IL SUCCESSO DELL'INAUGURAZIONE: "Mimmo Centonze" a Palazzo delle Esposizioni a cura di Vittorio Sgarbi

08/giu/2012 16.38.52 FUTURGUERRA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.






 

ImageShack, free image hosting, free video hosting, image hosting, video hosting, photo image hosting site, video hosting site




centonze palazzo esposizioni.jpgcentonze palazzo esposizioni 4.jpg




UN GRANDE SUCCESSO L'INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA

A PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI







Il Palazzo delle Esposizioni - Roma





Mimmo Centonze

a cura di Vittorio Sgarbi

Palazzo delle Esposizioni, Roma

 29 maggio - 10 giugno 2012


Aperta fino al 10 giugno 2012


Palazzo delle Esposizioni - Sala Fontana - Ingresso libero da Via Milano 13





La mostra sul sito del Palazzo delle Esposizioni





LA NOTIZIA


Lusinghieri consensi della critica, notevole affluenza di visitatori ed elevato interesse di tv e giornali per la mostra personale dell’artista Mimmo Centonze a Palazzo delle Esposizioni di Roma, aperta fino al 10 giugno, a cura di Vittorio Sgarbi.

 

Per la prima volta è stato possibile ammirare in un’unica sede una rigorosa selezione di opere, alcune delle quali mai presentate prima d’ora o realizzate per l’occasione, che tracciano gli ultimi dieci anni di sviluppo di un energico percorso artistico che parte dagli intensi ritratti, realizzati con eccezionale acutezza e vigore, e dalle maestose eppure intime figure ritratte nello studio dell’artista, fino ad arrivare ai grandi spazi luminosi dei capannoni, sorprendenti e mistiche intuizioni luminose che protendono al divino.

 

Nel discorso introduttivo all’inaugurazione della mostra il 28 maggio, sono intervenuti il Presidente dell’Azienda Speciale Palaexpo nonché Presidente della Fondazione Roma, il Prof. Avv. Emmanuele F.M. Emanuele, e il Prof. Vittorio Sgarbi.

 

Il Prof. Emanuele ha dichiarato:

 

“Sono molto felice di inaugurare questa bellissima mostra di Centonze, un pittore che da tempo immemore sostengo, convinto come sono che è una delle realtà, non più una promessa, delle arti visive del nostro Paese e non soltanto, come mi auguro sinceramente. È vincitore, tra l’altro, del “Premio Speciale Fondazione Roma” e soprattutto ha il grande pregio e merito di avere come sostenitore il numero uno del nostro Paese che è Vittorio Sgarbi. Quando Vittorio Sgarbi si convince e adotta un artista vuol dire che quello ha sicuramente un futuro.

 

Centonze rappresenta una grande potenzialità per la sua capacità espressiva. Questo suo proporre modelli costantemente differenziati, questo suo essere non un maniacale riproduttore di se stesso o della sua intuizione è indubbiamente una testimonianza del suo valore, del quale io sono  fermamente  convinto. Ho voluto fortemente questa mostra nello Spazio Fontana del Palazzo delle Esposizioni, che è il tempio dell’arte contemporanea in Italia e soprattutto a Roma. Sono certo che Centonze ha tutte le potenzialità per essere, nel tempo, uno dei grandi artisti del nostro Paese.”

 

 

Il Prof. Vittorio Sgarbi ha dichiarato:

 

“I soggetti prediletti di Centonze sono, a dimostrazione della profonda religiosità umana e dei sentimenti che albergano nel suo animo, i suoi parenti. Lui è “il pittore degli affetti”: dipinge il padre, la madre, le sorelle, gli amici, i cugini in un percorso che si può vedere all’esterno della Sala Fontana del Palazzo delle Esposizioni.

 

All’interno della stessa sala, all’opposto delle figure e degli affetti che motivano la pittura, ci sono dei magazzini o capannoni pieni di immondizia. Sente la necessità di muoversi in un ambito che sia quello di uno spazio della mente, che è uno spazio vuoto pieno di immondizia che però diventa pure colore, al fine di esprimere una pittura informale nella sostanza e fortemente materica, però di spazio riconoscibile: si vedono spazi, si vedono le luci, si vede che siamo in una stanza anche se alla fine i quadri aspirano ad essere informali ma si fermano un attimo prima proprio per questa dimensione prospettica. In questa ricerca c’è il piacere erotico, fisico, del colore come energia pura che rende molto interessante questa serie.

 

Quasi una serie diabolica delle ninfee di Monet. Monet aveva immaginato una dimensione celeste e la sua è una dimensione infernale. In questo inferno però si immagina una dimensione ascetica come quella che indicano grandi poeti mistici come Juan de la Cruz e cioè dal buio, dalla stanza più buia e più nera, gli occhi si esercitano per vedere quella luce che diventerà poi il richiamo alla luce divina. Quindi c’è un inoltrarsi negli abissi per  poi risalirne. L’idea di questa immondizia, di questi luoghi cupi da cui poi balugina la luce del fondo indica una volontà di intendere queste opere come preghiere, come lunghe preghiere, di un’ascesi verso una presenza spirituale che è dentro di lui. Quindi sono opere che hanno una modernità espressiva ed insieme una densità spirituale che corrisponde all’anima di Centonze.

 

Questi sono esordi importanti e cospicui. Io sono venuto qui e lo ho assistito come un padre sia rispetto alle funzioni critiche sia anche, ne sono molto orgoglioso, con questo bell’allestimento, molto rarefatto in questo spazio del Palazzo delle Esposizioni. Un’esperienza già ricca di un ragazzo giovanissimo, con un’esuberanza creativa già sufficientemente espressa in questa bellissima serie degli  spazi dei capannoni”.





In allegato:
- Alcune foto dell'inaugurazione della mostra di Mimmo Centonze





_______________________________________________________________________________________________________________________

 

MIMMO CENTONZE

Roma, Palazzo delle Esposizioni, 29 maggio - 10 giugno 2012

_______________________________________________________________________________________________________________________

 

 

INFORMAZIONI GENERALI

 

Sede: Palazzo delle Esposizioni - Sala Fontana, Via Nazionale 194, Roma

 

Apertura  al pubblico: 29 maggio/10 giugno 2012

 

Ingresso libero

 

Orario di apertura:

Martedì, mercoledì, giovedì: 10.00 - 20.00
Venerdì, sabato: 10.00 - 22.30
Domenica: 10.00 - 20.00
Ultimo ingresso un'ora prima della chiusura

Giorno chiusura settimanale: lunedì

Giorni chiusura per festività: nessuno

 

INFORMAZIONI

www.palazzoesposizioni.it

telefono 06 3996 7500

info.pde@palaexpo.it



Ufficio Stampa Azienda Speciale Palaexpo:

Piergiorgio Paris tel. 06 48941206; e-mail p.paris@palaexpo.it

Segreteria: Dario Santarsiero tel.0648941205; e-mail d.santarsiero@palaexpo.it






 
 
 
 
MimmoCentonze.com
Ufficio stampa
Via della Croce 51/b
Matera - Italy
349 1317089
347 0596911
 
 
 
 


 
 
 
 
 
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl