Donata Pizzi - CITTA' METAFISICHE - Archivio Centrale dello Stato, 11/05- 10/06 - 2006

11/mag/2006 06.34.40 Novella Mirri Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.



COMUNICATO STAMPA

DONATA PIZZI
CITTÀ METAFISICHE

Archivio Centrale dello Stato
Piazzale degli Archivi 27, Roma Eur

12 maggio - 10 giugno 2006

L'Archivio Centrale dello Stato, in collaborazione con la Regione Lazio, l'Eur spa e la Triennale di Milano, presenta, nell'ambito della quinta edizione
di Fotografia-Festival Internazionale di Roma, la mostra Città Metafisiche - Architetture di fondazione dall'Italia all'Oltremare: un itinerario
fotografico di Donata Pizzi tra le architetture di fondazione realizzate in Italia e all'estero negli anni Trenta; un tema su cui l'Archivio Centrale
conserva una ricchissima documentazione largamente inedita, che sarà in mostra accanto alle foto.
I documenti esposti sono stati selezionati da Erminia Ciccozzi e Flavia Lorello dai fondi del Ministero dell'Africa in Italia, del disciolto Ente Opera
Nazionale Combattenti, dagli archivi personali di Rodolfo Graziani e Plinio Marconi.
L'edizione della mostra allestita presso l'Archivio Centrale dello Stato e il "quaderno" pubblicato per l'occasione, sono stati curati da Massimo
Domenicucci, Flavia Lorello e Franco Papale.

La mostra nasce da un'estesa esplorazione promossa dalla Regione Lazio - Assessorato alla Cultura e approda a Roma dopo l'esposizione a Milano in
Triennale, in Germania ed in Giappone.
Nell'edizione romana allestita presso l'Archivio Centrale dello Stato, i progetti architettonici che affiancano le foto illustrano l'importante fase di
transizione al moderno dell'architettura italiana negli anni Trenta, nella sua connotazione più intimistica, di fondazione (bonifiche, territori recuperati
all'abbandono, latifondi, possedimenti coloniali) e di supporto alle nuove programmazioni economiche (agricole, minerarie, industriali, turistiche).

Le Città Nuove sono numerosissime e escludendo quelle più note dell'Agro Pontino (Latina, Sabaudia, Pomezia, Aprilia, Pontinia) rappresentano un
patrimonio in gran parte sconosciuto e solo ultimamente rivisitato dalla critica e dagli storici.
Borghi di fondazione si trovano in diverse regioni italiane: città rurali in Puglia e Sicilia, città minerarie in Sardegna e Istria, insediamenti industriali
come Torviscosa in Friuli.

A questi si riaccostano, per la prima volta attraverso le foto e i documenti originali di questa esposizione, gli insediamenti d'oltremare: progettati
contemporaneamente a quelli italiani, sprofondati nell'oblio dalla loro tragica storia, rappresentano un patrimonio ancora consistente e altrettanto
ignorato.

Le Città Nuove e i borghi di fondazione si connotano come essenziali materializzazioni di innovativi parametri architettonici razionali, che nascono in
Europa in quegli anni. L'esercizio professionale che le genera, fuori dai condizionamenti celebrativi, disegna i nuovi insediamenti ricercando l'origine
funzionale ed una estetica primordiale da città ideali del Novecento.

Le fotografie di Donata Pizzi e i documenti originali presentati dall'ACS vogliono recuperare l'immagine di una storia reale ma al contempo di un'utopia
molto sofisticata e complessa che contraddice la semplicità delle forme architettoniche. E' il vivere dell'uomo moderno espresso dalle sue necessità
sociali.
La fotografia in questo lavoro sincretizza due momenti: il bisogno di conoscenza di queste tracce del moderno, non immediatamente percepibili, quasi
sempre nascoste tra le pieghe della attuale realtà, collocate ai margini di una storiografia distratta e la possibilità attraverso l'obiettivo fotografico di
perimetrarle nel fotogramma, di marginare e quindi di astrarre/estrarre, l'aspetto naturalmente evocativo che genera suggestioni metafisiche ma reali.
I documenti rinviano al lavoro, tecnico e artistico, degli architetti e degli ingegneri che si cimentarono con questa affascinante sfida.

SCHEDA INFORMATIVA:
Sede: Aula Magna dell' Archivio Centrale dello Stato Piazzale degli Archivi 27, Roma Eur
Presentazione alla stampa: giovedì 11 maggio 2006, ore 12.00
Inaugurazione: giovedì 11 maggio 2006, ore 18.00
Durata mostra: dal 12 maggio 2006 al 10 giugno 2006
Orario: dal lunedì al venerdì dalle ore 15.00 alle 18.00,
sabato dalle ore 10.00 alle 13.00.
Visite guidate previa prenotazione
Ingresso libero
Informazioni: tel. 06-54548568 e-mail acs@archivi.beniculturali.it
Catalogo: Skira Editore
Come arrivare:
Metro B, fermata Laurentina
Ufficio Stampa:
Maria Bonmassar: tel. 06-4825370 - 335-490311 - maria.bonmassar@tiscali.it

Novella Mirri: tel. 06-6788874 - 335-6077971 - ufficiostampa@novellamirri.191.it




blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl