
Agricole del Comune di Roma, Massimo Tabacchiera, Presidente AMA, Giovanni Arnone, Presidente del Bioparco, Alessandro Nicosia, Presidente di Oltre
il Duemila - Comunicare Organizzando.

INAUGURAZIONE: Bioparco-Il Giardino Zoologico di Roma, Viale del Giardino Zologico 20, sabato 19 aprile ore 11.30 alla presenza del Sindaco di Roma
Walter Veltroni in occasione della giornata inaugurale del Centenario di Villa Borghese.

Si consiglia di consultare il sito: www.bioparco.it

INGRESSO GRATUITO

Orario: 9.30 - 17.00; Per informazioni: 06/36082118
Ufficio Stampa: Novella Mirri - tel. 06/3297708; fax 06/3297703; e-mail novellamirri@iol.it
Serena Del Giudice - tel. 06/36082118; 348-2465431; e-mail serena.delgiudice@bioparco.it

Roma, 7 aprile 2003


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl