ANDREA AQUILANTI-ROMA TEATRO INDIA-4/28 OTTOBRE 2006

04/ott/2006 14.20.00 Novella Mirri Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.



COMUNICATO STAMPA

Andrea Aquilanti
Teatro

Press preview: mercoledì 4 ottobre 2006, ore 11.00
Inaugurazione: mercoledì 4 ottobre 2006, ore 18.00
TEATRO INDIA, Via Luigi Pierantoni, 6 - ROMA

Il 4 ottobre inaugura al Teatro India la mostra "Teatro" di Andrea Aquilanti, artista tra i più interessanti dell'attuale scena artistica italiana.

The Gallery Apart, la cui esperienza nasce dall'evoluzione d'una passione collezionistica, e NOTgallery, promotore di un proprio programma
curatoriale, hanno unito le forze per dare vita all'innovativo progetto di Andrea Aquilanti.

"Teatro" nasce dal preciso intento di proporre un nuovo modo di fruire l'esperienza artistica attraverso una analisi della percezione visiva.
Quotidianamente ci può capitare di vedere un albero e la nostra reazione può essere duplice: possiamo analizzarne le caratteristiche strutturali o
possiamo non focalizzare lo sguardo sull'albero ma lasciare che il nostro campo visivo sia pervaso da tutto l'ambiente circostante consentendo così che
l'albero "entri" dentro di noi attraverso gli occhi. Nel primo caso compiamo un'azione visiva che ha per scopo una conoscenza analitica della realtà.
Nel secondo caso l'azione visiva da' maggior spazio alla percezione complessiva del reale.

Che cosa accade quando le due forme di percezione ed interpretazione sono proposte simultaneamente? E' la domanda che pone e si pone Andrea
Aquilanti con la sua installazione al Teatro India.

L'artista propone una installazione che opera uno "sfondamento virtuale" di tre arcate di uno degli edifici di archeologia industriale del Teatro India,
portando lo spettatore a considerare l'edificio in rapporto al paesaggio circostante.
Sulle due arcate laterali un video proietterà in tempo reale le porzioni del paesaggio alle spalle delle arcate stesse. La proiezione sarà sovrapposta al
disegno dello stesso paesaggio realizzato dall'artista sulle pareti. Nell'arcata centrale invece il disegno resterà l'unico protagonista.

Andrea Aquilanti ha scelto di costruire più che una installazione, una vera e propria esperienza artistica e visiva che tenti di generare nell'osservatore
un'anomalia percettiva, sovraccaricandolo di informazioni simili ma del tutto differenti.
I due diversi modi di vedere il disegno e il video corrispondono infatti ad una diversa azione dell'apparato visivo e ai differenti modi che hanno i due
emisferi cerebrali di interpretare le informazioni che provengono dalla vista.

Il fatto di operare all'interno di un contesto teatrale da' inoltre all'opera di Aquilanti la valenza di una riflessione sulla storia della scenografia e della
sperimentazione di un modello di scenografia teatrale del futuro: modello che recupera con l'ausilio delle nuove tecnologie, l'antica matrice
paesaggistica abbandonata nel corso dei secoli, quando molti generi di intrattenimento teatrale furono progressivamente spostati dai giardini delle
corti signorili in ambienti interni ai palazzi, sostituendo lo sfondo reale del paesaggio con la scenografia dipinta.
In questa ottica, e per il solo giorno dell'inaugurazione, Filippo Timi reciterà un testo appositamente concepito per l'occasione da Marco Lodoli.

La mostra realizzata in collaborazione con Teatro di Roma, sarà accompagnata da un catalogo che, oltre al citato intervento di Marco Lodoli, conterrà
un testo del curatore, Alessandra Maria Sette, ed avrà in allegato un piccolo trattato di scenografia teatrale contemporanea a cura di Marco Izzolino.

ANDREA AQUILANTI è nato a Roma, dove vive e lavora.
Ha esposto in numerosi spazi pubblici e privati in Italia e all'estero, tra cui:
Galleria Nazionale d'Arte Moderna ( I misteri di Roma), Galleria Comunale d'Arte Moderna e Contemporanea (Cantieri Romani), Palazzo della
Farnesina ( Arte Italiana per il XXI secolo), Palazzo delle Esposizioni (Giovani artisti IV) e Museo Laboratorio d'Arte Contemporanea Università La
Sapienza (Voliera) a Roma , Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci ( Futurama) a Prato, Palazzo Reale (Quadriennale - Anteprima) e PAN
(Napoli presente - Posizioni e prospettive dell'arte contemporanea) a Napoli , Fuori Uso a Pescara, Galleria d'Arte Moderna ( Officina Italia) a
Bologna, e Istituto di Cultura Italiano (Campagna Romana) a Londra;
Gallerie NOTgallery a Napoli, Antonio Colombo Arte Contemporanea a Milano, Oddi Baglioni, Nuova Pesa e Ugo Ferranti a Roma, Estro a Padova,
Alessandro Bagnai a Siena, Natalie Obadia a Parigi, Pici Gallery a Seul, Design Center a Tokyo e Tembodai Sky Gallery ad Osaka .



SCHEDA INFORMATIVA:
MOSTRA: ANDREA AQUILANTI, Teatro
PRODUZIONE ED ORGANIZZAZIONE: The Gallery Apart - Roma: info@thegallaryapart.it , www.thegalleryapart.it
CURATELA : Alessandra Maria Sette
CONSULENZA SCIENTIFICA: NOTgallery - Napoli - info@notgallery.com , www.notgallery.com
SEDE: Teatro India - Via Luigi Pierantoni, 6 - ROMA
PRESS PREVIEW: mercoledì 4 ottobre 2006, ore 11,00
INAUGURAZIONE: mercoledì 4 ottobre 2006, ore 18,00
DURATA MOSTRA: 4 - 28 ottobre 2006
ORARI MOSTRA: dal martedì al sabato dalle ore 17,00 alle ore 21,00
INGRESSO GRATUITO
INFORMAZIONI: 06-6875445
LINK TEATRO INDIA: http://www.teatrodiroma.net/teatroIndia.asp
UFFICIO STAMPA:
Novella Mirri, tel. 06/6788874; cell. 335/6077971; ufficiostampa@novellamirri.191.it
Assistenti: Paola Saba, Allegra Seganti, Annalisa Inzana


Roma settembre 2006

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl