Lettre d'information du Centre Culturel Français de Turin

19/feb/2007 11.20.00 Centre Culturel Français de Turin Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 
 
Agenda culturale del Centre Gennaio-Marzo 2007
E' disponibile, cliccando sull'articolo, il programma delle attività culturali del Centre per i mesi di gennaio, febbraio e marzo 2007.
Rassegna cinematografica - Solveig Anspach
Solveig Anspach, réalisatrice aux frontières de l'Europe

dal 13 febbraio al 6 marzo 2007, al Centre Culturel Français de Turin

La rassegna
Il Centre Culturel Français de Turin orienta la sua programmazione culturale sul cinema, in sinergia con le istituzioni culturali locali (Museo Nazionale del Cinema, Torino Film Festival, Film Commission Torino Piemonte), portando un’attenzione particolare alla diffusione di recenti produzioni francese ed europee.
In collaborazione con l’Unité Fictions di Arte France, viene proposto al pubblico torinese un sguardo cinematografico sull’Islanda, terra di confine geo-politico, i cui eterogenei elementi compongono l’opera di Solveig Anspach.
La rassegna diventa occasione di scoprire il lavoro singolare di un’autrice che ama esplorare le diversità culturali e mette in scena la natura del suo paese di origine nel corso dei film di fiction e dei documentary realizzati dal 1989.

L’autrice
Nata in Islanda, Solveig Anspach ha studiato filosofia, psicologia e cinema presso la scuola della FEMIS. Conosciuta dal grande pubblico per il suo lungometraggio di fiction Haut les cœurs ! (2000) e per il syuo documentario Made in the USA, che tratta l’argomento della pena di morte negli Stati-Uniti, porta avanti dai tempi del suo primo film, (La tire, 1988), un lavoro molto personale e umanista, sottile ed intimista, impegnato ed al contempo umorista. La sua filmografia compie un passaggio continuo tra il documentario e la fiction, rifiutando la definizione dei generi: “Il mio percorso si riflette nei miei film. .[…] Il documentario alimenta la fiction e vice-versa.”


Programma delle proiezioni

Martedì 13 febbraio
alle ore 20.00

Inaugurazione della rassegna con l’autrice
Proiezione di Les Européens, 2005, 97’
di Jasmin Dizdar, Saara Saarela, Solveig Anspach, Gerard Stembridge et Emmanuel Finkiel

Martedì 20 febbraio
alle ore 19.00

Stormy Weather, 2003, 93’
di Solveig Anspach

Martedì 27 febbraio
alle ore 19.00

Reykjavik, des elfes dans la ville, 2001, 62’
di Solveig Anspach

Giovedì 6 marzo
alle ore 19.00

Faux tableaux dans vrais paysages islandais, 2005, 55’
di Solveig Anspach

Stormy Weather, 2003, 93’
un film di Solveig Anspach

Martedì 20 febbraio
alle ore 19.00


Per la rassegna cinematografica Solveig Anspach, réalisatrice aux frontières de l'Europe

Cora, giovane psichiatra, ha recentemente preso in cura una paziente che rifiuta di parlare, e la cui identità risulta ignota a tutti. Cora sente una richiesta d’aiuto da questa donna. Da questo confronto nasce un legame profondo, una relazione sempre più distante dal quadro terapeutico classico. Un giorno, viene alla luce l’identità della donna misteriosa. È straniera, si chiama Loa e proviene da Vestmannaeyjar, piccola isola islandese…

Le sinossi di tutti i film in programma sono disponibili cliccando sull'articolo.

VidéoFresnoy Productions//Projections
Esposizione di 12 video d’artista, prodotta da Le Fresnoy Studio National des Arts Contemporains e distribuita da CulturesFrance

dal 23 gennaio 2007 fino al 23 febbraio 2007

Presentazione: Marie-Laure Cazin, artista

Nella selezione dei lavori VidéoFresnoy si incontrano fiction e documentari, film di azione e film descrittivi, film realisti e film onirici, immagini catturate e immagini costruite, ma sempre, quale che sia il genere, il registro, lo stile, l’estetica , la tecnica, ritroviamo in essi una grande libertà inventiva.
Una delle peculiarità del progetto pedagogico di Le Fresnoy è di mettere a disposizione del giovani artisti mezzi di produzione professionali di norma riservati ai produttori commerciali.
Questi lavori nascono quindi in un "piccolo paradiso cinematografico" poiché, realizzate sotto la supervisione di cineasti ed artisti di rilievo, non si sono trovate costrette, per beneficiare dei mezzi produttivi necessari, sottomettersi ad alcuna legge del mercato, né di format né tantomeno di diffusione. Tutti i film e i video si svelano agli occhi dello spettatore come opere libere, che hanno trovato in Fresnoy una strada per esistere, in equilibrio tra le esigenze creative dell’artista ed i mezzi messi a disposizione.

VidéoFresnoy

Proposte di 12 artisti residenti in Francia.

Plus tard, Eric Oriot, film 16 mm, bianco/nero, 10 mn, 1998
Le temps manquant, Laurent Grasso, video, 2002
Admosh, Eric Pellet, film 16 mm, 6.30 mn, 2004
Totem, Maïder Fortuné, video betanumerico, 10 mn, 2001
Chamonix,Valérie Mréjen, film 35 mm, 13 mn, colori, 2002
Les histoires de la tache, Marie-Laure Cazin, film de 35 mm, dolby SR, colori, 10 mn, 2003
Background to a seduction, Gregg Smith, 5 performances all’aperto per gli abitanti del quartiere e installazione video, 20 mn, 2004
Nocturnes, Anri Sala, film 16 mm, 11mn, 1999
Carnet du Sertão, Laura Erber, film 35 mm, bianco/nero, couleurs, 14 mn, 2003
Pentimenti, Carolina Saquel, film colori, 9 mn, 2004
Entropie, Jérôme Thomas, film 35 mm, bianco/nero, 10 mn, 2002
Cosmetica del nemico, di Amélie Nothomb
Martedì 6 febbraio il debutto in prima nazionale alla Cavallerizza Reale di Torino, di Cosmetica del nemico dal romanzo di Amélie Nothomb, con Michele Di Mauro e Graziano Piazza. Lo spettacolo, inserito nella Stagione del M.A.S. Juvarra “Il libro è in scena” sarà in replica fino a domenica 25 febbraio.

Incontro con Amélie Nothomb
22 febbraio
ore 18.00
Maneggio della Cavallerizza Reale


"Invito alla cosmetica di Amélie"
assaggi letterari dalle opere di Amélie Nothomb


Giovedì 22 febbraio
alle 20
presso il Circolo dei Lettori
via Bogino 9, Torino


Michele Di Mauro e Graziano Piazza, in concomitanza con le repliche dello spettacolo
"Cosmetica del nemico" (Cavallerizza/Maneggio Reale dal 6 al 25 febbraio)
leggeranno alcuni brani scelti dalla produzione letteraria di Amélie Nothomb.

TUTTO COMINCIA IN UNA SALA DI ATTESA.
UN UOMO LEGGE, PER INGANNARE IL TEMPO.
È LA VITTIMA DESIGNATA.
SARÀ SUFFICIENTE PARLARGLI PER PRENDERLO IN TRAPPOLA.
TUTTO FINISCE IN UNA SALA D'ATTESA.

"Io credo nel nemico. Credo nel nemico perché, tutti i giorni e tutte le notti, lo incontro sul mio cammino. Il nemico è quello che dall'interno distrugge tutto ciò che vale. È quello che ti mostra il disfacimento insito in ogni realtà. È quello che ti rivela la tua bassezza e quella dei tuoi amici. È quello che, in un giorno perfetto, troverà un'ottima ragione per torturarti. È quello che ti ispirerà il disgusto per te stesso. È quello che, quando scorgi il viso celeste di una sconosciuta, ti rivelerà la morte contenuta in tanta bellezza".

Cliccando sull'articolo si accede al programma pdf dello Juvarra.
Corsi e formazione linguistica
E' disponibile presso la nostra sede la brochure del Centre, con tutte le informazioni sui corsi di francese, le attività culturali e quelle di cooperazione linguistica.
E' possibile ritirarne una copia al Centre o scaricarla dal sito.

I corsi di francese e gli ateliers
Per chi desidera imparare il francese in modo ludico, unendo lo studio della lingua ad una passione...
Atelier conversation
Atelier d’Arts Plastiques "Ombres et lumières"
Atelier Panorama de la chanson française
Atelier théâtre
Atelier traduction
Atelier écriture
Atelier littérature française et francophone
Atelier vidéo
Atelier Revue de presse
Atelier Cinéma


Le iscrizioni a tutti i corsi e agli ateliers sono aperte tutto l'anno.
Le iscrizioni al Delf Scolastico - Sessione di Maggio 2007 sono aperte fino al 20 marzo 2007.

Cliccando sull'articolo potrete scaricare la scheda d'iscrizione individuale per il Delf-Dalf.
Concorso per le scuole elementari
"Tous à bord!"
Concorso promosso dall’Ufficio Linguistico e Artistico dell’Ambasciata di Francia in Italia
con il partenariato di Bayard Presse, Groupama e Fiap Jean Monnet

Link utili

www.hyperbul.org

Site de l'Ambassade de France - Rubrique Langue et éducation

Tema
Siamo nel 2010… Un gruppo di giovani francesi e un gruppo di giovani italiani si trovano a bordo di una nave per un viaggio che li condurrà da un porto francese a un porto italiano oppure da un’isola francese a un’isola italiana. Non si conoscono, non parlano la lingua dell’altro. In pochi giorni di navigazione scopriranno che non è poi cosi difficile convivere e capirsi… La lingua diventa gioco nella condivisione delle peripezie della navigazione.

Progetto da realizzare a coppie
Un fumetto da 4 a 6 pagine su carta o supporto informatico.
Il testo delle battute in lingua francese e italiana deve essere semplice ma chiaro e mostrare un progresso linguistico col passare dei giorni di viaggio.

Il compito dell’insegnante è determinante
Deve guidare gli alunni nella ricerca di documentazione per definire le tappe e i luoghi del viaggio e nella realizzazione concreta del fumetto. È necessario che sia convinto dell’interesse pedagogico e della componente ludica… senza tralasciare la prospettiva dei premi.

Concorrenti
Il concorso è destinato agli alunni delle classi di 4° e 5° elementare.

Preselezione regionale
-31 marzo 2007: consegnare entro questa data le realizzazioni (accompagnate dalla scheda di iscrizione) al responsabile regionale competente per territorio (v. scheda allegata)

Selezione nazionale
-Fine aprile 2007: selezione nazionale con giuria speciale e pubblicazione dei risultati presso l’Ufficio di Cooperazione Linguistica e Artistica dell’Ambasciata di Francia a Roma

Premi
-1° premio : viaggio e soggiorno in Francia per i due vincintori, i loro genitori e l’insegnante e pubblicazione del fumetto vincitore in uno dei giornali del gruppo editoriale Bayard Presse
-dal 2° al 6° premio : un corso di 30 ore di lingua francese offerto nella sede dell’Istituto francese o dell’Alliance più vicina.
-dal 7° al 10° premio : una raccolta di fumetti
-dall’11° al 30° premio : un abbonamento annuale alle edizioni Bayard Presse
-e tanti altri premi...

Partenariato
Il concorso viene realizzato grazie a Bayard Presse, Groupama e il Fiap Jean Monnet

Cliccando sull'articolo potrete scaricare la locandina del concorso, il regolamento, l'elenco dei responsabili e la scheda d'iscrizione.
Concorso per le scuole superiori
Il libro parlante - Das sprechende Buch - Le livre qui parle

Anno scolastico 2006/2007

Nell'ambito de Il fantastico mondo dei libri
Fiera del Libro 2007 - Lingotto - Torino


Il concorso si rivolge e ragazzi dei licei piemontesi dai 15 ai 19 anni che studiano il francese o il tedesco come lingua straniera.
Le classi iscritte al concorso dovranno scegliere il loro libro preferito fra tre libri proposti dal Centre Culturel Français e dal Goethe-Institut Turin ; dopo una prima selezione in ognuno dei due istituti culturali, nel corso del Salone del Libro 2007 parteciperanno a un dibattito in cui dovranno argomentare e giustificare il loro giudizio. Il pubblico decreterà la presentazione più brillante e convincente e uno scrittore torinese premierà i vincitori.
Le/Gli insegnanti interessate/i possono trovare in questo articolo informazioni più dettagliate sui libri proposti dal Centre, oppure visitare il sito del Goethe Institut, dove sono disponibili i riassunti dei libri proposti dal Goethe.

Le letture proposte dal Centre Culturel

Becket ou l’honneur de Dieu, di Jean Anouilh
Edito da Gallimard jeunesse
Testo teatrale
a partire dai 14 anni

J’apprends l’allemand, di Denis Lachaud
Edito da Actes Sud

Les Anges n’ont pas de sexe, di Dominique Sampiero
Edito da La Martinière jeunesse
Romanzo a partire dai 14 anni

Cliccate sull'articolo per accedere ai riassunti dei libri
Prossimamente al Centre...
Architecture fainéante

Mostra di disegni e maquettes di François Curlet


dal 7 marzo
al 5 aprile
al Centre Culturel


L’opera esposta “Maison fainéante” fa parte del progetto del Parco d’arte Vivente della Città di Torino concepito da Piero Gilardi.

Progetto di architettura dolce e legge di gravità

"I criteri di costruzione in verticale, opposti alla legge di gravità, saranno elusi per creare un habitat ottenuto dal comportamento della materia che si rilascia verso il suolo e riprendere la logica gravitazionale della mela di Newton.
Una forma biomorfica, la cupola : realizzata su una struttura morbida e gonfiabile, sostenuta da un elemento fluido, l’aria. L’inerzia del cemento determinerà il contorno esterno della maison.
A terra sarà predisposta una lastra di 6m di diametro, pari al diamentro della cupola, per consolidare la struttura gonfiabile e dare un supporto piano al rivestimento finale. La colata di cemento, che si disperderà in modo disomogeneo, creerà spazi vuoti, aperture che fungeranno da porta-finestre.
Quando il cemento si sarà solidificato, il pallone viene sgonfiato e sfilato e si procede al rivestimento finale: per il pavimento sarà versata all’interno resina colorata, che ovviamente fuoriuscirà dagli archi in forme cedevoli fisse. Così, dopo la colata in tre dimensioni, il pavimento dal contorno indefinito in due dimensioni formerà un’embricatura dei due spazi distinti.
Ogni apertura sarà separata da telai realizzati numericamente per ciascuna, una parete in metacrilato adattato sarà posizionata in ogni quadro basculante così da fungere come porta e finestra.
Inizialmente è previsto un impianto dell’acqua e un sistema di evacuazione nella lastra in cemento, per installare poi, a fine lavoro, una vasca.

Il prototipo di questa maison, costituito da un pezzo unico con più ingressi di 50m² e alti 3m servirà da padiglione nell’ambito del Parco d’Arte Vivente a Torino."

François Curlet
Parigi, 22 marzo 2005
 
Cancella la registrazione|Annuler l'inscription
A cura di Xaos Systems
Tutti i diritti riservati © France-Italia.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl