Lettre d'information du Centre Culturel Français de Turin

11/dic/2006 11.30.00 Centre Culturel Français de Turin Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 


 
 
L'Agenda del Centre fino a dicembre
E' disponibile cliccando qui il pdf dell'agenda trimestrale del Centre con il programma dettagliato delle attività culturali e linguistiche, da settembre fino a dicembre 2006, oppure è possibile ritirarne una copia al Centre.
Video Dia Loghi 2006
inaugurazione il 13 dicembre 2006
ore 18.00


a cura di Willy Darko, Lorena Tadorni
13 - 14 - 15 - 16 dicembre 2006 / incontri serali, loop
13 dicembre 2006 - 20 gennaio 2007 / videoinstallazioni, fotografia


Dopo il successo delle quattro edizioni precedenti, ritorna Video Dia Loghi, il festival di linguaggi video ospitato al Centre Culturel Français di Torino.
La rassegna, che in passato ha toccato Spagna, Germania, Croazia e Turchia, offre una panoramica sugli utilizzi del video nell'arte contemporanea e propone momenti di discussione attraverso un programma vasto ed eterogeneo. Le diverse sezioni esplorano svariate aree tematiche, evidenziando le specificità di un linguaggio complesso e sfaccettato, che va dalla “videoarte” secondo l'accezione delle esperienze teoriche dei primi anni Settanta, alle videoinstallazioni, videoclip, videodocumentazione e videodanza, senza trascurare fenomeni recenti come i video realizzati attraverso il telefonino.
Ciascuna sezione di cui si compone il festival contribuisce a sottolineare la molteplicità degli aspetti di una pratica che, da oltre quarant'anni, continua a essere una fra le espressioni privilegiate nei linguaggi contemporanei.

Gli incontri serali propongono al pubblico artisti attivi a livello internazionale, tra cui Sukran Moral, Turchia; Marie-Laure Cazin per VidéoFresnoy Productions/Projections, Francia; Alen Floričić, Croazia; Tobias Anderson, Svezia, con proiezione dei lavori più significativi e dibattito moderato da critici e curatori. Le videoinstallazioni, visibili fino a gennaio 2007, presentano negli spazi del Centre Culturel Français interventi site-specific realizzati da ProvMiza (Galina Myznikova, Sergey Provorov), Russia; Ferhat Özgür, Turchia; e Giulia Caira, Italia, mentre la sezione pomeridiana, loop, offre uno screening di alcuni fra i giovani più interessanti, nazionali e internazionali. Le matinées, infine, rappresentano la parte didattica della rassegna, con lezioni inerenti ai video in mostra e particolare attenzione all'aspetto tecnico di produzione.

Cliccando sull'articolo si accede al programma dettagliato della rassegna, con informazioni dettagliate sugli artisti presentati e sulle opere.

Olivier Assayas: incontro e proiezioni
MERCOLEDÌ 13 DICEMBRE
Cinema Massimo 3
ore 20.30


INCONTRO CON OLIVIER ASSAYAS

Sempre pronto a sperimentare, a mettersi alla prova con nuove forme espressive, a tuffarsi nella contemporaneità, il regista francese Olivier Assayas mantiene il proprio sguardo libero dai condizionamenti e lontano dai clichés, grazie alla capacità di esplorare quanto lo circonda senza paura di firmare pellicole scomode, che restituiscono la verità delle cose con immediatezza e realismo. Sottodiciotto Filmfestival, Museo Nazionale del Cinema e Centre Culturel Français de Turin presentano una retrospettiva completa dedicata al cineasta, ospite del Festival in un incontro esclusivo.

Incontro con l'autore

Conducono l’incontro Jean-Michel Frodon (direttore dei Cahiers du Cinéma) e Alberto Barbera (direttore del Museo Nazionale del Cinema)

IL DISORDINE DEI SENTIMENTI. RETROSPETTIVA OLIVIER ASSAYAS

ore 21.30

Proiezione di Désordre, di Olivier Assayas, con Wadeck Stanczak, Ann-Gisel Glass, Lucas Belvaux, Remi Martin (Francia 1986, 35mm, 95’)

Parigi, anni Ottanta. Quello che dovrebbe essere un “semplice” furto notturno in un negozio di strumenti musicali da parte di tre giovani che suonano in una band si trasforma fatalmente in un omicidio. Il gruppo, perseguitato dal rimorso, inizia a sfaldarsi nonostante ci sia la possibilità di incidere un album... Il primo lungometraggio di Assayas, Premio internazionale della critica al Festival di Venezia nel 1986.

Sottotitoli italiani

ore 23.10

Proiezione di L’eau froide di Olivier Assayas, con Virginie Ledoyen, Cyprien Fouquet, Smaïl Mekki (Francia 1994, 35mm, 92’)

Parigi, 1972. Le esistenze sbandate di Gilles e Christine: spedita contro la sua volontà in un centro correzionale a causa del furto di alcuni dischi in un negozio, Christine scappa con Gilles e i due raggiungono una “comune” abitata da coetanei. Nasce il progetto di andare a Sud, alla ricerca di qualcosa che sia vivo e autentico.

Sottotitoli italiani

La monografia su Olivier Assayas, curata da Stefano Boni e Massimo Quaglia, pubblicata dalle edizioni di Cineforum, che include un'intervista al regista a cura del direttore dei Cahiers du Cinéma Jean-Michel Frodon e numerosi saggi scritti da studiosi e critici italiani, è in vendita presso il Centre Culturel.



Cinema per ragazzi
L'enfant au grelot
di Jacques-Rémy Girerd, 1998, 42’


Martedì 12 dicembre 2006
alle 10.00 e alle 17.00


Il film
Qualche giorno prima del Natale, nel cuore di una foresta fatata, il silenzio ovattato dalla neve è interrotto dal precipitare di un oggetto dal cielo: un misterioso cesto di vimini. Dall’altro capo della foresta, il contadino Grand-Jacques al ritorno dal suo giro in bicicletta, passa accanto al cestino e sente delle urla e dei pianti. Scopre al’interno del cesto misterioso un bambino tutto infagottato, Charlie, che stringe tra le mani uno strano sonaglio. Grand-Jacques porterà il bambino all’orfanotrofio di Mamie Rose e Charlie crescerà insieme ad altri sei bambini adottati. Ed ecco l’inizio di una storia piena di suspense e di tenerezza, d’amore e di amicizia. Ma da dove viene questo bimbo dimenticato dal mondo e che conosce il linguaggio delle stelle?

Il regista
Nato nel 1952 a Mars, Jacques-Rémy Girerd abbandona gli studi di medecina e si iscrive all’ Accademia di Belle Arti di Lione. Nel 1984, fonda la società Folimage con lo scopo di produrre films d’animazione originali e di qualità. Il regista ha attualmente all’attivo un centinaio di opere tra serie tv, corti, medio e lungometraggi tra cui il famoso La profezia delle ranocchie. Con L’enfant au grelot ha vinto svariati premi tra cui il Premio per il miglior film per bambini al Festival di Stoccarda e il Cartoon d’Or ’98.
Corsi e formazione linguistica
E' disponibile presso la nostra sede la brochure del Centre, con tutte le informazioni sui corsi di francese, le attività culturali e quelle di cooperazione linguistica.
E' possibile ritirarne una copia al Centre o scaricarla dal sito.

I corsi di francese e gli ateliers
Per chi desidera imparare il francese in modo ludico, unendo lo studio della lingua ad una passione...
Atelier conversation
Atelier d’Arts Plastiques "Ombres et lumières"
Atelier Panorama de la chanson française
Atelier théâtre
Atelier traduction
Atelier écriture
Atelier littérature française et francophone
Atelier vidéo
Atelier Revue de presse
Atelier Cinéma


Avvisi
Le iscrizioni per gli esami DELF/DALF - sessione di febbraio 2007 saranno aperte fino al 12/12/2006, dal lunedi al venerdi dalle 11 alle 18.

E' possibile iscriversi a tutti i corsi e gli ateliers in qualsiasi momento dell'anno.

E' possibile scaricare dal sito i moduli per le iscrizioni agli esami, cliccando sull'articolo.
Il Centre vi segnala
Dall'altra parte
di Chantal Akerman
Francia/Messico - 2002, 99'


Lunedì 11 dicembre 2006, ore 21.30
Documè Cineteatro Baretti
Via Baretti 4 , Torino


Interviste e immagini di grande intensità delineano il tragico confine tra Messico e Stati Uniti: la storia di gente povera che rischia ogni giorno la vita per superare una linea nel deserto e scappare verso un posto di lavoro, un po' di soldi e un'esistenza da clandestino nel sogno americano fatto di ostilità e razzismi. Chantal Akerman lascia spazio con autentico pudore ai desideri e alle lacrime di un popolo costretto dalla miseria a giocarsi la vita per un lavoro in nero in un paese straniero. Primo premio Human Rights Film Festival Bologna.
SOTTOTITOLI IN ITALIANO

Cliccando sull'articolo si accede al sito del Festival Documè.
Prossime date di chiusura del Centre
Vi ricordiamo che il Centre sarà chiuso al pubblico l'8 ed il 9 dicembre.
Per le feste natalizie il Centre chiuderà sabato 23 dicembre alle ore 13.00; le attività culturali ed i corsi riprenderanno l'8 gennaio 2007.
L'équipe del Centre Vi augura Buone Feste.
 
Cancella la registrazione|Annuler l'inscription
A cura di Xaos Systems
Tutti i diritti riservati © France-Italia.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl