HUGO PRATT, CORTO MALTESE-COMPLESSO DEL VITTORIANO-VENERDI' 8 SETTEMBRE

HUGO PRATT, CORTO MALTESE-COMPLESSO DEL VITTORIANO-VENERDI' 8 SETTEMBREHUGO PRATTCORTO MALTESELetteratura disegnata Roma - Complesso del VittorianoVia San Pietro in Carcere (Fori Imperiali)venerdì 8 settembre - domenica 15 ottobre 2006COMUNICATO STAMPANell'ambito di "Aspettando_La Notte Bianca", venerdì 8 settembre 2006 presso il Complesso Monumentale del Vittoriano il Sindaco di RomaWalter Veltroni inaugura la mostra dedicata a Corto Maltese, il personaggio più importante creato da Hugo Pratt, uno dei maestri indiscussi delfumetto italiano.

08/set/2006 15.20.00 Novella Mirri Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
HUGO PRATT
CORTO MALTESE
Letteratura disegnata

Roma - Complesso del Vittoriano
Via San Pietro in Carcere (Fori Imperiali)

venerdì 8 settembre - domenica 15 ottobre 2006


COMUNICATO STAMPA

Nell'ambito di "Aspettando…La Notte Bianca", venerdì 8 settembre 2006 presso il Complesso Monumentale del Vittoriano il Sindaco di Roma
Walter Veltroni inaugura la mostra dedicata a Corto Maltese, il personaggio più importante creato da Hugo Pratt, uno dei maestri indiscussi del
fumetto italiano.

L'ampia rassegna Corto Maltese, Letteratura disegnata, che comprende oltre 170 opere tra disegni, acquarelli, parole e materiali inediti, sarà allestita
nel salone centrale del Vittoriano fino al 15 ottobre ed è curata da Vincenzo Mollica e Patrizia Zanotti. Promossa dal Comune di Roma, è coordinata e
realizzata da Alessandro Nicosia (Presidente di Comunicare Organizzando).

Siamo tutti in debito con Hugo Pratt e Corto Maltese, per quello che ci hanno fatto capire della vita, per tutte le volte che ci hanno fatto sognare, per
tutte le avventure che hanno vissuto e tramandato, per tutti i personaggi che hanno incontrato o inventato, per tutte le geografie che hanno
attraversato, per il mondo poetico che ci hanno lasciato. (V. Mollica)

La mostra
La mostra che il Complesso del Vittoriano dedica al noto personaggio del fumettista italiano, vuole presentare una visione legata all'aspetto più intimo
della creazione di Pratt, sottolineando come la scrittura fosse la base di partenza di tutta la sua opera e il disegno diventasse un'altra calligrafia con la
quale integrare le parole scritte.
I luoghi, gli appunti, i particolari meno conosciuti del suo lavoro servono a comprendere meglio i processi che hanno portato alla creazione di pagine
memorabili in cui troviamo tutto il suo mondo vissuto, le persone, gli amici, la gente incontrata.
Pratt era un narratore nato, uno che con lo stesso carisma poteva raccontare una scena fra un soldato tedesco e uno italiano nel deserto, le storie
segrete dei campielli veneziani, i miti e le leggende celtiche o i viaggi di Bougainville nel Pacifico.
In mostra, oltre alle tavole storiche e agli acquarelli più significativi, sono esposte opere inedite e le astrazioni pittoriche realizzate tra 1967 e il 1986,
rappresentate da tre serie di serigrafie.

La mostra Corto Maltese, Letteratura disegnata si articola in sette sezioni: attraverso i grandi temi delle sue creazioni, il mare, le donne, l'amicizia, la
letteratura, la magia, l'avventura, gli addii, è un viaggio nell'arte del fumettista, in quel suo mondo nutrito da migliaia di libri, film, carte geografiche,
vecchie illustrazioni, figurine, colori, pennelli, fotografie, appunti scritti ovunque, tracce di storie mai finite, dialoghi, schizzi, strisce che aspettavano di
essere disegnate e partivano sempre con lui in una curiosa valigetta che spesso era il suo unico bagaglio.
Nell'ambito di un lungo percorso artistico evolutivo, risulta evidente che oltre alla vasta produzione di tavole per i libri a fumetti, l'altra dimensione
nella quale l'artista si trova più a suo agio è senz'altro quella dell'acquarello.
Veloce da eseguire e facile da trasportare in viaggio, di grande impatto evocativo e libertà interpretativa, possiede le caratteristiche adatte alla
personalità grafica, artistica e itinerante di Pratt: l'acquarello gli conveniva, perché è nemico di ogni tecnica di ripensamento, è un'arte della velocità al
servizio della contemplazione. Quando tirava fuori la scatola di "Winsor e Newton", un foglio, un pennello, ciò che lo guidava era il desiderio di
conservare una traccia, il ricordo di una visione.

La rassegna vuole essere un'esplorazione in un mondo fatto di sogni e di fantasia, perchè come diceva lo stesso Pratt: Io penso che la fantasia sia un
fatto importante, la fantasia è sempre qualcosa di dorato…per andare via anche dal mondo grigio, in cui si deve sempre discutere.

In occasione della Notte Bianca, verrà allestito un maxi schermo all'ingresso del Complesso Monumentale del Vittoriano sul quale verrà proiettato un
ritratto dell'artista al lavoro e un'intervista a Hugo Pratt realizzata da Vincenzo Mollica.


Catalogo: Lizard edizioni; € 27,00


Da domenica 10 settembre al 15 ottobre 2006
INGRESSO: 6 € intero - 4 € ridotto
Orario: dal lunedì al giovedì 9.30 -19.30; venerdì e sabato 9.30 - 23.30; domenica 9.30 - 20.30
Per informazioni: tel. 06/6780664
Ufficio Stampa: Novella Mirri, tel. 06/6788874; cell. 335/6077971; ufficiostampa@novellamirri.191.it
Assistenti: Paola Saba, Allegra Seganti, Annalisa Inzana



"Aspettando… La Notte Bianca" venerdì 8 settembre ingresso libero dalle 19.30 alle 24.00
"La Notte Bianca" sabato 9 settembre ingresso libero dalle 18.00 alle 8.00 di domenica 10



Roma, settembre 2006

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl