Lettre d'information du Centre Culturel Français

16/nov/2006 14.49.00 Centre Culturel Français de Turin Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 
 
 

 
 
L'Agenda del Centre fino a dicembre
E' disponibile cliccando qui il pdf dell' agenda trimestrale del Centre con il programma dettagliato delle attività culturali e linguistiche, da settembre fino a dicembre 2006, oppure è possibile ritirarne una copia al Centre.
Esposizione delle opere di Saâdane Afif
fino al 9 dicembre 2006

Sphinx, 2004

Suspense, 2005


In collaborazione con la Galleria Maze

Le opere
La sfinge di Saadane Afif si presenta come installazione enigmatica, all’apparenza minimale. In realtà all’interno del cubo in vetro nero, scopriamo una luce, mentre sul blocco bianco le parole di un testo che descrivono un austronauta e le sue qualità ci portano inconsciamente ad associare le doti dell’uomo dello spazio a quelle di un bravo artista.

Suspense rappresenta lo scorrere del tempo e il futuro imprevedibile.
Prende il nome dalla sua installazione a parete, come tre puntini di sospensione...
...Tre orologi ciechi in plexiglas nero; il suono dei tre tic-tac crea uno strano ritmo, un suono che ci trasporta verso i nostri ricordi più intimi.

L'autore
Saâdane Afif nasce a Vendôme, in Francia, nel 1970. Attualmente vive e lavora a Berlino.
Il suo lavoro si distingue per la varietà di linguaggi interpretativi e per la marcata tendenza alla sperimentazione.
Elementi caratteristici delle sue installazioni sono l’accumulazione, controllata, di significato e significante, l’enunciazione e l’interpretazione attraverso la procedura del dislocamento ed il carattere poetico della sua soluzione finale. Punto di partenza è la consapevolezza dell’artista di non voler essere lo specchio della società quanto il filtro attraverso il quale la medesima viene incanalata per lo spettatore.
I suoi lavori diventano containers attraverso i quali offrire una particolare e personale visione del mondo.
Confrontandosi con le sue proposte lo spettatore è sfidato, psicologicamente e mentalmente, a reagire agli stimoli creati dalla forte componente scenografica. In questo senso, la sovrapposizione del tattile, gli aspetti visivi e sonori, insieme all’interazione spaziale, conferiscono alla sua opera una forte impronta ambientale.
Artista polivalente, i suoi registri stilistici spaziano dal caldo al freddo, dal buio alla luce, dal sussurro al grido.
Da sempre interessato all’enfasi degli elementi procedurali e interdisciplinari sui quali basa la sua produzione, il suo lavoro è interpretato come un organismo vivente, che non esaurisce se stesso e si dispiega nel tempo e nello spazio descrivendo una delle traiettorie più stimolanti del panorama contemporaneo (tratto da un commento di Alfonso Palacio).

L’artista è presentato in Francia dalla Galleria Michel Rein.

Cliccando sull'articolo potrete accedere al sito della Galleria Maze, per ulteriori informazioni sull'artista e sulle sue opere.
Rassegna di cinema Banlieues et Migrations
dal 7 al 30 novembre

Il Centre Culturel Français è lieto di arricchire la sua programmazione cinematografica con la rassegna “Banlieues et Migrations”. I sette film in programma si offrono allo spettatore come altrettanti spunti di riflessione che i giovani registi propongono su un tema quanto mai attuale.
Le rappresentazioni delle banlieues e dei loro abitanti che veicolano i film presentati spaziano dalla cronaca sociale alla commedia, passando dal musical hip hop e dall’indagine documentaria. Non saprebbero però limitarsi allo spazio socio-culturale delle periferie francesi, la cui comprensione si rivela strettamente legata alla storia dell’immigrazione francese. Così il Centre Culturel, dopo il successo del festival franco-tedesco « Cinema e arte del métissage », intende proseguire una riflessione sui meccanismi dell’integrazione e dell’identità interculturale. In questa prospettiva, il primo lungometraggio di Rabah Ameur-Zaïmeche, Wesh Wesh, qu’est-ce qui se passe ? illustra la situazione delle varie generazioni d’immigrati a cavallo tra due identità, due società. Giovane regista del cosiddetto “cinema delle banlieues”, genere affermato da dieci anni e L’odio di Mathieu Kassovitz nel paesaggio cinematografico francese, Rabah Ameur-Zaïmeche, il cui ultimo film Bled Number One è stato premiato a Cannes quest’anno, descrive il mondo di contraddizioni che si nasconde dietro le apparenze di una relazione normale alla Francia ed al Maghreb. Questa dimensione dell’immigrazione dove si mischiano l’amore e il dispetto, la rabbia e la serenità, è generato dal costante interrogarsi sull’erranza mentale tra le due rive del Mediterraneo, come illustrano La traversée e Voyage en sol majeur, entrambi premiati al 28esimo Festival Cinéma du Réel di Parigi.

Le prossime proiezioni

Martedì 21 Novembre
« Voyage en sol majeur », un film di Georgi Lazarevski, 2005, 54’

Martedì 21 Novembre
« La traversée », un film di Elisabeth Leuvrey, 2006, 55’

Giovedì 23 Novembre
« Samia », un film di Philippe Faucon, 2000, 75’

Martedì 28 Novembre
« Wesh Wesh, qu’ est-ce qui se passe ? », un film di Rabah Ameur-Zaïmeche, 2002, 90’

Giovedì 30 Novembre
« Voisins, Voisines », un film di Malik Chibane, 2005, 90’

I film saranno proiettati alle ore 19.
L’ingresso alle proiezioni è libero, nel limite dei posti disponibile.


E' a disposizione del nostro pubblico una rassegna stampa sul tema quanto mai attuale degli scontri nelle periferie parigine, presso la mediateca del Centre Culturel.

Le sinossi dei film della rassegna sono disponibili sul sito, cliccando sull'articolo.
Film televisi di Claude Chabrol al Centre Culturel
Da lunedì 13 a giovedì 16 novembre 2006

per TorinoFilmFestival 2006

Programma delle proiezioni
Lunedì 13 novembre , ore 18.OO
"L’échafaud magique", 1979, 94’
Lunedì 13 novembre, ore 19.30
"Le tramway fantôme", 1979, 89’

Martedì 14 novembre, ore 17.00
"Les affinités électives", 1981, 117’
Martedì 14 novembre, ore 19
"La danse de mort", 1982, 124’

Giovedì 16 novembre, ore 18.00
"L’escargot noir", 1988, 88’
Giovedì 16 novembre, ore 19.30
"Maux croisés", 1989, 90’

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti in sala
Informazioni e prenotazioni gruppi: ccf.prog.turin@france-italia.it


Cliccando sull'articolo si accede alla scheda con le sinossi dei film presentati.
Retrospettiva dedicata a OLIVIER ASSAYAS
IL DISORDINE DEI SENTIMENTI

Sottodiciotto Film Festival, in collaborazione con Museo Nazionale del Cinema e Centre Culturel Français de Turin, ospiterà la retrospettiva completa dell’opera di Olivier Assayas, che sarà ospite del Festival in occasione della personale a lui dedicata.
Ultimo vero erede della Nouvelle Vague, il regista ha firmato finora 11 lungometraggi, tra cui Désordre (1986), vicenda ambientata tra le bande giovanili; L'eau froide (1994), bellissimo e struggente affresco sull'adolescenza e i suoi conflitti, sulla rabbia e l'ansia di vivere; Clean (2004), un film duro, limpido, positivo, premiato a Cannes per la splendida interpretazione di Maggie Cheung. Alla sua opera sarà dedicata una monografia curata da Stefano Boni e Massimo Quaglia, pubblicata dalle edizioni di Cineforum, che conterrà una lunga intervista al regista a cura del direttore dei Cahiers du Cinéma Jean-Michel Frodon e numerosi saggi scritti da studiosi e critici italiani. La retrospettiva verrà inaugurata durante Sottodiciotto e proseguirà a manifestazione conclusa, all’interno della programmazione del Cinema Massimo curata dal Museo del Cinema.

Il Disordine dei sentimenti è in vendita presso il Centre Culturel.

Cliccando sull'articolo si accede al sito dell'AIACE Torino, dal quale è possibile scaricare il programma del Festival, il bando di concorso ed il regolamento.
Giornata d'orientamento
“Studiare in Francia e in Germania: quali opportunità?”

Giovedì 23 novembre
Ore 9-12 Politecnico di Torino - Corso Duca degli Abruzzi, 24 (indirizzo scientifico)
Ore 14.30-18 Università degli Studi di Torino - Aula Magna del Rettorato, Via Po, 17 (indirizzo letterario ed economico)


Manifestazione organizzata dal Centre Culturel Français di Torino e dal DAAD Roma
In collaborazione con l’Ufficio Mobilità Studenti del Politecnico di Torino e la Divisione Ricerca e Relazioni Internazionali dell’Università degli Studi di Torino.

L’obiettivo di questa manifestazione è di promuovere gli studi superiori francesi e tedeschi nell’ambito della collaborazione tra il Centre Culturel e il Goethe Institut Turin. Mira a presentare i sistemi universitari francesi e tedeschi, i percorsi formativi di eccellenza proposti da Francia e Germania (in particolar modo nelle “grandes écoles” francesi), le possibilità di finanziamento e gli sbocchi lavorativi di un percorso formativo internazionale. Verranno inoltre illustrate le opportunità offerte dagli Atenei torinesi in tale ambito (borse Erasmus e Leonardo, doppie lauree, dottorati in cotutela ecc.).

Si rivolge agli studenti di tutte le Facoltà dell’Università e del Politecnico, così come agli allievi che conseguiranno il diploma di maturità nelle sezioni bilingue piemontesi, al Lycée français Jean Giono e negli altri licei piemontesi.

Interverranno
- Philippe Sibeaud, vicedirettore del CCF e addetto alla cooperazione per il francese
- Jean-Claude Arditti, responsabile del gruppo Italia della Conférence des Grandes Ecoles,
vice segretario generale dell'AFIRIT
- Pier Maria Furlan, segretario generale dell’Università Italo-Francese
- Ulrike Stepp, responsabile del DAAD Roma
- Philippe Oster, responsabile delle relazioni internazionali della CCIP
- responsabili della Divisione Relazioni Internazionali dell’Università degli Studi e del Politecnico di Torino
- docenti dei due Atenei responsabili di doppie lauree e di cotutele di dottorato
- alcuni studenti che hanno seguito percorsi di studi binazionali

Verrà distribuita ai partecipanti una documentazione sugli argomenti trattati nel corso della giornata.

Ingresso libero nel limite dei posti disponibili.

Per ulteriori informazioni:
ccf.coopling.turin@france-italia.it, 011 515 75 32
daad-rom@libero.it, 06 85 30 16 66
arearicerca-rapportinternazionali@unito.it, 011 670 4397 / 4387
mobilita.studenti@polito.it, 011 564 6115 / 6247 / 6122 / 5961


Il programma dettagliato della giornata d'orientamento è disponibile sul sito, cliccando sull'articolo.
Seminario informativo
Imparare la lingua francese in Piemonte: una scelta vincente!

Lunedì 20 novembre 2006

dalle 9.30 alle 13.00

presso la Sala Multimediale di C.so Regina Margherita 174


L' Ambasciata di Francia in Italia, la Regione Piemonte e l'Ufficio Scolastico Regionale del Ministero della Pubblica Istruzione propongono un seminario informativo aperto a tutti, il cui oggetto sarà illustrare i vantaggi dell'apprendimento della lingua francese oggi in Piemonte. Si approfondirà l’importanza dello studio della lingua francese sia sotto il profilo scolastico, sia sotto il profilo della sua spendibilità in campo economico-commerciale.

Interverranno
- Giovanna PENTENERO, Assessore all’Istruzione e alla Formazione professionale della
Regione Piemonte
- Anna Maria DOMINICI , Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per il
Piemonte - Ministero della Pubblica Istruzione
- Madame Odile REMIK, Console Generale di Francia a Torino
Moderatore :
- Ernesto FERRERO, Direttore della Fiera Internazionale del Libro di Torino
- Monsieur Didier BOURGUIGNON, Chef de la Mission économique Française de Milan;
- Madame Marie-Berthe VITTOZ, Università di Torino
- Monsieur Mehdi DRISSI, Attaché de Coopération éducative et Directeur Adjoint du Bureau
de Coopération linguistique et artistique de l’Ambassade de France en Italie
- Madame Sabrina GRASSI-FOSSIER, Directrice du Centre Culturel Français de Turin
- Monsieur Philippe SIBEAUD, Attaché de Coopération pour le Français
- Madame Manuela VICO, Directrice de l’Alliance française de Cuneo
- Andrea PININFARINA, Presidente e Amministratore delegato Pininfarina Spa, Vice Presidente della Confindustria

Corsi e formazione linguistica
E' disponibile presso la nostra sede la nuova brochure del Centre, con tutte le informazioni sui corsi di francese, le attività culturali e quelle di cooperazione linguistica.
E' possibile ritirarne una copia al Centre o scaricarla dal sito.

I corsi di francese e gli ateliers
Per chi desidera imparare il francese in modo ludico, unendo lo studio della lingua ad una passione...
Atelier conversation
Atelier d’Arts Plastiques "Ombres et lumières"
Atelier Panorama de la chanson française
Atelier théâtre
Atelier traduction
Atelier écriture
Atelier littérature française et francophone
Atelier vidéo
Atelier Revue de presse
Atelier Cinéma

Avvisi
Le iscrizioni per gli esami DELF/DALF - sessione di febbraio 2007 saranno aperte fino al 12/12/2006, dal lunedi al venerdi dalle 11 alle 18.
E' possibile scaricare dal sito i moduli per le iscrizioni agli esami, cliccando sull'articolo.

E' possibile iscriversi a tutti i corsi e gli ateliers in qualsiasi momento dell'anno.
 
Cancella la registrazione|Annuler l'inscription
A cura di Xaos Systems
Tutti i diritti riservati © France-Italia.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl