Giornata della memoria 2016 ". . . BUT THE MEMORY REMAINS . . ."

BUT THE MEMORY REMAINS . . .". *da Biblioteca Gramsiana-Ales-Oristano L'attività vuole ricordare con mostre convegni e proiezioni quello che fu uno dei più grandi drammi del così detto secolo breve: la Shoah.

Persone Luca Crippa, Renzo C. Ventura, Riolese, Sergio De Simone, Teresa Iannitto, Maria Ferrara, Giulia Buffardi, Gloria Chianese, Maurizio Onnis, Roberto Brundu
Luoghi Roma, Italia, Italia del Nord, Germania, Oristano, Colmurano, Villa Verde, provincia di Macerata, comune di Chieti
Organizzazioni Ligustica, Auschwitz
Argomenti storia contemporanea, arte, storia

17/gen/2016 16.56.00 FUTURGUERRA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 *da Biblioteca Gramsiana-Ales-Oristano

L’attività vuole ricordare con mostre convegni e proiezioni quello che fu uno dei più grandi drammi del così detto secolo breve: la Shoah. La Biblioteca Comunale "Antoni Cuccu" di Villa Verde e L'amministrazione Comunale svolgeranno l'evento in collaborazione con l'ISTASAC, l'ISSASCO, il Servizio civile del Comune di Villa Verde e la BGO. L'attività si svolgerà fondamentalmente su quattro ambiti: quello della mostra di carattere documentario-storico, quello artistico, quello della convegnistica e l’allestimento di una piccola biblioteca tematica . L'evento partirà mercoledì 27 Gennaio presso l'ex Frantoio Via Notaro Salis,10 a Villa Verde alle 15,00 con la performance alla Lavagna di Roberto Brundu. Alle 17,30 ci sarà l'apertura della mostra con la presenza di Maurizio Onnis.

APERTURA MOSTRA: 27.01.2016-27.02.2016
Lunedì, Mercoledì e Giovedì dalle ore 9:00 alle 12:00
Martedì e Venerdì dalle ore 15:00 alle 19:00
Per gli altri giorni non menzionati sopra solo su appuntamento per tutta la durata della mostra.

MOSTRA: L’Ebreo come diverso. La persecuzione antisemita in Italia.
I pannelli ripercorrono gli anni 1938 - 1945, dalla promulgazione delle leggi razziali in Italia alla Liberazione. La mostra si articola in cinque blocchi tematici: - la configurazione della comunità ebraica prima delle leggi razziali e il suo rapporto con l’Italia. - L’emanazione delle leggi razziali con i suoi 29 articoli il 17 novembre del 1938. - La persecuzione antisemita: dai campi di internamento sorti dopo l’entrata in guerra dell’Italia a fianco della Germania nel 1940 ai quattro campi di concentramento nell’Italia settentrionale. - I comportamenti della popolazione italiana. - Il problema della memoria attraverso la disamina del caso Priebke, il principale responsabile del massacro delle Fosse Ardeatine il 24 marzo 1944. La mostra, realizzata nel 1997 dall’ICSR, è stata curata da Gloria Chianese, Giulia Buffardi, Maria Ferrara, M. Teresa Iannitto. Significativo è il pannello sull’episodio della deportazione degli ebrei da via Tasso a Roma il 16 ottobre 1943, e quello dei bambini nei lager, che, con la vicenda di Sergio De Simone, il piccolo ebreo napoletano - a cui è dedicata la mostra - che insieme con altri 19 bambini fu sottoposto ad esperimenti medici e poi soppresso il 20 aprile del 1945, ci rimanda alle condizioni infantili all’interno dei lager.

27.01.2016-27.02.2016 Biblioteca tematica sui genocidi.
Sempre nei locali della mostra verrà allestita una piccola biblioteca tematica, dove i visitatori potranno approfondire le tematiche attinenti con l’olocausto e le ideologie e i governi che lo hanno generato. Inoltre sarà possibile vedere e ascoltare supporti audiovisivi che trattano dell’argomento.

27.01. 2016.ROBERTO BRUNDU Alla Lavagna artisti
Dalle 15 sino alle 19 Roberto Brundu artista Riolese disegnerà sulla lavagna nel tradizionale appuntamento de Alla lavagna artisti sul tema della shoah. Diplomatosi presso l'Istituto Statale d'Arte di Oristano, indirizzo legno si Laurea in Pittura presso l'Accademia Ligustica Belle Arti Partecipa a mosstre e collettive e Personali avendo anche dei riconoscimenti in alcuni concorsi quali il Terzo concorso nazionale di pittura. “Illustrare Manzoni”, comune di Chieti, edizione 2008. 2° classificato. 4° Biennale dell'illustrazione, Renzo C. Ventura. “Tra secessione e Déco”, comune di Colmurano (Macerata). 

27.01. 2016 H. 17,30 dialogo con MAURIZIO ONNIS sulla Shoah. Consulente editoriale, ha viaggiato nei paesi in via di sviluppo e studiato antropologia e storia delle culture. Nel 2013 è uscito per Piemme Il fotografo di Auschwitz, scritto con Luca Crippa e tradotto in diversi paesi. L’anno successivo, sempre per i tipi Piemme e sempre con Luca Crippa, viene Pubblicato L’archivista. Ha perso i genitori ad Auschwitz, ora deve inchiodare i medici nazisti. 
Segreteria organizzativa: bibliovillaverde@tiscali.it.it




blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl