LO SCHERMO DELL'ARTE FILM FESTIVAL 2012, V edizione ricca di novità, Firenze, 21- 27 novembre

20/lug/2012 13.52.49 ESTER Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

LO SCHERMO DELL'ARTE FILM FESTIVAL

V EDIZIONE

Firenze, 21 - 27 novembre 2012

Odeon Firenze, Cango-Cantieri Goldonetta e altri luoghi

 

 

LO SCHERMO DELL'ARTE FILM FESTIVAL, diretto da Silvia Lucchesi, è giunto alla sua quinta edizione e si terrà a Firenze dal 21 al 27 novembre 2012.

Lo schermo dell'arte è un “progetto in movimento” unico in Italia e tra i pochi nel mondo che, con molteplici iniziative nel corso dell'anno, racconta ed analizza, attraverso film, video, installazioni, presentazioni di libri, incontri e workshop, le complesse relazioni tra arte contemporanea e cinema.  Nelle passate edizioni, tra i suoi ospiti ci sono stati artisti internazionali quali Omer Fast, Phil Collins, Shirin Neshat, Alfredo Jaar e Sarah Morris.

Il Festival internazionale di film sulle arti visive contemporanee è il momento più importante ed articolato del progetto e, anche quest'anno, si arricchisce di importanti novità quali Focus on una sezione incentrata sui film di un celebre artista internazionale che sarà ospite del festival e che terrà un incontro aperto al pubblico, e VISIO - European Workshop on Artists’ Cinemarivolto a 15 giovani artisti europei sotto i 35 anni che saranno selezionati attraverso un open call grazie alla collaborazione con istituzioni di arte contemporanea, scuole d’arte e accademie europee. Tra i partecipanti al Workshop saranno selezionati due artisti per il Young Talents Award del Festival Kino der Kunst di Monaco di Baviera (24-28 Aprile 2013).

Come nelle precedenti edizioni, l’Odeon Firenze accoglierà dal 21 al 25 novembre il  programma del festival che riunisce film sui protagonisti del mondo dell’arte contemporanea e film realizzati e presentati da artisti nelle sezioni Sguardi e Cinema d'artista.

 

 

Numerose le anteprime italiane tra cui Opalka. One Life, One Oeuvre di Andrzej Sapija (Polonia, 2011) ritratto dell'artista polacco che ha dedicato l'intera esistenza al progetto “OPALKA 1965/1-∞”, tentativo di intrappolare nelle sue opere lo scorrere del tempo dipingendo quotidianamente su tele di uguali dimensioni la progressione di numeri razionali dall'uno all'infinito;

 

 

 

 

Unfinished Spaces (USA, 2011) in cui Alysa Nahmias e Benjamin Murray descrivono l'ambizioso progetto di Fidel Castro e di Che Guevara di realizzare le National Art Schools di Cuba commissionate nel 1961 a tre giovani architetti rivoluzionari ma mai terminate; solo recentemente questo complesso di edifici è stato dichiarato un capolavoro architettonico dell’età della rivoluzione cubana e Castro ha invitato i tre autori Roberto Gottardi, Ricardo Porro e Vittorio Garatti a completarlo.

 

 

Tra gli altri Jardin en el mar di Thomas Riedelsheimer (Germania/Mexico, 2011) che descrive l’affascinante progetto dell’artista messicana Cristina Iglesias di costruire un giardino di cemento immerso nelle acque del mare della Baha California; Ema on the Staircase (Germania 2011) in cui la regista Corinna Belz approfondisce uno dei quadri più celebri di Gerard Richter; infine Picasso in Palestine di Khaled Hourani e Rashid Masharawi (Territori Palestinesi 2012), la storia della prima mostra di un’opera di Picasso mai esposta a Ramallah.

 

Per il Cinema d'artista saranno proposti, in collaborazione con il Museo Marino Marini, due film sul tema del lavoro dell’artista italiano Yuri Ancarani: Il Capo, cortometraggio del 2010 girato nelle cave di marmo di Monte Bettogli a Carrara, che ritrae l'estrema eleganza e raffinatezza dei gesti con cui il capo cavatore, come un direttore d'orchestra, coordina il lavoro estremamente pesante e rischioso degli addetti alla cavatura, e Piattaforma Luna prodotto da Maurizio Cattelan nel 2011, in cui un gruppo di palombari di una piattaforma petrolifera vive per sei settimane in un’atmosfera quasi fantascientifica, tra il fondo del mare e la camera iperbarica. In programma anche il primo lungometraggio dell’artista inglese vincitrice del Turner Prize Gillian Wearing, Self Made (Gran Bretagna 2011).

 

A Cango - Cantieri Goldonetta dal 21 al 27 novembre si terrà la seconda edizione di Mobiles, progetto che ogni anno propone all’attenzione del pubblico un'opera di un artista internazionale che lavora con le moving images e i nuovi media e che nel 2011 ha ospitato la video installazione Talk Show di Omer Fast. L’edizione 2012 ospiterà la video installazione a due canali Days. I See What I Saw and What I Will See dell’artista franco-armeno Melik Ohanian realizzata nel 2011 per la Biennale di Sharjia ma mai presentata perché in contrasto con gli interessi dello sceicco finanziatore della mostra, in cui si descrive la vita misera di alcuni immigrati pakistani, indiani e del Bangladesh reclusi in un campo di lavoro così distante dalle abitudini sfarzose diffuse negli Emirati Arabi.

Il programma della V edizione prevede inoltre approfondimenti sulle pratiche dell’arte di oggi raccolti nella sezione Festival Talks con lectures, incontri con artisti, curatori e autori , presentazioni di libri e testimonianze di direttori e curatori a capo di progetti e musei internazionali.

 

Durante il festival verrà presentato il film vincitore della seconda edizione 2011 del Premio Lo schermo dell'arte, Incompiuto siciliano. La trasformazione del reale, realizzato dal  collettivo di artisti Alterazioni Video, formato da Paololuca Barbieri Marchi, Alberto Caffarelli, Andrea Masu e Giacomo Porfiri. Il progetto affronta tematiche tristemente attuali della storia italiana, come la scarsa qualità degli interventi di edilizia sul paesaggio, l'abbandono dei lavori di imponenti opere pubbliche o il loro mancato utilizzo, l'ingente spreco di denari. Sarà inoltre annunciato il vincitore della terza edizione 2012 del Premio ideato dallo Schermo dell'arte, unico esempio in Italia di riconoscimento volto alla promozione del lavoro nel campo del video di giovani artisti italiani.

 

Lo Schermo dell'arte è incluso nella rassegna “50 giorni di cinema internazionale a Firenze” organizzata da Fondazione Sistema Toscana, e riceve il supporto della Regione Toscana e dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze.

 

Lo schermo dell’arte Film Festival - quinta edizione

Odeon Firenze, Cango-Cantieri Goldonetta e altri luoghi

21 - 27 novembre 2012

 

Per informazioni:

www.schermodellarte.org

info@schermodellarte.org

 

Ufficio stampa: Studio Ester Di Leo, Firenze Tel. +39 055 223907 email: esterdileo@gmail.com          

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl