Domani, 16 luglio, ultimo spettacolo della rassegna "Penziere mieje"

15/lug/2014 18.25.05 Raffaele Catello Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

                                               

Mercoledì 16 luglio
Chiusura di “Penziere mieje”,
rassegna a cura dell’accademia vesuviana del teatro


Teatro Di Costanzo �“ Mattiello
Pompei (Na)

 

Chiude domani, mercoledì 16 luglio la rassegna teatrale Penziere Mieje”, a cura dell’Accademia Vesuviana del Teatro.

lo spettacolo di chiusura sarà “Non ti pago” di Eduardo De Filippo.

Ferdinando Quagliuolo è il proprietario di un banco lotto all’interno del quale spende soldi in quantità per giocare biglietti con numeri che gli vengono suggeriti dal suo fido servitore Aglietiello. Ciò nonostante non vince mai. Sarà  Bertolini,  suo aiutante nel banco lotto nonché fidanzato di sua figlia , a vincere una somma di quattro milioni con numeri che il papà  defunto di Ferdinando gli ha dato in sogno. Ciò farà andare su  tutte le furie il povero Ferdinando Quagliuolo che “sequestra”il biglietto a Bertolini e lo maledice . È questa una commedia di Eduardo in cui  il mondo dell’aldilà si confonde con quello dei vivi , in cui la fantasia  si confonde  con l’anima , è la superstizione  con la fede.

L’ingresso per tutti gli spettacoli è gratuito. Inizio ore 21




L’accademia vesuviana del teatro nasce nel 2007 con l’obiettivo primario di dare ai giovani e ai meno giovani del territorio vesuviano un’occasione per esprimere le loro qualità, coltivare le loro passioni ma soprattutto rappresentare per loro la realizzazione di un sogno. L’Accademia Vesuviana del Teatro ha ricevuto  nel Maggio del 2012 dalla Polizia di Stato un attestato di benemerenza così motivato: Per l’alto valore sociale e per l’impegno profuso  nel diffondere la cultura della legalità attraverso progetti di teatro, musica e danza; centro di aggregazione per i giovani che attraverso l’arte e con la realizzazione di spettacoli, diventano testimoni di una società più giusta e libera dalla violenza, diffondendo i valori di giustizia e coraggio sia nella loro terra, che nei centri di giustizia minorile”.

In un’epoca di grande difficoltà dove si cerca di uniformare tutto e tutti, in cui si cerca di  manipolare i “penzieri” della gente, il teatro rimane comunque una forma d’arte che riesce a dare stimoli, a far sperimentare i propri sentimenti, le proprie emozioni, la propria creatività. Con questa rassegna Gianni Sallustro ed i suoi allievi vogliono festeggiare la mente, la creatività, la libertà di pensiero.

Obiettivo dell’Accademia Vesuviana del Teatro

Con la nostra scuola vogliamo “sfornare” talenti vesuviani da poter inserire in produzioni teatrali e cinematografiche. A tal proposito ricordiamo che sono stati già prodotti alcuni spettacoli in cui sono stati impegnati alcuni allievi, come “Mater Courage” di Brecht, regia di Michele Del Grosso che ha avuto un grande successo di critica nella stagione teatrale 2013-2014 ed una menzione come migliore novità teatrale dalla Federico II. Ricordiamo “Sogno di una notte di mezza estate” di Shakespeare, regia di Gianmarco Cesario, e “Acino di fuoco” di Mario Pireira , che ha visto i nostri allievi impegnati nella stagione teatrale 2012-2013. Altri allievi sono stati scelti in produzioni televisive come “Un posto al sole” , “Gomorra, la serie”, “Squadra antimafia”.

Gianni Sallustro.

 

Contatti Accademia : www.accademiavesuvianadelteatro.it

Telefono : 081 528 94 61        331 35 32 137


--
Lello Catello
Ufficio Stampa - Comunicazione - Eventi
raffaelecatello@gmail.com - 333 3871968
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl