Microdrammi e racconti nuovi di Corrado Premuda

Lo scrittore triestino Corrado Premuda partecipa al primo Drama Slam italiano che si tiene domenica 3 giugno a Trieste, al teatrino Basaglia, in via Weiss 13 (all'interno del parco di San Giovanni, ex O.P.P.) a partire dalle ore 20.

Persone Antibarbarus, Carol Rama, Corrado Levi, Giuliana Carbi, Alessandro Fullin, Andrea Guerzoni, Ettore Fenderl, Livio Crevatin, Corrado Premuda
Luoghi San Giovanni, Val Rosandra, Italia, Friuli Venezia Giulia, Venezia, Trieste, regione carsica, Croazia, Zagabria, Capodistria
Organizzazioni Radio Capodistria, Piccolo Teatro
Argomenti teatro, letteratura, editoria, arte

30/mag/2012 13.35.01 Dora Virtu Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Lo scrittore triestino Corrado Premuda partecipa al primo Drama Slam italiano che si tiene domenica 3 giugno a Trieste, al teatrino Basaglia, in via Weiss 13 (all’interno del parco di San Giovanni, ex O.P.P.) a partire dalle ore 20. Nel Drama Slam un gruppo di drammaturghi si dà battaglia avendo a disposizione solo dieci minuti per dirigere alcuni attori che vedono il testo per la prima volta: una giuria popolare decreterà il vincitore. Corrado Premuda partecipa con il suo testo “La domenica non si andava in Val Rosandra”, ispirato ai recenti fatti di cronaca che hanno visto disboscare selvaggiamente una delle più belle zone del Carso triestino. All’inizio di luglio, poi, un altro testo teatrale dell'autore triestino, “Destìs”, andrà in scena, prodotto dal Piccolo Teatro Città di Capodistria per la regia di Livio Crevatin, al Festival Internazionale di Teatro di Umago (Croazia).
In campo narrativo, il racconto “Carnevale a Venezia, quaresima a Trieste” di Corrado Premuda è stato selezionato tra le quattordici storie che saranno pubblicate nell’antologia internazionale “Lapis Histriae” curata dal Forum Tomizza e dalla Biblioteca comunale di Umago. La notizia è stata data nei giorni scorsi durante il recente Forum Tomizza. Il racconto di Premuda, unico autore italiano accanto a croati, serbi, sloveni, bosniaci e cechi, prende come spunto una coppia di ricchi anziani americani che, reduce dai fasti del Carnevale di Venezia, si reca a Trieste per tentare di convincere le istituzioni locali a dedicare un museo al triestino Ettore Fenderl, presunto inventore dei coriandoli.
Inoltre è appena stata pubblicata un’altra storia di Premuda, “Racconto a cannocchiale rovesciato”, nel libro “Domesticheria” (Edizioni SUGO) dedicato all’artista Andrea Guerzoni. In questo caso i protagonisti della storia surreale sono gli oggetti e le opere d’arte di Guerzoni che si animano e sovvertono l’inaugurazione della mostra. Nel volume sono presenti anche dieci aforismi di Alessandro Fullin e testi di Giuliana Carbi, Corrado Levi e Carol Rama.
Corrado Premuda, scrittore e giornalista, è autore di narrativa (Newton Compton Editori, Mobydick) e di testi per cataloghi d’arte (Alinari 24 Ore). Il suo primo romanzo, “Prematurità” �“ ancora inedito in Italia �“ è uscito tradotto in lingua croata col titolo “Sazrijevanje” (editore Antibarbarus di Zagabria). È autore anche di testi per il teatro (Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia) e per la radio (Radio Capodistria). Dal 2012 tiene con successo il corso di scrittura creativa “Il Temperamatite”. www.corradopremuda.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl