Lettre d'information du Centre Culturel Français

12/gen/2007 16.49.00 Centre Culturel Français de Turin Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

 

 
 
Agenda culturale del Centre Gennaio-Marzo 2007
E' disponibile, cliccando sull'articolo, il nuovo programma delle attività culturali del Centre per i mesi di gennaio, febbraio e marzo 2007.
Programmazione cinematografica per ragazzi
Proiezione di Cache-cache
un film di Yves Caumon, 91’, 2006

Mercoledì 17 gennaio
alle ore 10.00 e alle ore 17.00
al Centre Culturel


per bambini e ragazzi a partire dai 6 anni

Sinossi del film
Raymond è un contadino. Espropriato della sua abitazione, l’uomo si trova costretto ad abbandonare la terra che ha coltivato per anni con tanto amore e la casa dove ha vissuto e alla quale lo legano molti ricordi.
Poiché non ha altri posti dove andare, decide di nascondersi dentro un pozzo abbandonato che si trova nel terreno vicino alla sua vecchia casa, e osservare tutto da quella postazione. Dal suo nascondiglio, Raymond osserva una nuova famiglia prendere possesso di quella che era la sua casa e iniziare i suoi rituali domestici. In solitudine, tenta di partecipare al ménage, dal quale è pero’ ovviamente escluso.
I nuovi abitanti della casa scambiano le sue incursioni per le visite di un fantasma dispettoso. Forse per Raymond è giunta l'ora di svelare la propria identità, anche perché nessun uomo può esistere senza una propria vita…

L'autore
Il regista francese nasce il 27 maggio 1964 a Bussac-Forêt (Francia). Dopo gli studi in filosofia e etnologia a Bordeaux, si diploma alla FEMIS.
Prima di passare alla regia, lavora come assistente di Agnès Varda, Éric Barbier e Jean-Paul Civeyrac. Ha presentato al Festival di Cannes Amour d’enfance, nel 2001, vincendo il Premio Un Certain Regard.
Rassegna cinematografica Pierre Coulibeuf
Il centre ospiterà, dal 9 al 23 gennaio 2007, una rassegna cinematografica sul regista francese Pierre Coulibeuf.

Calendario delle proiezioni

Martedì 9 gennaio, alle ore 19.00
proiezione di Lost paradise, 2002, 35 mm, 33'.
a seguire Les guerriers de la beauté, 35 mm, 71’, 2002

Martedì 16 gennaio, alle ore 19.00
proiezione di Klossowski, peintre-exorciste, 25’, 1987-1988
a seguire Balkan-Baroque, 63’, 1999

Martedì 23 gennaio, alle ore 19.00
proiezione di Michel Butor Mobile, 2000, 61’

L'autore
Prima di volgersi al cinema Pierre Coulibeuf scrive una tesi di dottorato sul romanziere, saggista, traduttore e pittore Pierre Klossowki e sullo scrittore Léopold Von Sacher-Masoch. Già dagli esordi cerca di trasporre sullo schermo un’«opera altra», letteraria e pittorica. Non smetterà di adattare per il cinema gli universi artistici contemporanei. In un rapporto trasversale ai generi, le sue «creazioni» inventano un linguaggio al confine tra discipline diverse, attuano una critica delle forme vigenti, interrogano le diverse modalità di rappresentazione della realtà, aprendo nuovi orizzonti alla tecnica cinematografica. Trasformazione, slittamento e trasversalità sono elementi forti nella sua creazione filmica.

Cliccando sull'articolo si accede all'articolo sul sito del Centre, dove sono consultabili le sinossi di tutti i film della programmazione.
Continua Video Dia Loghi con una Videoperformance
Nell’ambito della Rassegna VIDEO DIA LOGHI 2006/07
per la sezione “ Il video come documento”


proiezione della videoperformance di Antonio Carena.

Giovedì 18 gennaio 2007, alle ore 18.00
al Centre Culturel Français


L’artista Antonio Carena, sarà protagonista di un video intitolato Oggi sereno nel quale si documenta una sua sorprendente performance.
Il video, nato da un’idea del regista Willy Darko, che ne ha curato anche il montaggio e le riprese, presenta Carena, il famoso artista delle nuvole e dei cieli, intento a dipingere il corpo di una modella.
La ragazza è la nota performer milanese, Elisabetta Mastro, che per una volta ha rinunciato a pennellare sé stessa con colori fluorescenti e ha lasciato libero Carena di realizzare un inedito lembo di cielo con il suo corpo, aggiungendo un’ironica sorpresa finale.

La proiezione del video è introdotta da Ivana Mulatero, che ha curato la sezione "Nunacarte" nell’ambito della mostra “Inuit e Popoli del Ghiaccio”, che si è tenuta al Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino dal dicembre 2005 al giugno 2006, presso i cui spazi si è realizzata e presentata in anteprima la videoperformance.

Oggi sereno - secondo il meteorologo Antonio Carena è il titolo ironico e profondo dell’opera, della durata di 23’15’’, nella quale è contenuta anche una videointervista condotta da Ivana Mulatero, avvenuta nello studio dell’artista il 3 marzo 2006, di cui si riportano alcuni brani più efficaci per comprendere la poetica dell’artista.
Egli è contro la banalità del cielo azzurro-pensiero (metafora della funzione tradizionale della pittura come mimesi), in favore di una pratica in cui “… disopacizzare uno spazio neutro in virtù della nuvolazione che tipicizza il mio "modus operandi", fabbricativo di un cielismo finzionale, non protesico della naturalità ma afferente ad una sromantica operazione "in vitro".(Antonio Carena).


Continua la rassegna a cura di Willy Darko e Lorena Tadorni
con videoinstallazioni e fotografie.

Proiezioni in loop per Video Dia Loghi

fino al 20 gennaio
Universiadi invernali
dal 17 al 27 gennaio
a Torino, Bardonecchia, Cesana, San Sicario, Pragelato, Pinerolo e Torre Pellice.


Dopo le Olimpiadi invernali del 2006 Torino ospiterà una nuova grande manifestazione sportiva di livello internazionale, le Universiadi invernali del 2007.

Torino ha già ospitato la prima edizione estiva dei giochi Universitari del 1959, ideata e organizzata da Primo Nebiolo, e successivamente quelle del 1966 (edizione invernale) e del 1970.

La candidatura di Torino è stata proposta da Cusi, Cus Torino, Università e Politecnico con l´appoggio di Regione Piemonte, Provincia e Comune di Torino. La scelta torinese è un importante segnale di continuità rispetto agli investimenti affrontati per le Olimpiadi.

Le Universiadi invernali riuniranno 2500 atleti provenienti da 50 paesi, che parteciperanno alle gare di sci, pattinaggio, Hockey, Curling...
Una delegazione composta da più di cinquanta atleti francesi cercherà di battere il suo record di 7 medaglie, conquistate a Innsbruck nel 2005.

Sabato 20 gennaio
Incontro al Centre Culturel della delegazione francese e di numerosi atleti francesi. Sarà presente il Presidente della Federazione francese dello sport universitario Joseph Savoye.
Corsi e formazione linguistica
E' disponibile presso la nostra sede la brochure del Centre, con tutte le informazioni sui corsi di francese, le attività culturali e quelle di cooperazione linguistica.
E' possibile ritirarne una copia al Centre o scaricarla dal sito.

I corsi di francese e gli ateliers
Per chi desidera imparare il francese in modo ludico, unendo lo studio della lingua ad una passione...
Atelier conversation
Atelier d’Arts Plastiques "Ombres et lumières"
Atelier Panorama de la chanson française
Atelier théâtre
Atelier traduction
Atelier écriture
Atelier littérature française et francophone
Atelier vidéo
Atelier Revue de presse
Atelier Cinéma


Le iscrizioni a tutti i corsi e agli ateliers sono aperte tutto l'anno.
Concorso per le scuole elementari
“Tous à bord !”

Concorso promosso dall’Ufficio Linguistico e Artistico dell’Ambasciata di Francia in Italia
con il partenariato di Bayard Presse, Groupama e Fiap Jean Monnet


Tema
Siamo nel 2010… Un gruppo di giovani francesi e un gruppo di giovani italiani si trovano a bordo di una nave per un viaggio che li condurrà da un porto francese a un porto italiano oppure da un’isola francese a un’isola italiana. Non si conoscono, non parlano la stessa lingua. Dopo pochi giorni di navigazione scopriranno che non è poi cosi difficile convivere e capirsi… La lingua diventa gioco nella condivisione delle peripezie della navigazione.

Progetto da realizzare a coppie
Un fumetto da 4 a 6 pagine su carta o supporto informatico.
Il testo delle battute in lingua francese e italiana deve essere semplice ma chiaro e mostrare un progresso linguistico col passare dei giorni di viaggio.

Il compito dell’insegnante è determinante
Deve guidare gli alunni nella ricerca di documentazione per definire le tappe e i luoghi del viaggio e nella realizzazione concreta del fumetto. È necessario che sia convinto dell’interesse pedagogico e della componente ludica… senza tralasciare la prospettiva dei premi.

Concorrenti
Il concorso è destinato agli alunni delle classi di 4° e 5° elementare.

Preselezione regionale
-31 marzo 2007: consegnare entro questa data le realizzazioni (accompagnate dalla scheda di iscrizione) al responsabile regionale competente per territorio.

Selezione nazionale
-Fine aprile 2007: selezione nazionale con giuria speciale e pubblicazione dei risultati presso l’Ufficio di Cooperazione Linguistica e Artistica dell’Ambasciata di Francia a Roma

Premi
-1° premio : viaggio e soggiorno in Francia per i due vincintori, i loro genitori e l’insegnante e pubblicazione del fumetto vincitore in uno dei giornali del gruppo editoriale Bayard Presse
-dal 2° al 6° premio : un corso di 30 ore di lingua francese offerto nella sede dell’Istituto francese o dell’Alliance più vicina.
-dal 7° al 10° premio : una raccolta di fumetti
-dall’11° al 30° premio : un abbonamento annuale alle edizioni Bayard Presse
-e tanti altri premi...

Cliccando sull'articolo si accede alla scheda per l'iscrizione al concorso e all'elenco dei responsabili regionali competenti per territorio.
Prossimamente...
VidéoFresnoy Productions / Projections

Esposizione di 12 video d’artista, prodotta da Le Fresnoy Studio National des Arts Contemporains e distribuita da CulturesFrance

dal 23 gennaio 2007 fino al 23 febbraio 2007

Presentazione: Marie-Laure Cazin, artista

Nella selezione dei lavori VidéoFresnoy si incontrano fiction e documentari, film di azione e film descrittivi, film realisti e film onirici, immagini catturate e immagini costruite, ma sempre, quale che sia il genere, il registro, lo stile, l’estetica , la tecnica, ritroviamo in essi una grande libertà inventiva.
Una delle peculiarità del progetto pedagogico del Fresnoy è di mettere a dsiposizione del giovani artisti mezzi di produzione professionali di norma riservati ai produttori commerciali.
Questi lavori nascono quindi in un piccolo paradiso cinematografico poiché, realizzate sotto la supervisione di cineasti ed artisti di rilievo, non si sono trovate costrette, per beneficiare dei mezzi produttivi necessari, sottomettersi ad alcuna legge del mercato, né di format né tantomeno di diffusione. Tutti i film e i video si svelano agli occhi dello spettatore come opere libere, che hanno trovato in Fresnoy una strada per esistere, in equilibrio tra le esigenze creative dell’artista ed i mezzi messi a disposizione.

Programma video e cinematografico, proposte di 12 artisti residenti in Francia.

Plus tard, Eric Oriot, film 16 mm, bianco/nero, 10 mn, 1998
Le temps manquant, Laurent Grasso, video, 2002
Admosh, Eric Pellet, film 16 mm, 6.30 mn, 2004
Totem, Maïder Fortuné, video betanumerico, 10 mn, 2001
Chamonix,Valérie Mréjen, film 35 mm, 13 mn, colori, 2002
Les histoires de la tache, Marie-Laure Cazin, film de 35 mm, dolby SR, colori, 10 mn, 2003
Background to a seduction, Gregg Smith, 5 performances all’aperto per gli abitanti del quartiere e installazione video, 20 mn, 2004
Nocturnes, Anri Sala, film 16 mm, 11mn, 1999
Carnet du Sertão, Laura Erber, film 35 mm, bianco/nero, couleurs, 14 mn, 2003
Pentimenti, Carolina Saquel, film colori, 9 mn, 2004
Entropie, Jérôme Thomas, film 35 mm, bianco/nero, 10 mn, 2002
Il Centre vi segnala
“Isabelle Huppert. La donna dei ritratti”
al Museo Nazionale del Cinema

Dal 6 dicembre 2006 all’11 febbraio 2007


una grande mostra fotografica e una rassegna di film

Isabelle Huppert. La donna dei ritratti
è costituita da una serie di variazioni su di un unico tema, l’immagine dell’attrice francese Isabelle Huppert, apparsa in oltre 80 film realizzati da importanti cineasti quali Jean-Luc Godard, Claude Chabrol, Michael Haneke, Benoît Jacquot e Michael Cimino.

Isabelle Huppert. La donna dei ritratti è il titolo della mostra che raccoglie 115 ritratti realizzati da 73 diversi fotografi fra il 1968 e oggi, nonché quattro video installazioni - ad opera di Robert Wilson, Gary Hill e Benoît Rossel - e un’ampia rassegna di film.
Benché condividano tutti lo stesso soggetto, ciascun artista dà vita con successo ad un istante decisivo. I tentativi individuali di catturare la bellezza naturale della Huppert riflettono e mantengono una ideale tensione tra la nostra consapevolezza delle sue complesse e irresistibili interpretazioni e gli indizi che rimandano al suo essere più “autentico”. In questo senso, la mostra si propone come un affascinante indagine sulla versatilità della Huppert e degli artisti che hanno lavorato con lei.

La mostra itinerante, patrocinata dal Ministero degli Affari Esteri di Francia, è stata ospitata nel corso degli ultimi due anni da alcune delle più importanti istituzione culturali del mondo: il MoMA di New York, il Musée d’Art Moderne/Couvent des Cordeliers di Parigi, la Galleria C/O di Berlino, la Galleria del Reale Giardino Botanico di Madrid e il Metropolitan Museum of Photography di Tokyo.

Cliccando sull'articolo si accede al sito del Museo Nazionale del Cinema.
 
Cancella la registrazione|Annuler l'inscription
A cura di Xaos Systems
Tutti i diritti riservati © France-Italia.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl