Mostra S.P.Q.R. di Giusy Lauriola - 7 febbraio '07 - Studio MoCa Roma

25/gen/2007 15.10.00 carola Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

Comunicato stampa

Mostra 

Giusy Lauriola

S.P.Q.R.

a cura di Giorgia Calò

 

            La mostra personale S.P.Q.R di Giusy Lauriola  verrà inaugurata mercoledì 7 febbraio nello studio MoCa di Roma alle ore 18.30.

            La ricerca artistica di Giusy Lauriola, fin dai suoi esordi, ci invita a riflettere sui cambiamenti dell’era moderna: mutamenti culturali, sociali, politici e mediatici.

In occasione di questa mostra, curata da Giorgia Calò, l’artista ci propone alcuni scorci di Roma, fotografie della capitale ritoccate al fine di cambiare l’aspetto di una città secolare, di renderla più “vivibile” secondo i gusti e le analisi proprie dell’artista.

 

            Le opere di Giusy evidenziano un cambiamento della struttura urbana: una nuova visione di una città dal passato così imponente,  legata a diversi simboli tra cui il Colosseo, la lupa capitolina, l'aquila imperiale, i simboli della cristianità, nonché il famoso acronimo S.P.Q.R. e che l’artista ha scelto come titolo per questa sua nuova personale. 

            Roma caput mundi, la Roma dei Cesari, città sacra e pagana, dove da sempre religioso e laico hanno coesistito. Giusy Lauriola immortala proprio questa Roma, quella dei famosi tramonti, dove tutto si tinge di rosso a cominciare dalle cupole e dal riflesso dell’acqua nelle fontane. Ma l’artista non si lascia “normalizzare” da quest’aura imperante della capitale che sembra quasi darle fastidio. La fa propria, filtrandola con la sua macchina fotografica, rielaborando le immagini al computer ed infine “schermandole” con un velo di plexiglas che rende la giusta distanza tra ciò che era stato e ciò è, l’hic et nunc.

            L’artista si diverte quindi a rappresentare una mescolanza tra antico e moderno rielaborando scorci del centro, particolari legati alla storia della capitale italiana da piazza Campo dè Fiori ai palazzi che costeggiano Fontana di Trevi, dagli edifici in Prati alla cupola di San Pietro, dai vicoli di Borgo Pio all’Ara Pacis, e mostrando così il lato più nascosto e attuale di una città vetusta e stracontemporanea allo stesso tempo. Il volto di Roma descritto dall’artista è quindi dinamico e mutevole, così come i suoi abitanti: prospettive urbane dai colori quasi scialbati, popolate da persone, manifesti pubblicitari e scritte. Le foto vengono utilizzate come se fossero antiche pennellate, mescolate insieme fino a dare quella tonalità giusta per l’artista.

 

            Nel corso della sua ricerca artistica Giusy Lauriola si è occupata sovente anche di argomenti di carattere sociale, la fame nel mondo, la povertà, il consumismo e l’indifferenza occidentale rappresentati nelle mostre “Cambialamore” (2004) e “Ciò che vuoi è  ciò di cui hai bisogno?”(2006). Diverse opere, presentate in occasione di questi due importanti eventi, sono volutamente qui esposte proprio per non tralasciare alcuni temi cari all’artista.

            Giusy Lauriola vive e lavora a Roma. Ha partecipato a numerose mostre personali e collettive, nazionali e internazionali, esponendo anche a Il Cairo, Montecarlo e negli Stati Uniti. E’  stata invitata ultimamente ad esporre una personale al Festival Internazionale di fotografia di Lodz in Polonia.

            Parteciperà prossimamente alla mostra collettiva ‘Sagome 547’ nella Sala delle Conferenze Internazionali della Farnesina.

           

Giusy Lauriola - S.P.Q.R. - www.giusylauriola.it

Inaugurazione: mercoledì 7 febbraio 2007, ore 18.30 - 21.00

La mostra proseguirà fino al 23 febbraio 2007 dal lunedì al venerdì 11,00-13,00 e 16,30-20,00 sabato 11,00 -13,00

Studio Mo.Ca Piazza degli Zingari, 1 - 00198 Roma

Tel/fax: 06 4742764

www.mocaroma.it

Ufficio stampa:  Carola Assumma  338.6927855

carola.assumma@email.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl