Ferrara, Backup di una Piazza, a cura del ListoneMag

26/set/2014 14.05.25 FUTURGUERRA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

ESTENSE COM


Immortalare Ferrara attraverso il luogo simbolo della sua piazza: il Listone. Dalla storia dei suoi edifici ai discorsi dei passanti, raccontando tutte le sfaccettature della vita contemporanea e gli aneddoti di una città che non c’è più. Un’istantanea del centro di Ferrara da conservare per il futuro, o meglio - per usare il termine corretto - un “Backup di una Piazza”: è questo il nome del progetto portato avanti negli ultimi mesi dalla redazione di ListoneMag, realizzato grazie ai finanziamenti regionali del bando “Giovani per il territorio a Ferrara” dell’Istituto per i beni artistici, culturali e naturali (Ibc). Ormai giunto alle fasi conclusive, il lavoro verrà presentato sabato 27 settembre con un evento pubblico sotto la Galleria Matteotti, a pochi metri dal Listone.

A presentare il progetto nelle sale del municipio sono presenti l’assessore all’urbanistica Roberta Fusari, la responsabile dell’Ibc Valentina Galloni e alcuni dei giovani redattori di ListoneMag, ‘capitanati’ da Eugenio Ciccone e Licia Vignotto. La Galloni si sofferma in particolare sullo scopo del bando finanziato dalla Regione, affermando che “è rivolto ai giovani sul territorio e realizzato attraverso un bando aperto alle associazioni. Lo scopo è di promuovere progetti di valorizzazione del patrimonio culturale attraverso modalità innovative, che coinvolgano la cittadinanza. Vogliamo raccogliere la raccomandazione dell’Unesco: ognuno deve partecipare alla vita culturale del proprio territorio”.

Per realizzare il progetto - che si concretizzerà attraverso esposizioni dal vivo e libri (anche in formato eBook) e articoli online, in parte già pubblicati - i curatori del progetto hanno attivato tutti i canali a disposizione per raccogliere informazioni sulla piazza di Ferrara: dalle ricerche negli archivi storici al passaparola online per reperire foto e vecchi documenti, ma soprattutto restando a contatto con chi quotidianamente frequenta il Listone e raccogliendo le loro storie.

Ne viene fuori una lunga serie di ‘mini-reportage’ sui numerosi diversi aspetti della piazza: dalla vita dei musicisti che suonano davanti alla cattedrale alla storia dell’incendio del Palazzo della Ragione, dai pomeriggi un po’ indolenti degli adolescenti davanti al Mc Donald’s ai racconti tormentati di chi, nei ‘maledetti’ anni ’80, veniva in centro per procurarsi le dosi di eroina. “Più che parlare delle architetture del Listone - spiega Vignotto - ci interessava la gente che viveva la piazza, dalla fine dell’Ottocento ai giorni nostri Abbiamo fatto interviste e reportage invitando la cittadinanza a partecipare. Ci è arrivato tantissimo materiale”. “Storie - commenta la Fusari - che altrimenti sarebbero rimaste chiuse nei cassetti”.

Visibilmente soddisfatta la responsabile dell’Ibc, che annuncia che quest’anno il bando per le giovani associazioni sarà addirittura ‘potenziato’. Infatti, mentre le tre precedenti edizioni erano rivolte a singole città (rispettivamente Forlì, Reggio Emilia e Ferrara), quella del 2014 sarà aperta a tutta la Regione e offrirà maggiori finanziamenti: i progetti vincitori saranno sei (invece di due) e percepiranno 10mila euro contro i 6mila degli anni passati. Le idee dovranno essere presentati entro il 5 dicembre.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl