riaprono le iscrizioni per Musicoterapia per soggetti AUTISTICI

333.8366044e-mail: info@musicopoli.com www.musicopoli.com "AUTISMO IN MUSICA" si propone come realtà di un gruppo di lavoro che utilizza la musica come tramite relazionale e comunicativo, un servizio per le famiglie di queste persone per varie ragioni svantaggiate e che hanno spesso difficoltà ad incontrare iniziative musicali ad un prezzo accessibile.

07/set/2006 21.00.00 musicopoli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

riaprono le iscrizioni

 

MUSICOPOLI in collaborazione con

Regione Lombardia, (legge 23/99) e ANGSA Lombardia (www.angsalombardia.it)

 

"AUTISMO IN MUSICA"

sede delle attività: Via Boifava 29/A (ang. Via dei Missaglia)

capolinea MM2 fermata Abbiategrasso A.T.M. 3 - 15 - 79

 

per informazioni: Tel. 02.39661451  cell. 333.8366044

e-mail: info@musicopoli.com                           www.musicopoli.com

 

“AUTISMO IN MUSICA” si propone come realtà di un gruppo di lavoro che utilizza la musica come tramite relazionale e comunicativo, un servizio per le famiglie di queste persone per varie ragioni svantaggiate e che hanno spesso difficoltà ad incontrare iniziative musicali ad un prezzo accessibile.  Non si tratta di musicoterapia, o perlomeno non di quella che classicamente viene così denominata. Si tratta bensì di un nuovo modo di concepire la musica al servizio della psicologia ed in particolare delle attività abilitative e riabilitative in campo psichiatrico. Sotto la direzione del Dott. Ascanio Vaccaro, noto per la pubblicazione di vari libri sulla tematica, tra i quali “Autismo: modelli applicativi nei servizi “ e “Abilitazione e riabilitazione - Dall’assistenza all’autodeterminazione”, una équipe multiprofessionale comprendente le figure dello psichiatra, psicologo e musicista, propongono un servizio d’incontri con cadenza settimanale a persone in età adulta con autismo e diagnosi ad esso assimilabili e correlabili (Disturbi Generalizzati dello Sviluppo), coinvolgendo anche le loro famiglie. Un’altra fascia di persone per le quali appaiono indicati questi gruppi sono quelle con ritardo intellettivo lieve (es. Sindrome di Down). Non si esclude, in base ai posti disponibili, la possibilità di formare due gruppi musica anche per bambini e/o adolescenti con le stesse caratteristiche.

Grandi sono le potenzialità comunicative di un laboratorio di MUSICA applicata a patologie anche gravi e complesse quali quelle di cui ci occupiamo.

 

I partecipanti frequentano in modo alternativo o integrato due laboratori: uno di “musica attiva” ed uno di “musica d’ascolto”.

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl