incontro diocesi di pisa

20/gen/2014 10.13.01 Festival Spiritus Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
PIETRASANTA �“ “CRISTO non può essere diviso”: ovvero un incontro, nell’ambito della settimana di preghiera ecumenica, che si terrà mercoledì a partire dalle 19,30 nella cappella della suore alla Rocca di Pietrasanta.   La serata  inizierà con la preghiera e dopo un buffet conviviale ci sarà la conferenza-dibattito. Terminata la presentazione del Gruppo di Impegno ecumenico e del tema di quest'anno (la prima lettera ai Corinti di San Paolo), seguirà l’importante testimonianza di una famiglia interconfessionale: Marco Sommani, valdese e Francesca Del Corso, invece cattolica, che  racconteranno le difficoltà incontrate e il comune impegno nel SAE (Segretariato per le Attività Ecumeniche), fondato dopo il Concilio da Maria Vingiani. A rappresentare il gruppo Ecumenico della Arcidiocesi di Pisa, oltre alla coppia, ci saranno Sivlia Nannpieri e don Elvis Ragusa. <Ogni anno �“ spiegano i rappresentanti del gruppo - oltre a pregare insieme con i cristiani delle altre confessioni e a fare incontri di reciproca conoscenza, scegliamo un progetto di solidarietà concreta da condividere. Quest'anno abbiamo scelto di devolvere la colletta alla cittadella di Rondine,  una Onlus che svolge un ruolo attivo nella promozione della cultura del dialogo e della pace, tramite l’esperienza concreta dello Studentato Internazionale. Nel borgo medievale di Rondine (Arezzo) convivono studenti provenienti da paesi in conflitto dei Balcani, del Caucaso, del Medio Oriente e dell’Africa e sperimentano una vita di convivenza, di formazione e di studio. I giovani del progetto, una volta completato il ciclo di studi (corso di laurea o master), rientrano nel paese di origine per testimoniare, nei luoghi del proprio impegno professionale e civile, la concreta possibilità del dialogo e della pacifica convivenza. L’insieme delle attività artistiche, culturali e spirituali che si promuovono nella Cittadella, intrecciate al percorso formativo dei giovani dello Studentato Internazionale �“ concludono -  fanno di Rondine una permanente “Scuola Europea della Pace”, aperta a tutti e articolata in forme e tempi diversi per permettere la massima partecipazione>.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl