Terremoto nel ferrarese e Emilia 2: sciame e tempesta sismica? da Meteo Web... INGV...

da Meteo Web... INGV.... Terremoto Emilia; continua lo sciame e lo spostamento degli epicentri, si tratta di una vera e propria "tempesta sismica Alcuni sismologi giapponesi e americani che le studiano da anni le chiamano "Tempeste Sismiche".

Persone Emilia Terremoto
Luoghi Italia, Calabria, Emilia Romagna, Aspromonte, Strait of Sicily
Argomenti sismologia, geologia

04/giu/2012 09.01.45 FUTURGUERRA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 
Terremoto Emilia; continua lo sciame e lo spostamento degli epicentri, si tratta di una vera e propria “tempesta sismica
 
Alcuni sismologi giapponesi e americani che le studiano da anni le chiamano “Tempeste Sismiche”. In pratica si tratta di lunghi e prolungati sciami sismici che si propagano velocemente lungo una direzione precisa degli epicentri, coinvolgendo faglie e sistemi di faglie attigue a quelle attivate in precedenza. Un primo studio su questo particolare fenomeno sismico era stato apportato lungo la grande faglia nord anatolica, dove in base all’orientamento dei segmenti di faglia e alla distanza temporale fra gli eventi tellurici più importanti si era riusciti ad individuare le zone che sarebbero state interessate da una intensa sequenza sismica, con scosse ben oltre la soglia del danno. In Italia le crisi sismiche prolungate per anni, con una graduale migrazione degli epicentri, non sono poi cosi rare come si possa pensare. Ad esempio, basti pensare alla grande crisi sismica calabrese del 1783, quando una seria infinita di scosse, fra cui cinque stimate sopra i 6.5 - 7.0 Richter (visto i notevoli effetti prodotti sul territorio), investì tutta la Calabria centro-meridionale, dalle Serre fino all’Aspromonte, con uno spostamento degli epicentri verso il reggino tirrenico e il settore settentrionale dell’area dello stretto di Messina (sul margine nord-orientale dell’area colpita dai sismi del 1894 e 1908). Allora la crisi sismica durò oltre due anni, tanto che le popolazioni si erano ormai abituate a convivere con gli scuotimenti del suolo. La stessa cosa accade nella pianure emiliana durante lo shock sismico del 1570 che si concluse definitivamente solo nel 1574, dopo ben quattro anni... C
 
METEO WEB
 
http://www.meteoweb.eu/2012/06/terremoto-emilia-continua-lo-sciame-e-lo-spostamento-degli-epicentri-si-tratta-di-una-vera-e-propria-tempesta-sismica/137684/
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl