Valerio Dehò per Silvia Fiorentino/mostra Ancona, Mole Vanvitelliana

23/giu/2014 10.43.31 Gabiella Papini Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Qui sotto e in allegato, comunicato stampa con scheda tecnica, saggio in catalogo di Valerio Dehò e immagini della personale di Silvia Fiorentino, alla Mole Vanvitelliana di Ancona.  Cordiali saluti. Gabriella Papini – Ufficio Stampa mostra

 

Percepire il soffio

Installazioni, sculture, pitture, disegni, audio testi

 personale di Silvia Fiorentino

 

Ancona, Mole Vanvitelliana, 16 Luglio - 7 Settembre 2014

Inaugurazione: 16 luglio ore 19

 

"Vi è una sospensione vitale nell'opera di Silvia Fiorentino, una forma di silenzio che lascia intuire la parola, qualcosa che non ha ancora una definizione ma potrebbe averla da un momento all'altro come potenzialità sospesa….Mostrare il corpo senza rappresentarlo, soffiare la parola senza costruire un linguaggio, suggerire il primitivo con un' arte colta ed evoluta, sposare la parola al segno unendo materiale a immateriale: alcune polarità dell'arte  della Fiorentino sono queste".

Così scrive Valerio Dehò nel saggio in catalogo della mostra da lui curata e allestita  

dal 16 luglio al 7 settembre 2014,  ad Ancona nelle sale del Museo Tattile Statale Omero alla Mole Vanvitelliana.  "Percepire il soffio"  raccoglie oltre  30 lavori  di Silvia Fiorentino comprendenti installazioni, sculture, pitture, disegni e audio testi realizzati dal 2000 ad oggi. Un segno che cerca la sua forma, la sua voce da contrapporre al silenzio. Ecco allora l'importanza data al disegno, una sorta di "parola visiva" rintracciabile sia nelle tele che negli arazzi "nel mio paesaggio" e "mater" .

Una "polarità fra corpo e parola" che si ritrova anche nelle sculture di tela ,corpi femminili, troncati, cuciti in cui domina il silenzio e parla la fisicità. Uno stato di sospensione prima della parola: paradigmatici in questo senso gli "Ex voto" in ceramica.

Nelle installazioni è riconoscibile la complessità del messaggio della Fiorentino come nelle sue "Architetture sentimentali",  in cui unisce disegno, fotografia e scultura e "Lanterna magica", una moderna narrazione dell'apocalisse al femminile alla maniera delle tradizionali lanterne girevoli.

Vari sono i lavori pensati appositamente per il Museo Omero tra cui : "Percepire il soffio", un'opera nata per raccontare la possibilità di unire le differenze - destra e sinistra, razionale e irrazionale, femminile e maschile - e di fare il vuoto per accogliere il bello.  Con l'ausilio di Enrico Trillini  e del  laboratorio "contrada Montefiore 66”, ecco rappresentate forme organiche in ceramica:  "Due sguardi", in cui  l'artista rappresenta la mutazione nella ripetizione e l'equilibrio fra pieno e vuoto, alto e basso. Opere da vedere e da toccare, come è tradizione del Museo Omero, con disegni e tele tradotti a rilievo dallo staff  professionale interno del Museo per essere fruibili  al tatto anche da parte di visitatori non vedenti.

La mostra è promossa dal Museo Tattile Statale Omero  ed è inserita nel  calendario della rassegna culturale estiva "Sensi d'estate", percorsi multisensoriali di arte, teatro, musica, odori e sapori, giunta alla XIII edizione. L'allestimento è curato dalla stessa artista con l'ausilio di Alessandro Cagnolati e Manrico Rocchi. Il catalogo della mostra, edito dal Museo Omero su progetto grafico di Loretta Tavoloni, presenta in 40 pagine la sostanza creativa dell'artista e un’ampia rassegna dei suoi più recenti lavori e momenti espositivi.

Info mostra:

Orario apertura Mostra: giovedì, venerdì 18 - 22; sabato e domenica 10 - 13; 18 - 22; tutti i mercoledì dal 16 luglio al 20 agosto la mostra sarà aperta dalle 18 - 24 in occasione della rassegna culturale estiva "Sensi d'estate". La mattina aperto su prenotazione per gruppi.

Ingresso: libero. Sono previste visite guidate e attività laboratoriali in collaborazione con l'artista.

A cura dei Servizi Educativi del Museo Tattile Statale Omero. Prenotazione obbligatoria. Costo di 3 euro a persona, esclusi disabili, docenti e accompagnatori.

 

INFO MOSTRA- UFFICIO STAMPA:

Ufficio Stampa: Gabriella Papini, 071200648-3475080306, info@gabriellapapini.com-www.gabriellapapini.com - Comunicazione Museo: Monica Bernacchia,

0712811935, monica.bernachia@museoomero.it

Museo Omero: 071 28 11935  info@museoomero.it - Web: www.museoomero.it

 

 

Ancona, 23 giugno 2014

 

 

 

"ECONOMIA&CULTURA"-Gabriella Papini
sede legale e direzione, V.le Vittoria 16 - 60123 ANCONA
unità operativa di redazione, Via Palestro 27 - 60122 ANCONA
telfax 071200648 -  3475080306 - 3338358071
www.gabriellapapini.com

 

INFORMATIVA AI SENSI DEL D.LGS.196/03- Le informazioni contenute in questo messaggio di posta elettronica e/o nel/i file/s allegato/i, sono da considerarsi strettamente riservate. Il loro utilizzo è consentito  esclusivamente al destinatario del messaggio, per le finalità indicate nel messaggio stesso. Qualora riceveste questo messaggio senza esserne il destinatario, Vi preghiamo cortesemente di darcene notizia via e-mail all’indirizzo info@gabriellapapini.com e di procedere alla distruzione del messaggio stesso, cancellandolo dal Vostro sistema; costituisce comportamento contrario ai principi dettati dal Dlgs. 196/2003 il  trattenere il messaggio stesso, divulgarlo anche in parte, distribuirlo ad altri soggetti, copiarlo, od utilizzarlo per finalità diverse.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl