Saronno (VA) - Centro d'Arte Malagnini, in mostra le “Matite” di Antonio Bencich

Saronno (VA) - Centro d'Arte Malagnini, in mostra le "Matite" di Antonio Bencich.

Persone Giovanni Criscione, Giuseppe Biasutti, Hino Sojo, Antonio Bencich, Michele Malagnini, Antonio Bencich Dal
Luoghi Tokyo, Osaka, Saronno, provincia di Varese
Organizzazioni Arte Malagnini
Argomenti arte, architettura, scultura

23/gen/2016 13.20.15 Inpress Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Saronno (VA), 23/01/2015 

Centro d'Arte Malagnini, in mostra le “Matite” di Antonio Bencich

Dal 6 al 29 febbraio gli spazi espositivi del Centro d'Arte Malagnini di Via Giuseppe Verdi 20-22 ospiteranno una personale di Antonio Bencich dal titolo “...Matite” a cura di Michele Malagnini (vernissage: sabato 6 febbraio ore 18.00). 

Antonio Bencich, artista che spazia dall'architettura al design, passando per la Pop art e la scultura, esporrà una trentina di opere raffiguranti le celebri matite colorate che da sempre lo hanno affascinato e che sono diventate un suo marchio distintivo.

Nella ricerca artistica di Bencich la matita ha assunto una cadenza figurale metafisica, diventando simbolo, immagine, definizione della sua visione interiore. Ogni piccola scultura-monumento, ogni raggrupparsi di matite colorate immerse nello spazio, costituisce l’essenza di un dettato che si può legare ai versi del poeta giapponese Hino Sojo (Tokyo 1901 �“ Osaka 1956) che parlano di meditazione, di un ripiegarsi su sé stesso, di una determinante analisi dell’esistenza: “Diventa chiaro di luna la mia meditazione, che riempie il cielo”.

Fattori poetici e trascendentali, come ha scritto il gallerista e critico d'arte Giuseppe Biasutti, sono espressi attraverso un rigore geometrico, costruttivo, architettonico in un mirabile equilibrio di geometria, arte e vita. “Non è la geometria che, dall’alto d’un cielo platonico, governa la realtà - scrive Biasutti - ma è la realtà che configura geometricamente la vita. Una concretezza vissuta della quale fanno parte le opere di Bencich. Coscienza. Equilibrio. Geometria come ultimo atto, nel tempo, di una sicurezza di percorso. Ricerca il cui obiettivo è la purezza formale, è una simmetria delle parti, un’inclinazione controllata delle tracce che determinano i punti di vista possibili, che inducono alla percezione e alla familiarità di luoghi della memoria”.

La mostra potrà essere visitata da lunedì a sabato dalle ore 16.00 alle 19.30, domenica su appuntamento. Il catalogo sarà disponibile in galleria. 


Info e contatti
Centro d'Arte Malagnini
Via Verdi 20/22 - 21047 Saronno (VA)
Tel. +39 338.7654600
http://www.centrodartemalagnini.com/
info@centrodartemalagnini.com/

--
INpress ufficio stampa 
di Giovanni Criscione
cell. 329 3167786

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl