Rivista Smithsonian

24/dic/2014 17.04.13 Celebrity Centre Firenze Chiesa di Scientology Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La rivista Smithsonian riconosce L. Ron

Hubbard come uno degli americani più

influenti di tutti i tempi

 

Un’analisi quantitativa riportata nella rivista dello Smithsonian Institution

colloca il Fondatore di Scientology tra le figure religiose più importanti della storia degli Stati Uniti

 

Nella sua edizione 2015 per collezionisti, la rivista dello

Smithsonian Institution ha posizionato L. Ron Hubbard,

fondatore della religione di Scientology, tra i 100 americani

più influenti di tutti i tempi.

 

La rivista lo ha inoltre incluso tra le 11 personalità più

importanti della storia americana in ambito religioso,

menzionando il suo storico bestseller, Dianetics, la forza del

pensiero sul corpo, e la conseguente nascita di Scientology,

una religione che oggi conta 11.000 chiese, missioni e

gruppi in 167 nazioni.

 

Sebbene L. Ron Hubbard sia meglio conosciuto come

filosofo e fondatore della religione di Scientology, egli è

stato anche autore, umanitario, educatore, amministratore

e artista. Le sue opere sono state tradotte in 71 lingue e

hanno venduto centinaia di milioni di copie. Milioni di

persone lo riconoscono come il più grande amico

dell’umanità.

 

Altri americani che, insieme a L. Ron Hubbard, sono stati

riconosciuti come tra i più influenti in ambito religioso sono i

fondatori di confessioni quali quella Mormone, la Christian

Science, quella Avventista come pure William Penn,

fondatore della Pennsylvania in quanto santuario della

libertà di coscienza; Roger Williams, la cui fede nella libertà

di religione e nella tolleranza lo indusse a fondare la colonia

del Rhode Island e l’evangelista Billy Graham.

 

L’edizione speciale elenca anche i più influenti presidenti,

first lady, artisti e creatori di imperi in America.

 

In una cultura così satura di informazione e così

frammentata nelle possibilità di ricerca date da internet,

come possiamo misurare il valore storico?” si è domandata

la rivista.

 

L’elenco elaborato dalla rivista dello Smithsonian è stato

concepito basandosi sugli algoritmi sviluppati dal professor

Steven Skiena, illustre docente di Informatica alla Stony

Brook University, e dal Dr. Charles B. Ward, uno dei

massimi ingegneri di Google.

 

Secondo la rivista “hanno sottoposto lo spirito di un’epoca

all’impietoso rigore dell’analisi quantitativa.

 

La rivista ha elaborato la lista basandosi “non solo su ciò

che quelle persone hanno fatto, ma anche su quanto bene

vengono ricordate e sul valore attribuito alle loro azioni.

 

Per maggiori informazioni si prega di visitare il sito www.lronhubbard.it.

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl