High Foundation 2012 electro souLove Festival internazionale a Ferrara-Italy

19/giu/2012 11.33.24 FUTURGUERRA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

DAL 26 GIUGNO AL 14 LUGLIO 2012 AL PARCO URBANO- FERRARA

 
La manifestazione High Foundation Festival, che nel 2012 arriverà alla dodicesima edizione, nata in collaborazione con A.I.C.S. (Associazione Italiana Cultura e Sport, Comitato Provinciale di Ferrara), che quest’anno festeggia il proprio cinquantenario, è una delle più estese di tutta Ferrara e Provincia e si è proposta, nel corso degli anni, di consolidare il rapporto già ben instaurato, nelle precedenti edizioni, con un pubblico molto vasto e rappresentato soprattutto da giovani e adolescenti. Partner di HF sono da sempre il Comune di Ferrara che, oltre al patrocinio, concede in uso parte del Parco Urbano G. Bassani e la Provincia che, oltre al patrocinio, facilita la comunicazione con la stampa locale.
L'immensa distesa verde, la pista ciclabile e il nuovo ponte che unisce il centro città al parco, rendono il festival facilmente raggiungibile sia a piedi, che in bicicletta, facendone un emblema di iniziativa ecosostenibile.
HF è un contenitore all’interno del quale le svariate manifestazioni dell’arte contemporanea giovanile, e non solo, trovano una loro collocazione: dalla danza contemporanea, alla breakdance, dalla danza del ventre ai balli latino americani, dalla musica etnica, all’hip hop, fino al cuore del sound giamaicano.
Nel corso degli anni è sempre stata riservata un’area del Festival al progetto Art Foundation dedicato ai giovani talenti della pittura e dell’arte contemporanea, nello specifico durante le ultime edizioni AF ha dato maggior spazio al fenomeno dei Graffiti Metropolitani ed anche quest’anno in collaborazione con l’artista PSICO ci sarà uno spazio dedicato all’arte dei graffiti ed alla loro realizzazione live.
Dal punto di vista prettamente musicale, HF, questa ormai storica rassegna culturale/musicale conosciuta e frequentata da un pubblico proveniente per la maggiore dalle regioni Emilia Romagna, Veneto, Friuli, Lombardia e Marche, ha potuto ospitare svariati nomi del panorama nazionale ed internazionale, che hanno dato vero e proprio lustro alla città di Ferrara, artisti del calibro di Feel Good Production (2002), Sud Sound System (2003), Talvin Singh (2004), David Rodigan (2006-2008), Africa Unite (2007), Asian Dub Foundation (2007), Pee Wee Ellis (2007), Michael Rose (2008), General Leavy (2008), Negramaro (2010), Apres la Classe (2011), Boomdabash (2010-2011), Dennis Bovell (2011), Daddy Freddy (2011), Bassi Maestro (2011), Mama Marjas (2011), MC Navigator (2011), Skarra Mucci (2011), Bloody Beetroots (2011) e serate di Dj set con i migliori Dj nazionali e internazionali.
Il festival HF ha sempre tenuto d’occhio anche i fenomeni e le realtà musicali locali: Strike (2005), Coska (2006 e 2011), Cookomackastick (2007) e i gruppi storici più famosi come Alfio Finetti ed i Fittuari Band(2006).

In quest’edizione continuerà il progetto “Musica anche per Noi”, in collaborazione con la Cooperativa Sociale di Ferrara “Lo Specchio”, che prevede, nel corso di tutto il Festival, l’affiancamento ai volontari A.I.C.S. di ragazzi diversamente abili, che verranno coinvolti nelle attività artistiche e ricreative di HF.
Come ogni anno, anche per il 2012 il palinsesto HF è stato creato dalla nota etichetta discografica ferrarese SouLove Records, che ha prodotto cd e dvd del festival, oltre alle richiestissime magliette ormai simbolo di HF.

 
*
http://www.highfoundation.it/gs/
 
 
PROGRAMMA: http://www.highfoundation.it/gs/index.php?id=programma
 
souLove youtube: http://www.youtube.com/user/Souloverec?feature=watch
 
*intervista a DJ A F G H A N , art director e curatore di SOULOVE RECORDS
 
D - Music-Machine?

R - L'elettronica è l'uso dei computers, la cosa più naturale che esista: rispetto a certa contemporanea storica (da Stockhausen alla musica cosmica tedesca, al tecnopop o all'Industrial e la tecno-disko), io lavoro con il computer per creare un sound il più caldo possibile. Macchine? E' una nuova musica elettronica, suoni molto diversi, solari, ricombinati all'infinito quasi. Suono sintetizzatori e li trasformo, in... violini, archi, eccetera. Un reverse d'avantgarde rispetto a certa elettronica dei decenni scorsi che simulava soltanto con le macchine i suoni naturali. Quando creo, entro letteralmente nella Macchina, alla fine Ella è domata e dominata.

D - Arte o Musica Elettronica?
R-Sono un operaio del suono, non un musicista: compongo, smonto e ricompongo, un Cut&Past puro new new dada electro. L'arte è un talento genetico per creare opere d'arte. Mi considero però più un produttore. musica elettronica sempre più jungle, calda e homo techno "sapiens e amygdalico", Una musica/arte elettronica ecoevoluta, affettiva persino, il cyber reggae o global world del duemila anni dieci, complementare ma diversa rispetto all'Elettronica "classica" o tecnopop. L'elettronica appunto “High Foundation” electro!

D - Elettronico D.J., una tua autufuturgrafia zoom...
R - A laptop libero, o meglio, software LOGIC AUDIO Emagic, il mio cuore strumento: afghan day... e nigth a Milano, Roma, Torino, London,Bangkok, Zurigo, Berlino, Parigi, Birmingham. Il mio sound è - con una griffa - hip hop elettronico contemporaneo alias Jungle Reggae. Tra i clubs non stop: Propaganda a Londra, con alcune migliaia di spettatori. Il live set più spettacolare in Thailandia, a Koc Pan Ghan, 10000 umani in orient-rave, indimenticabile. E... naturalmente, Ferrara città d'arte, sempre una prima volta, vera e propria “Area 51”, in certo senso, dell'avanguardia.


 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl