IL DIVENIRE DELL'EUROPA- concorso internazionale di idee - 21 maggio Parlamento Europeo

20/mag/2012 12.04.26 ufficio stampa allegra seganti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

 

aaa                                                                                         qqq

                                                               con il patrocinio dell'Ufficio di rappresentanza in Italia

 

 

Il Divenire dell’Europa

Idee architettoniche, creative ed artistiche per la

conservazione del futuro dell’Europa

 

CONCORSO INTERNAZIONALE DI IDEE

 

 

Lunedì 21 Maggio 2012, ore 11.00

Ufficio di rappresentanza del Parlamento europeo in Italia -  Sala delle Bandiere

Via IV novembre 149 - Roma

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

"Senza cultura e la relativa libertà che ne deriva, la società, anche se fosse perfetta, sarebbe una giungla. Ecco perché ogni autentica creazione è in realtà un regalo per il futuro"

 Albert Camus

 

 

Lunedì 21 Maggio 2012, ore 11.00 presso la Sala delle Bandiere dell’ Ufficio di rappresentanza del Parlamento europeo in Italia, via IV novembre 149 - Roma viene presentato il concorso internazionale di idee finalizzato alla creazione di un simbolo dell’EUROPA.

 

In un periodo di grave e prolungata crisi economica globale, ove alto è il rischio di opacizzazione della dimensione culturale europea, il concorso di idee internazionale si inserisce in controtendenza e mira a dare visibilità agli elementi positivi che sottendono l’identità europea, il processo di integrazione e il suo valore culturale.

 

Si tratta di una iniziativa aperta a tutti coloro che sentono come tema prioritario il “divenire dell’Europa” che vogliono valorizzare il patrimonio culturale storico della Grande Europa conoscendone la sua storia e guardando al futuro in cui l’Europa è chiamata a svolgere il suo ruolo di realtà economica, ma anche e soprattutto per la ricchezza e per il valore del suo patrimonio culturale che, in una unicità, esprime la ricchezza di molti popoli.

 

 

 

 

E’ in questa prospettiva che vengono sollecitate proposte di idee progettuali architettoniche, creative, artistiche, che simultaneamente portino a sintesi i valori dell’Europa, interpretandoli per il loro passato, nel presente e per il futuro: cosa ha rappresentato il patrimonio culturale europeo, cosa è attualmente, cosa ci auguriamo che divenga e come tutto ciò può essere espresso in un simbolo, in una funzione, in un luogo.

 

Così come nel linguaggio universale della musica l’inno alla Gioia di Beethoven simbolizza lo spirito dell'Europa, legame di fratellanza fra gli uomini e sintetizza gli ideali di libertà, pace e solidarietà perseguiti dall'Europa, similmente questo concorso di idee si propone di premiare un simbolo concreto che esprima i valori universali condivisi in cui gli europei si possano riconoscere e che abbia una alta valenza funzionale e altamente simbolica che dia vita alla prima vera “zolla franca” europea. 

 

Per partecipare al bando è sufficiente avere conseguito la maggiore età nel proprio Paese e costituire un gruppo di lavoro che esprima una idea progettuale basata su una concezione multidisciplinare che porti a sintesi idee in grado di esprimere quella pluralità di culture e temi che connotano l’identità europea.

 

Nessun vincolo all’ingresso è richiesto e il concorso è aperto a tutte le nazionalità.

 

Il bando del concorso internazionale sarà pubblicato, in italiano e in inglese (e nei prossimi giorni sarà disponibile anche in altre lingue), il giorno 21 maggio 2012 sul sito www.atelierpaema.eu e le offerte potranno pervenire entro il giorno 15 ottobre 2012, solo tramite posta elettronica all’indirizzo at.paema@gmail.com

 

Si prevede che entro la fine del corrente anno si concludano i lavori della Commissione e i risultati definivi verranno pubblicati entro il 20 gennaio 2013.

 

Tale iniziativa culturale conclude un ciclo di cinque eventi, programmati per l’Anno Accademico 2011-2012 a Roma nella sede di via Clementina 7, sull’Europa, ed è stata promossa dall' associazione “Atelier PAEMA”,un’associazione di promozione sociale, di cittadini, intellettuali, esperti impegnati nei campi della politica, della cultura, del sociale e dell’economia a livello nazionale e/o europeo, con l’obiettivo di promuovere e realizzare iniziative di cultura, favorendo il dialogo tra Oriente e Occidente, tra Nord e Sud, che considerano l’interculturalità l’altra faccia della globalizzazione.

 

Il Comitato Scientifico è composto daAchille Albonetti, Serena Angioli, Giovanni Baiocchi, Pier Virgilio Dastoli, Franco Luccichenti, Guido Napoletano, Paolo Palomba, Luisella Pavan Woolfe, Lucrezia Reichlin, Amedeo Schiattarella, Luca Zevi.

La Commissione di valutazione è composta da Stefan Behnisch (Architetto, Behnisch Architekten); Dennis Crompton (Architetto, Archigram); Gabriele Del Mese (Ingegnere, consulente Arup); Maria Angela Falà (Vice presidente di Atelier PAEMA); Ruggero Lenci (Architetto, RL Space Lab); Carme Pinós (Architetto, Estudio Carme Pinós); Luigi Prestinenza Puglisi (Architetto, Presidente Associazione Italiana di Architettura e Critica); Franco Purini (Architetto Studio Purini-Thermes); Adèle Naudé Santos (Architetto, Preside della Facoltà di Architettura ed Urban Planning al MIT); Claudio Strinati (Critico d’Arte) e un componente che verrà designato/approvato dall’Unione Internazionale Architetti.

 

 

Un gruppi di Amici è stato promotore di questa iniziativa : il  Presidente di Atelier PAEMA Paolo Palomba, Serena Angioli, Giovanna Cataldo, Tommaso Grimaldi, Ruggero Lenci.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl