Graziano Cecchini in streaming a Telegenova: il peccato originale futurista

26/set/2014 11:54:14 FUTURGUERRA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 Venerdì 26 settenbre a Telegenova in Streaming alle ore 12.30, evento L'Ora di Cecchini, ovvero Graziano Cecchini Rosso Trevi, l'artista romano del famoso blitz futurista per La Fontana Rossa di Trevi (19 10 2007) e altre azioni marinettiane (Piazza di Spagna, Free Tibet ecc.), segnalato anche in Usa dal New York Times, promosso non a caso da eretici quali V. Sgarbi e A. Toscani.


Evento probabilmente (il top secret è d'obbligo) ispirato dal Cecchini postsvolta pittorica prossima al fu secondo futurismo mixato naturalmente Street Art 2.0,  neosituazionista, certo ritorno a La Forme dell'aero e la cosmo pittura attuale al futurismo renaissance, con grande riattivazione della Tekne di un certo Michelangelo..

Tra sacro e profano mediatico ovviamente pur nel solco criptato della vera Tradizione Italiana e diversamente biblica... come dal suo blog Cecchini dice o non dice:

“...Peccato originale e Cacciata dal Paradiso terrestre (Genesi 3, 1-13; 3, 22-24)

" Il serpente era la più astuta di tutte le bestie selvatiche fatte dal Signore Dio. Egli disse alla donna: "E' vero che Dio ha detto: Non dovete mangiare di nessun albero del giardino?". Rispose la donna al serpente: "Dei frutti degli alberi del giardino noi possiamo mangiare, ma del frutto dell'albero che sta in mezzo al giardino Dio ha detto: Non ne dovete mangiare e non lo dovete toccare, altrimenti morirete". Ma il serpente disse alla donna: "Non morirete affatto! Anzi ... diventereste come Dio, conoscendo il bene e il male". Allora la donna ... prese del suo frutto e ne mangiò, poi ne diede anche al marito..."(Genesi 3,1-6)...Il Signore Dio lo scacciò dal giardino di Eden...Scacciò l'uomo e pose ad oriente del giardino di Eden i cherubini e la fiamma della spada folgorante, per custodire la via all'albero della vita. (Genesi 3,23-24)

Michelangelo rappresenta simultaneamente il Peccato originale (Genesi 3, 1-13) e la cacciata di Adamo ed Eva dal Paradiso terrestre (Genesi 3,22-24), due momenti che nel racconto biblico sono invece nettamente divisi, mostrando così insieme la causa e l'effetto generato. I due episodi sono separati dall'albero del bene e del male, attorno al quale si avvolge il serpente che tende il frutto proibito a Eva, che contro l'ordine del Signore lo prenderà per mangiarlo e offrirlo anche al suo compagno. Dall'altra parte del riquadro i progenitori, cacciati da un angelo con la spada sguainata, si allontanano dal Paradiso terrestre, dolenti e curvi sotto il peso del rimorso per il peccato commesso....”

Oppure : "....per Eva fu una conversazione scomoda...quella con il serpente....visto come era distesa tra le gambe di Adamo.........grande Michelangelo"....  (Graziano Cecchini Rosso Trevi)

Ovvero, nuova azione futurista in digital doc di RossoTrevi, sempre Cecchino futurista contro il passatismo di ieri e contemporaneo.


Roby Guerra


INFO

https://www.facebook.com/events/739811442757933/?notif_t=plan_user_invited

http://vimeo.com/44769227

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl