mobilitazione il 29 marzo per fiaccolata a Bracciano

21/mar/2014 15.48.39 luca pagni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Bracciano ed il suo territorio pare siano stati designati a ricevere una MEGA DISCARICA che prenderà il posto di Malagrotta.

Presso la Regione Lazio si è tenuta ieri una Conferenza dei Servizi che pare non sia riuscita ad aggirare la legislazione vigente, che tutela le aree naturali protette e vincolate tra   il lago di Bracciano e le necropoli etrusche di Cerveteri, dove insiste la discarica di servizio di Cupinoro.

Nonostante diversi pareri negativi espressi da Soprintendenze, MIBACT e Parlamento Europeo, più amministratori pubblici pare che abbiano demandandato la decisione al Consiglio dei Ministri, unico organismo ad avere il potere di farlo e si prevede che entro 45 giorni il territorio vincolato e protetto tra Bracciano e Cerveteri si trasformerà ufficialmente nel polo industriale dei rifiuti della Regione Lazio, con potenziale grave danno ad ambientale, turismo e dei mercati agricoli ed immobiliari del quadrante a nord ovest di Roma.

La popolazione dei vari comuni non accetta questa imposizine dall'alto e reagisce mobilitandosi, oltre che con i  3 ricorsi già avviati, organizzando l'ennesima fiaccolata per sabato 29 marzo.

Il Comitato Stop Discarica  (braccianostopdiscarica@gmail.com)e l'associazione Salviamo Bracciano (salviamo.bracciano@gmail.com) invitano tutti al passaparola ed a partecipare, portando almeno 3 persone a testa, stampando e divulgando il volantino e, per chi lo desiderasse, di contribuire alla organizzazione della fiaccolata, per tutelare ambiente ed economie locali che interessano tutti.



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl