Bracciano: il degrado regna sovrano...

19/lug/2014 17.44.42 luca pagni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Bracciano: il degrado regna sovrano...

A CURA DI LUCA PAGNI

Sabato 19 luglio 2014 a Bracciano (RM), nel giardino pubblico comunale, sito tra le poste e la stazione a pochi passi dal Comune di Bracciano, il consigliere di maggioranza Remo Eufemi ha incontrato un gruppo di cittadini schifati e preoccupati per lo stato di degrado ambientale sia dell'area verde locale che dell'area giochi di Bracciano Nuova, da dove i bambini possono scappare e finire      investiti dai veicoli a motore sulla strada, oltre che cadere in dirupi o tagliarsi con le lamiere del Centro Civico ancora non inaugurato. 

L'idea era quella di effettuare una pulizia collettiva e volontaria del giardino pubblico comunale, perché stanchi di dover portare i bambini a giocare tra vetri di bottiglie, siringhe, topi ed uccelli morti, sotto lo sguardo delle telecamere di sorveglianza collegate con il comando di polizia municipale, divelte da vandali e spacciatori minorenni, che approfittano della permissività legislativa che ne limita le possibilità di custodia detentiva o l'applicabilità di sanzioni a carico dei genitori o di chi ne ha la patria potestà. 

Un recente ordine di servizio comunale ha dislocato un operaio a vigilare sul posto da tenere decorosamente pulito. 
Per il futuro si pensa di attingere alle graduatore degli aventi diritto ai voucher di lavoro mensili, di cambiare le staccionate in ringhiere spinate, di chiudere meglio i 3 cancelli di accesso e magari di dare far gestire un parco giochi da privati o associazioni che si impegnino a ripulire tutta l'area senza far pagare biglietti per i propri giochi.

Se questo non bastasse, all'interno del paese di Bracciano non ci sono cestini ne secchioni per la differenziata e questa 
assenza pare quasi un invito a lasciare lattine, bottiglie, cartacce, feci di cani e perfino pannolini e pannoloni, sopra i muretti, stgli scalini dei palazzi o per le strade che sembra non vengano pulite tutte con la stessa attenzione. La piazza davanti al Comune è sempre linda e pinta a differenza delle viuzze adiacenti dove si scatenano scarabocchiari e mangiatori di cocomeri che non sanno buttare le cocce.


Il consigliere Eufemi ha recepito dai genitori dei bimbi una serie di lamentele anche sullo stato di degrado umano che, non solo a Bracciano, è figlio di incuria, indifferenza e maleducazione di molte famiglie allo sbando, in un momento di forte crisi economica, che colpisce anche le istituzioni locali, che si trovano in forte difficoltà nel finanziare interventi mirati sia ambientali che sociali a tutela e sostegno dei propri cittadini elettori.

Incuria e degrado sia ambientale che umano, la fanno da padroni.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl