Presentata in Campidoglio "LA ROMA DI FELLINI"

23/lug/2003 15.26.00 Novella Mirri Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
"LA ROMA DI FELLINI"

Omaggio per il decennale della scomparsa di Fellini
(1993 - 2003)
settembre - dicembre 2003



In allegato il calendario delle manifestazioni
Sono disponibili immagini in formato jpg


COMUNICATO STAMPA

"Che cos'è Roma? A che penso quando sento la parola Roma? Penso ad un faccione rossastro che assomiglia a Sordi, Fabrizi, la Magnani. Penso ad un
terreno bruno, melmoso; a un cielo ampio, fasciato, da fondale dell'opera, con colori viola, neri, argento; colori funerei. Ma tutto sommato è un volto
confortante. Gli intellettuali, gli artisti, che vivono sempre in uno stato di frizione fra due dimensioni diverse - la realtà e la fantasia - trovano qui la spinta
adatta e liberatoria della loro attività mentale: con il conforto di un cordone ombelicale che li tiene saldamente attaccati alla concretezza. Giacché Roma è
una madre, ed è la madre ideale, perché indifferente. È una madre che ha troppi figli, e quindi non può dedicarsi a te, non ti chiede nulla, non si aspetta
niente. Ti accoglie quando vieni, ti lascia andare quando vai, come il tribunale di Kafka. In questo c'è una saggezza antichissima; africana, quasi;
preistorica…" (Federico Fellini).

Il 31 ottobre 1993 moriva Federico Fellini: a dieci anni dalla scomparsa, la città di Roma vuole dedicare al grande regista che la immortalò in film
memorabili, un ciclo di iniziative in segno di omaggio. Ricorda Vincenzo Mollica: "nella mente di Fellini, Roma si è trasformata in una città quasi
metafisica, sradicata dal tempo e dalla geografia, in cui poteva far esplodere il senso poetico con cui avrebbe dipinto l'avventura umana. Attraverso
Roma, Fellini ha narrato il suo inferno e il suo paradiso, ha cercato di scoprire la faccia più vera della vita". Da settembre a dicembre 2003 il Comune di
Roma promuove "La Roma di Fellini": mostre, concerti, proiezioni di film, installazioni, presentazioni di volumi, per ricordare il percorso umano e artistico
di Fellini legati in maniera indissolubile alla scelta, poco più che adolescente, di approdare nella capitale.
Tutte le iniziative sono identificate dal Logo creato da Milo Manara, vicino al regista negli ultimi anni della vita quando racconta i soggetti felliniani
Viaggio a Tulum e Mastorna detto Fernet attraverso straordinari fumetti. L'Organizzazione e la realizzazione della manifestazione "La Roma di Fellini"
sono a cura di Comunicare Organizzando di Alessandro Nicosia.

Mostra "La Roma di Fellini" - Inaugurazione 4 ottobre
Ospitata a Roma al Complesso del Vittoriano (4 ottobre - 15 novembre 2003) e a Parigi all'Hotel de Ville (febbraio - maggio 2004), la mostra "La Roma di
Fellini", promossa dal Comune di Roma e dalla Mairie de Paris, è a cura di Vincenzo Mollica e Alessandro Nicosia. Attraverso fotografie del regista - di
cui 200 inedite -, costumi, spezzoni, manifesti originali dei film "romani" come ad esempio Roma, Lo sceicco bianco, Satyricon, La dolce vita, interviste,
schizzi, disegni e dediche del regista sulle tovaglie e i tovaglioli delle trattorie romane, la rassegna vuole raccontare lo sguardo di Fellini sulla città
eterna. "Quando Federico Fellini lasciò Rimini per cercare di dare un senso alla sua vita scelse Roma come teatro di quella che sarebbe stata la sua
arte." (Vincenzo Mollica).
Fellini, nato a Rimini nel 1920, nel 1939 si trasferisce nella capitale con la scusa di iscriversi a giurisprudenza. Fin dai primi tempi frequenta il mondo
dell'avanspettacolo e della radio dove, tra gli altri, conosce Aldo Fabrizi, Erminio Macario, Marcello Marchesi e comincia a scrivere copioni e gag. Alla
radio incontra, nel 1943, anche Giulietta Masina che sta interpretando il personaggio di Pallina, ideato dallo stesso Fellini, nella commedia Le avventure
di Cico e Pallina: in ottobre i due si sposano. "Roma è diventata la cornice e il nutrimento di tutta la sua vita, è diventata un teatro di posa sempre pronto
ad accogliere le sue immaginazioni, un'estensione dei suoi sogni, l'unico luogo in cui si sentiva protetto e da cui non voleva mai scappare." (Vincenzo
Mollica).

Mostra "Fellini al femminile"- Inaugurazione 4 ottobre
Promossa dal Comune di Roma e ospitata dal Museo di Roma in Trastevere dal 4 al 25 ottobre 2003 la mostra "Fellini al femminile", a cura di Maite
Carpio e Riccardo di Mambro Santos, ripercorre la rappresentazione della Donna nell'arte felliniana. Ad accogliere il visitatore la gigantografia di un
disegno inedito di Fellini, Autoritratto con marionette, e L'Harem felliniano, una galleria di ritratti con le diverse sfaccettature che il regista ha conferito al
suo ideale di Donna. Il percorso prosegue con La Donna mitologica. Tributo ad Anita, una sezione dedicata alla figura di Anita Ekberg, icona di un'intera
epoca, che rappresenta la trasformazione avvenuta nell'iconografia del regista nel rappresentare una donna dall'alta carica sensuale; La Donna
celluloide, in una stanza vengono proiettate le sequenze più famose ed emblematiche del cinema di Fellini per ricreare il binomio Uomo-Donna nell'ottica
felliniana; Il corpo metamorfico raccoglie i disegni di Fellini raffiguranti il corpo umano con alcune opere a soggetto maschile, altre dedicate alla figura
femminile e una serie di disegni raffiguranti la singolarissima fusione dei due sessi all'interno di uno stesso corpo. Ventinove disegni inediti, realizzati
negli ultimi due anni di vita, sono eccezionalmente esposti in Erotomachia corpus di grande impatto visivo dove il tema dell'universo femminile viene
affrontato in maniera ludica, liberatoria, drammatica ma, al tempo stesso, ironica.

Concerto per Federico Fellini "Volano le canzoni" - 4 ottobre
Nella suggestiva cornice della Piazza del Campidoglio, il 4 ottobre 2003 un grande concerto con la direzione artistica e il coordinamento di Nicola Piovani
e Vincenzo Mollica e la direzione tecnica e l'organizzazione generale Alessandro Nicosia, ricreerà i rapporti tra Fellini e la musica. Il celebre compositore
e direttore d'orchestra, autore delle musiche di Ginger e Fred (1986), L'intervista (1987) e La Voce della luna (1989), attraverso le note farà rivivere
immagini e atmosfere felliniane.

Proiezione del film Roma - ?
Come scrive Claudio Fava, "Roma "è di certo il più "inevitabile" film di Fellini. Un film che, un giorno o l'altro, egli doveva fare fatalmente. In effetti Roma
è una sorta di compendio dei rapporti di Fellini con l'"esterno", con il "resto" del mondo. Un mondo che inizia a Rimini, si ferma per poco tempo a Firenze,
e si rivela e si conclude a Roma, E per spiegare perché è andato a Roma, perché doveva fatalmente andare a Roma, ha fatto un film, come sempre
quando vuol veramente raccontare qualche cosa di se stesso. Si avverte anche l'amore profondo che Fellini nutre per Roma, proprio perché è il suo
palcoscenico: qui il cinema gli si è rivelato. Non potrebbe vivere, crediamo, in un altro posto. E vivere e far film sono per lui, lo sappiamo ormai
benissimo, la stessa cosa." La proiezione di Roma (1972), recentemente restaurato, sarà un'occasione per gustare nuovamente questo film.

Installazioni - da settembre
Racconta Bernardino Zapponi che nel film Satyricon Fellini ripeteva sempre "Voglio fare una ripresa in elicottero di Roma, vederla da sopra, come si
formano le nuvole, riprendere queste grandi masse d'ogni colore che si accumulano, si rompono, si sfilacciano e poi a proposito del ponentino da dove
nasce questo famoso venticello? Da dove parte? Ecco mi piacerebbe" diceva "coglierlo dall'inizio, seguirlo sulla sua via verso Roma, riprendere la gente
che lo sente addosso, mentre è nei più diversi ambienti, al caffè, a letto, per la strada…". Nei luoghi della città a cui Fellini era particolarmente legato
come, ad esempio, Via Veneto, Via Margutta, Fontana di Trevi, Piazza Navona, verranno installate delle strutture. Foto in bianco e nero e pannelli in
italiano ed inglese faranno rivivere e reinterpretare i luoghi legati da ragioni sentimentali e professionali al regista. "Non è un caso che molti luoghi della
città eterna, si siano trasformati in luoghi felliniani. Era il suo sguardo che li trasformava, era la sua arte che li faceva rivivere." (Vincenzo Mollica).

Presentazioni di libri - ottobre - dicembre
In occasione del decennale sono previste le uscite di alcuni importanti libri di scrittori, giornalisti, fotografi che hanno avuto nella loro vita rapporti di
amicizia e di collaborazione con il regista. Tra questi Tullio Kezich, Costanzo Costantini, Tazio Secchiaroli.

Il logo di Milo Manara
Nel luglio 1992 Fellini scriveva: "Le matite, gli inchiostri di china, le mezzetinte, i pennelli dell'amico Manara sono l'equivalente delle scenografie, dei
costumi, delle facce degli attori, degli arredamenti e delle luci con le quali racconto le mie storie nei film. Con un ragguardevole vantaggio in più che forse
costano un po' meno". Filo conduttore della manifestazione "La Roma di Fellini" il Logo creato da Milo Manara e due manifesti: uno che ricorda un
Federico Fellini giovane al suo arrivo nella capitale e l'altro che lo ritrae nel periodo finale della vita con la caratteristica sciarpa rossa e con la Roma
caotica di fine anni Ottanta.

Spettacolo "Fellini jazz"- 30 ottobre
La sera del 30 ottobre 2003 l'Auditorium ospiterà lo spettacolo "Fellini jazz" con le musiche di Pannunzi.




Comitato promotore: Walter Veltroni, Gianni Borgna, Roberto Benigni, Paolo Villaggio, Tullio Kezich, Lietta Tornabuoni, Ettore Scola, Giuseppe Tornatore,
Nanni Moretti, Costanzo Costantini, Maurizio Porro, Pietro Notarianni, Francesca Fabbri, Maddalena Fellini, Francesco Rosi, Michelangelo Antonioni,
Sergio Zavoli, Enzo Biagi, Lucio Dalla, Carlo Patrizi, Mario Longardi, Milo Manara, Nicola Piovani, Vincenzo Mollica, Alessandro Nicosia, Tonino Guerra,
Pupi Avati, Vittorio Boarini.

Comitato organizzatore: Vincenzo Mollica, Alessandro Nicosia, Giovanna Pugliese, Federica Pirani, Stefania Caprioli, Raffaella Fioretta, Walter Verini



Per informazioni: 06/3225380
Ufficio Stampa: Novella Mirri tel. 06/6788874; fax 06/6791943; ufficiostampa@novellamirri.191.it



Roma, 23 luglio 2003

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl